Colori, storia, sorrisi e spiritualità

“La vita è un viaggio, viaggiare è vivere due volte” Omar Khayyam, poeta persiano del XII sec…… Forse mai, come in questo viaggio in Messico, mi sono resa conto di quanto reale sia questa frase; di quanto il tempo, in ...

  • di Robin
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

“La vita è un viaggio, viaggiare è vivere due volte” Omar Khayyam, poeta persiano del XII sec... Forse mai, come in questo viaggio in Messico, mi sono resa conto di quanto reale sia questa frase; di quanto il tempo, in viaggio, modifichi il suo scorrere inesorabile e si dilati nei visi, nei paesaggi, nei rumori e negli odori che riempiono i minuti di un giorno, altrimenti, qualunque.

E forse, è per questo motivo che i ricordi di emozioni, di paesaggi e di sguardi solamente incrociati, restano indelebilmente impressi nella memoria.

Dopo due anni di attesa finalmente tocchiamo il suolo messicano, ma per il momento è ancora difficile rendermi conto che sto realizzando un sogno che accarezzavo da tempo. A Cancun ci accoglie un’aria pesante, umida e fastidiosa che per qualche tempo ci fa rimpiangere l’aria pressurizzata che ci ha avvolto per le dodici ore della trasvolata atlantica. Ma bando alle ciance ci dirigiamo immediatamente a ritirare la nostra Hunday Dodge di colore azzurro cielo che ci porterà a zonzo per questo bellissimo paese. Ci dirigiamo immediatamente verso Playa del Carmen e, non appena usciamo dall’aeroporto, ci rendiamo conto di cosa siano i topes e i vibradores messicani. Altro che cordoli! ... se presi a velocità elevata potrebbero farci decollare immediatamente verso l’Italia .. Per non parlare dei vibradores che non sono oggetti erotici, bensì mezze sfere di metallo ben piantate a terra e della dimensione di un buon palmo, i quali hanno innanzitutto la funzione di farti rallentare ed in secondo luogo, di sostenere la categoria dei meccanici. Anche i cartelli indicanti i limiti di velocità meritano una nota ... passano da 90 Km/h a 40 e poi ancora a 60l tutto nell’arco di 4/5 Km e senza un’apparente logica ... Almeno per noi ...Quindi tanto vale tenere un andatura piuttosto tranquilla. In un’oretta circa, comunque, raggiungiamo Playa del Carmen e, senza grosse difficoltà, troviamo anche la pousada che avevamo prenotato per questa prima notte. Maria Bonita, è davvero una pousada carina, dipinta di giallo, azzurro, rosso, arancione e verde, è affacciata su una piccola piscina al centro del giardino. Dopo una rapida doccia iniziamo la ricerca del villaggio che ci ospiterà alla fine del nostro tour ed al quale vogliamo lasciare le valigie grosse, ma probabilmente la stanchezza comincia a farsi sentire e non lo troviamo. Giriamo un po’ lungo la V Avenida che è davvero molto carina e decidiamo che è ora di cena. La nostra scelta ricade su un localino situato proprio davanti ad un coloratissimo negozio di souvenir del Chiapas – nostra prossima meta – e iniziamo la nostra “dieta messicana” con due enchiladas deliziose. Ormai però, il sonno sta prendendo il sopravvento, così, dopo aver acquistato qualche provvista per l’indomani, torniamo nella nostra coloratissima pousada e cadiamo beati tra le braccia di morfeo.

Ci svegliamo all’alba – com’era prevedibile – ed è già ora di riorganizzare le valigie ... Il cielo non promette nulla di buono: densi nuvoloni neri annunciano pioggia. Un poco delusi restiamo in attesa che apra il bar della pousada per fare una colazione mentre facciamo due chiacchiere con un ragazzo del posto. Naturalmente le mezz’ora messicana non è proprio mezz’ora ... è un po’ di più ma non si sa quanto, quindi ce ne andiamo nella V Avenida a fare colazione, consegniamo le valigie al villaggio – che stavolta troviamo senza problemi – e .. .Via!! Si parte alla scoperta del Messico.

Tra topes e vibradores – sempre presenti ed in quantità massicce - in un’oretta arriviamo a Tulum, ma visto il tempo pessimo decidiamo di non fermarci e di proseguire direttamente per Bacalar. Sono un po’ delusa da questo Messico ... Insomma... Sono anni che sogno di venirci e lui mi accoglie così ... nuvoloni grigio topo e pioggia!! Battente per di più!!! Questa tempo mi fa dubitare un po’ sulla fattibilità dell’itinerario che abbiamo previsto di intraprendere e temo seriamente di doverlo modificare

  • 1268 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social