"Hola Amigo" Yucatan 2003

Dopo aver trascorso le vacanze dell’ultima estate nella fredda (neanche poi così tanto) Islanda, a gennaio del 2003 con la mia ragazza abbiamo concordato per un posto + caldo: (alla faccia c’erano 40° C.) i CARAIBI e quindi il MESSICO, ...

  • di Christian Mariotti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Dopo aver trascorso le vacanze dell’ultima estate nella fredda (neanche poi così tanto) Islanda, a gennaio del 2003 con la mia ragazza abbiamo concordato per un posto + caldo: (alla faccia c’erano 40° C.) i CARAIBI e quindi il MESSICO, con esattezza la penisola dello Yucatàn/Quintana Roo e dintorni. Come al solito la prima cosa è stata trovare i diversi alloggi per dormire e programmare quindi un itinerario di viaggio secondo le nostre necessità e desideri. Al contrario delle volte scorse, quest’anno per gli spostamenti abbiamo optato per i mezzi pubblici, che come riportato da diverse guide sono veramente efficienti ed affidabili, certo non sono Svizzeri per gli orari, ma bisogna prendersela con calma da quelle parti. Come anticipato trovare posto dove dormire non è stato difficile tramite guide/internet e soprattutto con prezzi economici, ma la stangata anche questa volta è arrivata dal costo del biglietto aereo, circa € 1.000,00 facendo la tratta Ancona-Roma-New York-Cancun e ritorno con la nostra compagnia di bandiera. In un primo momento la cosa che ci spaventava era affrontare un viaggio del genere senza sapere neanche una parola della lingua locale, ma grazie alla netta somiglianza con l’italiano e con un’pò d’inglese siamo sempre riusciti a capire e farci capire.

Visitare le piramidi maya, nuotare nelle calde acque caraibiche o nei freschi Cenotes fin dall’inizio ci incuriosiva fortemente, ma come solamente da poco abbiamo imparato ad apprezzare, è il contatto con la gente locale dei piccoli villaggi, sentire l’”odore” dei posti, delle persone e del loro cibo che rende vero un viaggio, parlare con la gente, capire come vivono, cosa fanno, cosa pensano di noi, tutto ciò fa sì che una volta rientrato a casa ti ricorderai oltre che dei posti anche di una persona, di un particolare aneddoto assaporando fino in fondo i diversi aspetti di paesi così lontani.

Inizialmente dovevamo essere in 4, ma a sole 3 settimane dalla partenza per problemi loro gli altri due compagni di viaggio ci hanno lasciati soli, niente paura si parte ugualmente. Anche questa volta, il “taccuino di viaggio” dove riportare date, costi, impressioni e quant’altro è toccato ad Eleonora, buon viaggio...

Sabato 09.08.2003 La nostra vacanza è iniziata sabato mattino alle 4:30, siamo andati ad Ancona e da lì alle ore 7:30 siamo decollati alla volta di Roma. Da qui con netto ritardo ripartiamo alle 11:00 per New York, ci accomodiamo sul Boeing 777 nuovo-nuovo, dove sicuramente non mancano le possibilità per divertirsi durante il viaggio con film, giochi, musica ecc..., una figata, ma x quello che costa!?!?!? Atterriamo nella grande mela intorno alle ore 13:20 e ci avviamo verso la dogana dove veniamo sottoposti ad un controllo minuzioso di bagagli ed indumenti, questo è lo scotto da pagare x chi vuole viaggiare sicuri, ma va bene così.

Ci aspettano 2/3 ore di attesa prima di ripartire nuovamente alla volta del Messico e l’unica cosa che ci dispiace veramente, nonostante una brutta giornata di pioggia, è quella di non poter godere della splendida città che ci aspetta fuori dall’aeroporto, sarà per un’altra volta. Atterriamo a Cancun intorno alle sette di sera, ma con il fatto che siamo 7 ore indietro rispetto l’Italia, quindi le 2 di notte, siamo due stracci!!!! Prima di uscire dobbiamo passare attraverso i “ferrati” controlli della dogana messicana, praticamente un semaforo (vero e proprio), dove ognuno prima di passare deve spingere un tasto, se il semaforo segna verde ok altrimenti stop, indovinate cosa è venuto a Christian? Rosso, fuori tutto dalla valigia anche qui per la terza volta nella stessa giornata

  • 378 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social