Il nostro cuore in Messico

10/11.07.06 Finalmente ci siamo : dopo matrimonio l’8, finale dei mondiali il 9, ora si parte per la meta tanto agognata . Volo da Milano Malpensa della Air EuropA con incasinatissimo scalo a Madrid, poi si prosegue per Cancun. Mettiamo ...

  • di vere
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

10/11.07.06 Finalmente ci siamo : dopo matrimonio l’8, finale dei mondiali il 9, ora si parte per la meta tanto agognata .

Volo da Milano Malpensa della Air EuropA con incasinatissimo scalo a Madrid, poi si prosegue per Cancun.

Mettiamo piede su suolo messicano verso le sei di sera e già l’accoglienza è ottima ,ci trovano subito e ci fanno tutti le congratulazioni per la coppa del mondo(...Mai stata così fiera di essere italiana, non che di solito non lo sia !) La nostra prima tappa è dunque Cancun, alloggiamo presso l’Hotel Radisson Hacienda, un 4 stelle molto carino e non troppo caro( 26 euro a testa per notte). Che dire di Cancun? Non è Messico! Non è altro che una colonia americana, alberghi di dimensioni spropositate, mille luci, mille suoni, fiumi di alcol ! 12/13/14.07.06 Oggi inizia la nostra vera e propria avventura, verso le seis de la manana partiamo per Merida con l’autobus della UNO ( categoria di lusso, come in businnes in aereo, anzi meglio...). Non sappiamo ancora dove alloggeremo ,ma la nostra bibbia ( lonely planet) ci indica l’Hotel Dolores Alba come un bel posticino a prezzo contenuto. E così è!! L’hotel è vicino al Zocalo della città ( la piazza centrale), è pulito, e molto caratteristico, si spendono 650 pesos a notte in due( pari a 45 euro), non sono proprio pochi , ma Merida e una città abbastanza grande e si paga la vicinanza al centro.

Da Visitare sono le varie Chiese del centro, la Cattedrale, il Palazzo del Governo. Ma soprattutto è da vivere il contatto con la gente del posto. Infatti nonostante Merida sia una meta battuta dai Tour Organizzati, noi abbiamo sempre avuto la sensazione di essere gli unici europei a girare per le strade! Non ci è sembrata una città pericolosa, anzi, i messicani sono uomini d’altri tempi, gioiosi, gentili, generosi e senza secondi fini. Ci siamo innamorati di questa gente e soprattutto di questa città.

I giorni successivi abbiamo visitato le zone archeologiche facilmente raggiungibili da Merida: Uxmal, Kabah, Chichèn Itzà. Ci mancava il fiato davanti alle costruzioni così immense! Inoltre abbiamo avuto modo di conoscere e parlare con persone di etnia Maya, che hanno anche tentato di insegnarci qualche parola nella loro lingua! 15/16.07.06 E ora si cambia aria! Ci aspetta il golfo del Messico. Infatti siamo diretti a Campeche , la città dei pirati! Ci arriviamo dopo 4 ore di autobus.

Campeche è veramente graziosa, coloratissima, molto pulita e con un cielo di un azzurro, da visitare non c’è tantissimo, ma i piccoli musei che si trovano in corrispondenza delle porte del forte sono carini e caratteristici. Ottimo il cibo! L’unica macchia nera del soggiorno campechiano è proprio l’albergo in cui alloggiamo per due notti, ossia l’hotel America. Evitatelo! 17/18.07.06 Oggi lasceremo il Golfo del Messico per inoltrarci in una delle parti più affascinanti e misteriose del paese: il Chiapas.

La nostra prima meta in questo stato è Palenque, dove visiteremo le rovine e la giungla.

Arriviamo a destinazione dopo ben 6 ore di autobus, il viaggio però passa velocissimo perché il paesaggio è stupendo: distese infinite di giungla, paesini maya uno dietro l’altro, cielo azzurrissimo... una gioia per lo spirito! Arriviamo all’hotel Mision Palenque alla sera, e l’accoglienza é degna delle sue cinque stelle ( prezzo 1100 pesos a notte in due, circa 80 euro. Un po’ caro , ma dopo lo schifo dell’hotel America necessitavamo di un po’ di comodità...). L’hotel è proprio in mezzo alla giungla e ciò risulta essere mooolto suggestivo

  • 117 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social