Messico e nuvole

Cancun, Uxmal, Chichen Itza, MESSICO E NUVOLE. Giovedì 24.04.2008 Il nostro aereo parte da Fiumicino alle 10.00 del 25.04.2008. Ho deciso di approfittarne per passare una giornata a Roma. Così mi prendo un altro giorno di ferie e prenoto un ...

  • di peggy2000
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Cancun, Uxmal, Chichen Itza, MESSICO E NUVOLE.

Giovedì 24.04.2008 Il nostro aereo parte da Fiumicino alle 10.00 del 25.04.2008. Ho deciso di approfittarne per passare una giornata a Roma. Così mi prendo un altro giorno di ferie e prenoto un treno che parte alle 7 del mattino da Ferrara e dovrebbe arrivare a Roma in 3 ore.

Il tassista, con cui socializzo, mi fa lo sconto di 20 centesimi e mi augura buon viaggio.

Nove euro anziché 9.20 x 5 minuti . E’ il mio giorno fortunato.

Che cosa provo? Tre settimane fa mi sembrava di rincorrere un sogno, adesso che ci sono dentro mi chiedo se non sarebbe stato meglio andare a Roma, o in Portogallo.

La verità è che ero prigioniera di un incantesimo chiamato “Messico e Nuvole”: io che sognavo mete esotiche e Mimmo, il mio mitologico ex, che sognava il ritorno nella sempre selvaggia ma più domestica Calabria.

Ora ad inseguirmi è il ricordo, vivido e fastidiosissimo , di un viaggio fatto in sogno (cosa che mi capita spesso) a New York in un albergo con vista sul cielo , stelle, galassie e affini. E adesso che faccio, mi metto a cercarlo su Expedia? E poi non so cosa mi aspetta. Da turista inesperta ma puntigliosa ho riempito la valigia di un campionario di medicinali e medicali vari degno di un volontario di Emergency in fase di avvicinamento al teatro di guerra.

Compreso un commutatore elettrico universale, ma proprio in senso letterale , che ho trovato all’Ipercop per la modica cifra di 30 euro. So che Marina, la mia compagna di viaggio, nonché cugina preferita. non ci penserà, come anche a tanti altri piccoli dettagli , e sono molto angosciata: per la prima volta ho sulle spalle il peso di una famiglia, e non è neppure la mia. Ieri mi sono persino rifiutata di fare il rientro del mercoledì, per essere proprio sicura di riuscire ad ultimare i bagagli. Che se poi finissi “azzannata dagli squali nelle gelide acque dell’oceano” per rincarare la dose : “ aveva anche ultimato il rientro del mercoledì”. Intanto, il mio treno è arrivato a Firenze. Le case qui hanno l’aria di essere diverse che a Ferrara, e non saprei dire perché. Rifletto che questa è la vera essenza del viaggio, e potevamo analizzarla nei dettagli anche in Portogallo o a Roma.

Dicevo che mi sono esercitata x una settimana buona a cercare di prevedere tutti i possibili imprevisti.

Alle 7 di sera del 23.04.08 stavo per essere ragionevolmente soddisfatta di me , quando mi sono accorta di non aver ancora stampato il biglietto elettronico. Telefono all’agenzia e loro mi rassicurano:”mi raccomando invece il passaporto.” Un fulmine a ciel sereno. Me ne ero completamente dimenticata. E’ stato avvilente, ma anche salutare, perché ho realizzato che l’importante non è ricordarsi di tutto, ma non dimenticare l’indispensabile. Comunque , ora indispensabile è prendere quel benedetto aereo. Che angoscia.

Di tanto in tanto, torno a rovistare nella borsa alla ricerca del passaporto. Per fortuna lui è rimasto lì, incolpevole ed ubbidiente. Venerdì, 25.04.2008 Da Roma a New York Se Dio vuole siamo su un aereo che dovrebbe essere diretto a New York .

Parte del merito è di una ragazza che pareva precisa una domestica filippina, ed invece guarda caso, era messicana, con la quale ho socializzato ieri durante il mio tubinoso giro per Roma. Più che socializzare in realtà credevo di averla adottata, perché mi sembra più imbranata di me. Ma quando le ho racconto che il mio aereo sarebbe partito alle 10.00 del giorno dopo, l’imbranata mi ha spiegato che per i voli internazionali bisogna presentarsi 2 ore prima dell’imbarco. Io non lo sapevo

  • 725 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social