Emozioni e colori..

Siamo partiti in quattro prenotando soltanto l'aereo che da fiumicino ci avrebbe portato a cancun, facendo scalo a madrid.Arriviamo a cancun il 3 agosto, volo perfetto e puntuale. I controlli all'arrivo in aeroporto sono estenuanti per lunghezza, infatti impieghiamo più ...

  • di squicchiet
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Siamo partiti in quattro prenotando soltanto l'aereo che da fiumicino ci avrebbe portato a cancun, facendo scalo a madrid.Arriviamo a cancun il 3 agosto, volo perfetto e puntuale. I controlli all'arrivo in aeroporto sono estenuanti per lunghezza, infatti impieghiamo più di due ore. Dopo il ritiro dei bagagli(ma pronti ad ogni evenienza avevamo un cambio nel bagaglio a mano!) prendiamo la macchina ad uno degli autonoleggi presenti in aeroporto, sono gentilissimi ed organizzati con navette che ti portano direttamente al luogo di ritiro. Stipuliamo la polizza assicurativa con loro, ma prima ci assicuriamo che che la stessa abbia validità sul territorio messicano dal momento che quelle europee non sembrano avere la stessa copertura in loco. Andiamo a playa del carmen a circa 60Km di distanza, per riposare soltanto per la prima notte.

4/8/08 chichen itza-merida arriviamo facilmente a chichen itza dove fa molto caldo anche se per fortuna il cielo è coperto.Impieghiamo circa tre ore per visitare le rovine Maya. L'ingresso costa veramente poco circa tre euro a persona. In serata arriviamo a merida dove cerchiamo disperatamente un albergo, dopo vari tentativi ne troviamo uno che non è un granchè in quanto a pulizia ma ha posto, è estremente economico ed è centrale(dietro la piazza principale).Si cena, come del resto in tutta la zona da merida fino al chiapas, per una decina di dollari al massimo (ottime grigliate di carne e pesce, anche le pietanze locali sono molto saporite ma piene di salse che, soprattutto all'inizio del viaggio spaventano un pò, la birra scorre fiumi, se volete andare sul sicuro pechuga di pollo a la plancha...Petto di pollo alla piastra).

5/8/08 uxmal- campeche la mattina dopo partiamo per uxmal dove prendiamo una guida, che con orgoglio ci dichiara discendere dai maya, e comincia il giro del sito che personalmente trovo molto più bello di chichen itza. Gli iguana sono enormi e girano liberi tra le rovine...Fantastico...Fa un pò caldo anche se fortunatamente il cielo è coperto, vi consiglio di munirvi di cappellino e repellente per le zanzare che lì cominciano a dare un lieve fastidio.Sera a campeche, l'albergo l'avevamo prenotatato quella stessa mattina con internet ed oltre ad essere molto pulito e a rispettare perfettamente il giudizio degli utenti e la descrizione che c'erano sul sito, era anche molto carino...Gli alberghi non corrispondono per categoria a quelli italiani un loro cinque stelle si rivelerà quasi sicuramente un nostro tre stelle...Ma costano così poco, dai 15 ai 30 euro a notte, a persona, che ritengo valga la pena prendere quello di categoria superiore.Campeche carina, colorata,cittadina coloniale. 6/8/08 Campeche -Palenque perdiamo un pò di tempo a campeche...Ma in pieno relax...Poi partiamo per palenque, località del chiapas circondata dalla giungla, dove arriviamo di sera perchè è un pò lontana, credo che disti un 300 km. Avevamo prenotato un resort che su internet ha due stelle e mezzo mentre sul sito messicano cinque...Comunque non c'è un granchè da quelle parti meglio prenotare prima in questo posto.Nel nostro resort, circondato dalla giungla, si sentivano urlare le scimmie...Direi...Suggestivo...Io mi sono chiusa dentro la camera! Le strade messicane sono asfaltate ma strette, ricordano quelle della costiera amalfitana ma in più sono piene di topes...Cioè dossi artificiali i quali, in prossimità dei villaggi, che necessariamente attraversi, fanno rallentare tantissimo... A meno che non vogliate distruggere le sospensioni della macchina. 7/8/08 Palenque-Agua Azul- San Cristobal de las casas straordinarie le rovine di palenque...Pare, secondo la guida del posto che ci ha accompagnato, che solo il 5% di quello che hanno scoperto sia stato restaurato, il restante 95% si trova ancora coperto dalla giungla e dal fogliame.A mio parere è il sito più bello di quelli visitati per la natura che lo circonda, per queste scimmie che si sentono urlare e che buttano di tutto dagli alberi...Noi non siamo mai andati troppo presto sulle rovine, faceva caldo e c'era il sole alto, l'umidità sarà stata del 90% ma ne è valsa la pena! Dopo l'escursione sulle rovine abbiamo chiesto alla guida di accompagnarci nella giungla...Eravamo molto coperti e spruzzati di repellente per le zanzare...È stata un'esperienza incredibile...Abbiamo provato ad andare sulle liane. Era abbastanza buio perchè i raggi del sole attraverso il fogliame fittissimo filtravano a stento, pieno di tarantole. In pratica, ci ha spiegato la guida, camminavamo su quegli edifici maya coperti dal fango e non ancora restaurati..

  • 501 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social