Alla scoperta del Messico: Grand Oasis Veraclub

Il viaggio nella bellissima Riviera Maya si addice davvero a tutti: famiglie, coppie e single. Tra i migliori villaggi con gestione italiana, il Grand Oasis Veraclub. La compagnia aerea che collega Cancan con Fiumicino e Malpensa è l’Eurofly. L’accoglienza dei ...

  • di rossgism
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Il viaggio nella bellissima Riviera Maya si addice davvero a tutti: famiglie, coppie e single. Tra i migliori villaggi con gestione italiana, il Grand Oasis Veraclub. La compagnia aerea che collega Cancan con Fiumicino e Malpensa è l’Eurofly. L’accoglienza dei messicani è straordinaria: ospitali, gentili e mai assillanti, poveri ma non mendicanti. Ma andiamo con ordine. VOLO: Gli aeroporti di Roma e Milano sono raggiungibili con altri voli non comprensi nei pacchetti viaggio o con treno o auto (la Veraclub offre sconti nei parcheggi coperto e scoperto). Il volo charter è spesso in ritardo. A bordo sedili strettissimi (conviene essere tra i primi a fare il check in e chiedere i sedili in corrispondenza con le uscite di emergenza: hanno più spazio per le gambe). Durata: 11 ore e 40 tra film, giochi e musica. Solo un pasto ed un spuntino. Al ritorno 9 ore e 40 e lo scalo di un’ora a Malpensa per chi prosegue per Roma. VILLAGGIO: Molto bello e ben curato. L’arredamento è tipicamente messicano in alcune zone e fusion-essenziale in altre. La spiaggia è una delle più bianche e pulite. I teli vengono dati e sostituiti anche più volte al giorno gratuitamente. A disposizione anche lettini, lettini imbottiti, ombrelloni di legno e materassi dondolanti con copertura. Per questi ultimi, però, bisogna svegliarsi presto per metterci sopra qualcosa e riservarli. Oltre agli italiani, anche spagnoli e americani. Il villaggio è stato completamente ristrutturato due anni fa dopo l’uragano Wilma che ne distrusse gran parte. L’animazione dell’estate 2007 lascia a desiderare: gli animatori sono pochi e inesperti. Gli spettacoli serali e le attività diurne non sono niente di che. CIBO: Il villaggio ha 6 ristoranti e 4 bar. Cucina messicana, gourmet, brasiliana, mediterranea, internazionale (unico buffet dove non è necessaria la prenotazione) e orientale. Sono tutti aperti a pranzo e cena con ampie fasce d’orario, quindi mai sovraffollati. Si mangia bene: lo chef dell’estate 2007 è un giovane di Roma. I bar sono sulla spiaggia (dove preparano ottimo sushi), nella piscina (gli sgabelli sono in acqua), sulla terrazza con morbidi cuscinoni e nella reception (con aria condizionata a palla). Ovviamente qualsiasi cosa (tranne il vino) è compresa nel prezzo pagato in Italia. Quando si arriva a tavola, conviene subito ordinare da bere: il servizio è un po’ lento.

SERVIZI: Campi da tennis, pin pong, calcio, due piscine enormi ed una navetta che conduce all’ingresso del villaggio (c’è un’altra reception dove si cambiano i soldi e partono le escursioni). In una bella ‘spa’ sono offerti vari trattamenti. I prezzi del listino sono alti ma ci sono sconti ogni giorno: basta dare un’occhiata al giornalino che si trova a tavola. Si può pagare in euro, dollari o pesos e con carta di credito (non elettronica).

STANZE: Enormi ma nessuna vista mare (quelle sono nella parte americana e spagnola del villaggio). Sono al piano terra con amaca e accesso diretto al giardino o a secondo e terzo piano con vista piscina e terrazzino (ma senza ascensore). Alle coppie più fortunate può capitare anche una quadrupla: i letti sono enormi. I bagni sono spaziosi e l’arredamento è messicano.

PULIZIA&CLIMA: Tutto il villaggio è molto pulito. Le stanze vengono rassettate una volta al giorno con il cambio degli asciugamani. A volte non mancano composizioni con fiori freschi e asciugamani. Purtroppo l’odore di umido è molto forte. Il clima contribuisce e l’impianto di aria condizionata non è nuovissimo. Al caldo umido ed alle piogge che scrosciano all’improvviso e che all’improvviso finiscono (almeno a giugno), ci si abitua dopo un paio di giorni. Da agosto a ottobre è periodo di uragani (quando ce ne sono), la nostra estate è ricca di pioggia in Messico (ma durano poco), il nostro inverno è secco e soleggiato

  • 2918 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social