Baja California Sur

Era un viaggio desiderato da tanti anni, sempre rimandato in quanto non riusciamo ad avere due settimane di ferie durante il periodo in cui le balene si trovano in questa area, alla fine decidiamo di effettuarlo in soli 10 giorni, ...

  • di roberta_d
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Era un viaggio desiderato da tanti anni, sempre rimandato in quanto non riusciamo ad avere due settimane di ferie durante il periodo in cui le balene si trovano in questa area, alla fine decidiamo di effettuarlo in soli 10 giorni, concentrandoci sulla parte meridionale della penisola, lo stato della Baja California Sur. Limitiamo il resoconto ai giorni effettivamente trascorsi qui, tralasciando i lunghi voli intercontinentali su Los Angeles e la mezza giornata di margine che ci siamo tenuti al ritorno, visti i lunghi tempi per l’immigration e il check-in negli aeroporti americani. A tal proposito segnaliamo l’informazione dataci dall’impiegato che ci ha registrato all’ingresso negli USA: quando si esce dagli USA per il Messico, se si rientra entro 30 gg, si può conservare il cartoncino verde che viene attaccato sul passaporto, in questo modo non è più necessario compilarlo al ritorno. Bisogna però dirlo agli addetti della compagnia aerea che fanno il check-in per l’uscita, altrimenti lo staccano. Purtroppo si deve comunque passare dall’immigration, dove prendono nuovamente le impronte digitali e la foto.

1° giorno, Los Angeles - San Josè del Cabo – Ciudad Constitucion Di buon mattino andiamo in aeroporto dove prendiamo il volo della Alaska Airlines, che parte da LA alle 8 arriva a San Josè del Cabo alle 11.30 (il volo dura 2 ore e mezza, ma c’è un’ora di fuso orario di differenza). L’abbiamo prenotato su internet, è economico, la conferma è arrivata immediatamente, è partito in perfetto orario, il personale di bordo è cortese ed efficiente e i piloti sono prodighi di informazioni (hanno anche una notevole divisa, che comprende giubbotto di pelle da top gun).

Dopo la lunga fila alla dogana, in parte all’aperto sotto un caldo sole, ritiriamo l’autovettura a noleggio che avevamo prenotato (la scelta è ampia, fare attenzione alle assicurazioni incluse!) e ci dirigiamo verso La Paz, percorrendo l’affollatissimo “Corridor”, costellato da hotel di lusso (avevamo letto fosse una specie di Cancun, per fortuna non è ancora così: speriamo si fermino in tempo!) e passando per Cabo San Lucas e Todos Santos: la giornata è splendida, ci sembra anche di vedere gli spruzzi delle balene quando la strada costeggia l’oceano Pacifico. Ci fermiamo a un bancomat per un po’ di contante messicano, anche se i dollari possono essere usati dappertutto senza problemi; le carte di credito sono invece accettate solo nei locali di alto livello, a volte con una maggiorazione di prezzo.

La strada è in buone condizioni, ma nel tratto del Cabo c’è traffico e anche dei lavori di ampliamento, quindi procediamo più a rilento di quanto pianificato. Quando non si vede il mare o l’oceano, il panorama è interamente costituito montagne brulle ricoperte da cactus, soprattutto quelli alti e sottili, con le braccia, tipo saguaro, che qui chiamano cardones; ce ne sono a migliaia, molti abitati da uccelli, che fanno il nido sulla sommità o nei buchi lungo il tronco o i rami.

Da La Paz proseguiamo per Ciudad Constitucion, in totale sono poco più di 400 chilometri, ma arriviamo a sera tardi e il primo albergo che incontriamo è pieno. Presi un po’ dal panico ci sistemiamo all’ Hotel La Conchita, che la Rough Guide dice essere il migliore, la Lonely Planet ne segnala un altro ma non lo troviamo. Purtroppo si rivela molto peggio delle nostre aspettative, la camera è desolante, fredda e non proprio linda, di certo economica: solo 270 pesos, circa 18 euro. Ci consola l’idea che il posto è strategico per arrivare presto la mattina dopo a Puerto San Carlos, da dove si parte per l’avvistamento delle balene nella Bahia Magdalena

  • 1861 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social