Spettacolare Yucatan on the road e Riviera Maya

Messico 2006 Introduzione La partenza dovrebbe essere immediata eppure, a metà ottobre 2006, ancora non abbiamo deciso dove andare! Los Roques in Venezuela era inizialmente la meta predestinata, ma due italiani in vacanza sono appena stati uccisi in una posada ...

  • di Ivanweb
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Messico 2006

Introduzione

La partenza dovrebbe essere immediata eppure, a metà ottobre 2006, ancora non abbiamo deciso dove andare! Los Roques in Venezuela era inizialmente la meta predestinata, ma due italiani in vacanza sono appena stati uccisi in una posada e si è creato il caos, perciò è meglio rimandare. Per restare da quelle parti del globo siamo attirati comunque dai Caraibi e, avendo poco tempo per organizzare da soli, un'offerta last minute da Blu vacanze per due settimane a Santo Domingo sembra accettabile. Consideriamo anche il Kenya, che in questo periodo è alquanto allettante nella zona Malindi / Watamu. Nessuna di queste mete però sembra convincere fino in fondo. Finché giunge un'interessante proposta in villaggio Veraclub al Gand Oasis nella riviera Maya...

Il Messico è sempre stato in cima alla nostra lista dei viaggi, ma più volte scartato per prezzi troppo elevati. Forse adesso è l'occasione buona. La vacanza nasce inizialmente con l'idea di soggiornare due settimane in villaggio all inclusive per avere un punto di riferimento, e quindi spostarsi con le numerose gite proposte in loco. Mi informo adeguatamente e assiduamente in internet per conoscere a fondo le opinioni dei viaggiatori sui villaggi nella zona Playa del Carmen e dintorni. Premetto che, poiché sia io che Stefania non amiamo molto stare in spiagge troppo affollate e hotel grandi con animazione, in genere optiamo sempre per luoghi tranquilli, riservati e possibilmente solitari. E Playa del Carmen insieme a Cancun sono l'esatto opposto di queste considerazioni. Così spostiamo l'interesse verso la Riviera Maya, più giù tra Playa e Tulum, nella zona di Akumal. E rispunta nuovamente il Veraclub Grand Oasis, di cui gli italiani nel sito forum.Ilgiramondo.Net parlano molto bene. Ancora meglio sembra il Columbus Club (Akumal Beach Resort), che sorge dicono tra le migliori spiagge con barriera corallina in assoluto della zona, anche se danneggiata ben due volte dagli uragani Wilma ed Emily tra luglio e ottobre del 2005.

Continuiamo ad accumulare informazioni su gite, luoghi da visitare, esperienze di altri viaggiatori da tripadvisor.It, turistipercaso.It, cisonostato.It, viaggiscoop.It e vari altri portali di viaggiatori. Compriamo anche le guide cartacee della Lonely Planet e la Key Guide illustrata della Touring Club, nuova edizione 2006. Infine chiediamo in diverse agenzie per le disponibilità, ma per le partenze di fine ottobre i voli charter sembrano andati a ruba e non si trova posto da nessuna parte... Il Messico è così gettonato? ma l'alta stagione non inizia a dicembre? Sembra tutto sfumare nel nulla finché non insorge l'orgoglio personale e l'avversione innata verso i viaggi organizzati a pacchetto. Ormai siamo veterani dei viaggi ‘fai da te’ e abbiamo talmente tante informazioni che la domanda sorge spontanea: “dobbiamo davvero ricorrere all'agenzia??”

Creiamo in quattro e quattrotto un itinerario nel nostro stile, approssimativo quanto incisivo e molto, molto migliore dell'idea iniziale. E che rispecchi lo stesso costo inferiore ai 2000 euro a persona per almeno due settimane di viaggio. La parte più difficile è trovare il volo. Expedia.It, proprio come l'anno scorso per la Malesia, non delude le aspettative e dà inizio al tutto. Dopo continui tentativi in successivi giorni, provo tutte le combinazioni da Roma per Cancun tra il 30 ottobre e il 25 novembre e l'unico volo al prezzo di 700 euro è quello della Martinair Holland in combinazione con la KLM con partenza il 1° e rientro il 18, passando per Amsterdam. E' fatta, lo prenotiamo subito prima che scappi!

Rimangono da organizzare i 17 giorni in Messico, che dividiamo idealmente tra auto a noleggio per la prima settimana e ultimi giorni nella Riviera Maya per un pò di relax al mare. In pochi giorni stendiamo un itinerario più preciso prevedendo un giorno a Cancun, per entrare nel clima e nel fuso orario di sette ore in meno dall'Italia, il noleggio dell'auto per una settimana, un paio di giorni buca da decidere probabilmente a Playa del Carmen, e gli ultimi sei all'Akumal Bech Resort, che offre il miglior prezzo all inclusive della zona (sempre con tariffe da Expedia). Scartiamo l'ipotesi della posada del Capitan Lafitte, suggerita da qualche viaggiatore: un posto intimo e carino come sembra dal fumettistico sito, che ha lo stesso prezzo di partenza dell'Akumal con solo il pernottamento (120 dollari a camera per notte senza pensione inclusa). Riguardo l'auto, preferiamo prenotarla in loco (pare sia più conveniente), e stabiliamo un giro in senso antiorario quasi ad anello per un percorso ‘on the road’ abbastanza classico: da Cancun verso Chichen Itza, Merida, Uxmal, la Ruta de Puuc, per poi tornare indietro passando ad Izamal, Cobà, Tulum e quindi la Riviera Maya.

Dobbiamo scartare con nostra disperazione l'Isla Holbox, dove organizzano snorkelling per nuotare con gli squali balena, i pesci più grandi del pianeta e del tutto innocui (hanno una bocca enorme ma mangiano solo plancton). Purtroppo per noi, il periodo per osservarli va da maggio a settembre, come confermato per email da due italiani che gestiscono una posada del posto.

Un altro snorkelling da non perdere invece è quello di Hidden Worlds, suggeritomi da un viaggiatore del forum di giramondo, assai meno turistico, avventuroso e spettacolare, come si intuisce dallo stesso sito: www.Hiddenworlds.Com. Scopriamo che vi hanno anche girato il film horror "The Cave", che affittiamo subito a noleggio per averne un'idea. Siamo anche fortunati, perchè oltre il film, nel dvd sono presenti degli extra esaurienti proprio sugli scenari mozzafiato e sulle difficoltà di riprendere in un ambiente subacqueo sotterraneo. La pellicola è per la precisione girata in parte nello Yucatan (appunto nei pressi del cenote Dos Ojos dove sta la sede di Hidden World) e parte in Florida.

Ancora qualche giorno per imparare le basi di spagnolo, preparare le valigie, prenotare il volo Cagliari-Roma, le prime due notti a Cancun e le ultime sei ad Akumal. Finalmente arriva il 1° Novembre: Messico arriviamo!

IL VIAGGIO..

  • 19281 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social