Un'isola da scoprire

Siamo partiti il 31 luglio da Milano Malpensa con un volo di linea “Air Mauritius”. L’aereo era nuovo e tutta la durata del viaggio è stata piacevole, comprese le assistenti di volo, molto gentili e vestite diversamente con abiti tipici ...

  • di Cu
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Siamo partiti il 31 luglio da Milano Malpensa con un volo di linea “Air Mauritius”.

L’aereo era nuovo e tutta la durata del viaggio è stata piacevole, comprese le assistenti di volo, molto gentili e vestite diversamente con abiti tipici mauriziani.

Dopo 9 ore siamo arrivati nell’isola e ci ha accolto subito un temporale, dopo 1 ora di pulmino siamo giunti al Hotel “La Plantation” che si trova a nord ovest dell’isola.

L’hotel è bellissimo, i ristoranti ottimi ma la spiaggia purtroppo non rispecchia lo standard dell’hotel...È piccola e non c’è la sabbia bianca ma il corallo secco e sassolini. Per questo motivo abbiamo cominciato a girare in taxi per tutte le spiagge pubbliche dell’isola.

La più bella in assoluto è Flic en Flac verso sud, spaziosa e con una distesa immensa di sabbia bianchissima. Ci sono anche le spiagge di Mont Choisy (molto bella ma d’agosto è presa d’assalto dai bambini a casa da scuola che giocano a calcio e fanno pic nic) e Pereybère (a nord, molto piccola e dopo le 10 invivibile per via dell’afflusso di turisti e locali che vi si recano essendo l’unica spiaggia nei dintorni). Un’altra spiaggia molto bella, ma altrettanto turistica, è quella all’Ile auf Cerfs. Il mio consiglio è di recarsi col taxi e non con gite organizzate da tour operator o hotel, perché si risparmia la metà e quando arrivate sull’isoletta non soffermatevi alla prima spiaggia che vedete (anche se è bellissima), camminate per un po’ dentro la pineta e scoprirete spiaggette più isolate e soprattutto più vuote.

Un’altra gita che consiglio è “Il tour du Sud” sempre accompagnati col taxi, si vede Troux auf Cerfs (il cratere di un vulcano spento), Grand Bassin (un lago sacro agli induisti meta di pellegrinaggio durante tutto l’anno), Chamarel (un pezzo di terra che è di 7 colori diversi..Veramente), Caselà (un parco naturale dove ci sono gli animali in gabbia e liberi e dove c’è la possibilità di fare il safari con i quode).

Dopo 10 giorni di girovagare, senza mai stare in hotel per via della spiaggia e del mare non tanto bello, abbiamo deciso di cambiare hotel e ci siamo spostati all’hotel Ambre (della stessa catena del nostro ma sito dalla parte opposta dell’isola a “Bella Mare”) e qui ci siamo.. Un vero paradiso, tranquillo, spiaggia lunghissima e l’acqua del mare trasparente.

Lo standard dell’hotel non era alto come l’altro (comunque buono) ma la spiaggia ricompensava il tutto...Così abbiamo passato i restanti 10 giorni in hotel, a mangiare aragosta e a vedere gli spettacolini serali a parte l’ultimo giorno che siamo andati a prendere l’aperitivo all’hotel più bello dell’isola “Il Prince Maurice” veramente bello e costoso...

Durante i primi giorni siamo stati un paio di sere alla cittadina di Grand Baie..Niente di che, molto turistica ed italiana famosa per i suoi bars e casinò; a Port Luis, la capitale, molto caotica ed è veramente nelle giornate lavorative il fulcro dell’isola.

L’esperienza più bella è stata una serata passata in casa da una famiglia mauriziana (del nostro taxista) a mangiare e ballare (il “Sega” il loro ballo nazionale) per il compleanno di sua nipote fino alle 2...Sono una popolazione gentile, cordiale e molto ospitale. Ci siamo trovati in mezzo a 50 persone ...Gli unici turisti...Ma è stata un’occasione per vedere come sono veramente e poi ci siamo divertiti..Loro hanno continuato fino alle 8 del mattino..

Concludendo in 3 settimane è piovuto abbastanza, ma, a parte 2 giorni, la pioggerellina era di breve durata nell’arco della giornata. Adesso a Mauritius è inverno e la temperatura non oltrepassa mai i 30° di giorno e di sera è abbastanza freschino, ma non è per niente umido. L’acqua del mare è fredda soprattutto dalla parte nord-ovest, i mauriziani preferiscono comunque questa stagione perché dicono che in estate è troppo caldo ed umido e ci sono molti acquazzoni estivi.

  • 634 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social