Mauritius on the road, tra mare e montagna

Una guida dettagliata città per città

  • di spek87
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Non avendo trovato diari di viaggio su internet, abbiamo deciso di scrivere noi una guida x Mauritius; cercheremo di descrivere in breve tutte le città che abbiamo visitato. Noi abbiamo viaggiato a Luglio, ma nonostante sia il periodo secco, abbiamo comunque trovato brutto tempo alcuni giorni. Vi consigliamo di noleggiare un'auto, ci si abitua velocemente alla guida a sinistra e comunque anche loro sono dei pessimi guidatori. Fate attenzione ai cani randagi che troverete in tutta l'isola, agli autovelox e ai numerosi posti di blocco (il livello di tasso alcoolico è più basso rispetto all’Italia).

BLUE BAY – POINTE D’ESNY: Il mare è splendido anche se l'area balneabile è molto ristretta. X godersi il vero mare bisogna fare l'escursione. Noi x 60 euro abbiamo optato x la gita che includeva snorkeling a blue bay, visita al relitto, ile des aigrettes (senza sosta), snorkeling sulla barriera corallina, cascate e sosta con pranzo all'ile des cerfs. Nel weekend é abbastanza affollato in quanto la popolazione locale passa il tempo qui tra picnic e musica. Ristorante consigliato chez maria

MAHEBOURG: è la città principale di questa parte dell'isola, non c'è nulla da visitare ma può essere utile per acquisti di prima necessità

CHAMAREL: paesaggio veramente spettacolare, ci si addentra nella foresta, per noi è stato un po’ deludente in quanto speravamo di farci un bel trekking invece l'ingresso alla cascata e alla terra dei 7 colori è un percorso obbligato in auto e l'ingresso costa 200 rupie a persona. Nonostante questo la cascata è immensa e si ha una vista veramente unica, la terra dei 7 colori è molto particolare e include un ricovero x tartarugone. Di fronte all'ingresso del parco si trova il museo dell'illusione ottica molto simpatico (the curious corner). Poco distante si trova anche la Rhumerie De Chamarel, descrivono come producono il rhum e alla fine del tour fanno assaggiare tutti i tipi di rhum che producono.

SOUILLAC: piccolo paesino. Da vedere solo gris gris beach, spiaggia bianca e mare bellissimo, peccato che era ventoso e il mare non permetteva il bagno in quanto c’era molta corrente. Vicino a questa spiaggia c’è la roche qui pleure, facile da raggiungere perché ci sono varie indicazioni per il parcheggio; lasciata la macchina bisogna attraversare una piccola pineta che sbuca su un promontorio dove si trova questa roccia. Vicino a souillac c'è la vanille, piccolo zoo ben tenuto con coccodrilli, tartarughe giganti di terra con cui interagire e altri animali

BEL OMBRE: noi abbiamo visto solo resort. Tra souillac e bel ombre c'è una bellissima spiaggia pubblica con pineta dove fare snorkeling (non si trova sulla strada principale ma bisogna svoltare ad una rotonda, cmq è segnalata da cartelli). Questo è l’unico posto che abbiamo trovato dove è possibile fare snorkeling senza dover uscire in barca (e abbiamo visto anche il pesce palla)

BAIE DU CAP: bellissimo promontorio. Verso le morne c'è una spiaggia dove fare foto a tramonti spettacolari

LE MORNE: l'area intorno e sulla montagna è privata, una riserva di caccia ai cervi, per andare in cima a le morne è necessaria una guida e costa 1500 rupie a testa (ci hanno detto che l’ultimo pezzo di sentiero è una via ferrata quindi bisogna essere preparati). La costa si alterna tra spiaggia pubblica e resort. Il mare ovviamente è bellissimo, non è delimitato da boe e diventa subito profondo infatti alcune barche viaggiano anche vicino a riva, la parte occidentale è quella più ventilata e adibita a wind e kitesurf; il vento è costante e presente tutti i giorni, l’unico posto dove si può trovare il mare leggermente increspato

LA GAULETTE: tutto il mare è adibito a porto pero è un'ottima base per spostamenti nella zona. Da qui partono le escursioni x ile des benetiers e avvistamento delfini (noi li abbiamo visti e fatto anche il bagno assieme). Ci hanno garantito che si avvistano ogni giorno ma non tutte le barche danno la possibilità di tuffarsi in mare

BLACK RIVER NATIONAL PARK: abbiamo fatto il percorso che parte da gorges pointview (black river peak), 4 ore di cammino a/r, sentiero molto fangoso, possibilità di avvistare animali; noi ci siamo trovati in mezzo ad una famiglia di scimmie che si avvicinano senza paura probabilmente perché sono abituati ai turisti. Oltre alle scimmie si possono avvistare pappagalli, cervi, cinghiali e vari uccelli. L'ultimo pezzo del sentiero è da fare aggrappandosi alle corde già presenti, l’ultimo sforzo per arrivare ad un piccolo spiazzo con una panchina dove si ammira il panorama mozzafiato sulla baia di la gaulette e le morne

FLIC AND FLAC: paese molto turistico, mare bello ma spazio riservato ai bagnanti minimo in quanto delimitato dalle boe x il transito delle barche

Casela (flic and flac): zoo/ parco avventura con la particolarità di interagire con alcuni animali. Unica pecca si paga l'ingresso fisso (700 rupie) e ogni altra attività bisogna pagarla a parte e subito all'ingresso tranne l’interazione con i leoni che si può pagare sul posto

ALBION: la spiaggia libera è un porticciolo pieno di barche. Da visitare il faro, con la possibilità di salire in cima (costo 100 rupie a persona)

PORT LOUIS: città molto caotica durante le ore del mercato (5-17). Di bello da vedere il caudan waterfront con tutti i negozi e il mercato tra le vie. La sera, nella zona più turistica, ci sono sempre più poliziotti di guardia per garantire sicurezza ai turisti

BALACLAVA: paesino isolato con piccola spiaggetta di sabbia con rocce vulcaniche. Mare tranquillo e possibilità di snorkeling. Abbiamo visto che anche qui ci sono delle escursioni in barca ma non ci siamo documentati in quanto eravamo solo di passaggio e il tempo era pure brutto

POINTE AUX PIMENTS – TROU AUX BICHES: nn ci siamo fermati perchè il mare non ci sembrava niente di particolare

MON CHOISY: spiaggia lunga di sabbia, pieno di turisti e furgoncini per mangiare tutte specialità tipiche, il mare è bello e subito profondo ma sempre delimitato da boe, non ci sono coralli ma solo sabbia. Varie attivitá acquatiche e possibilità di uscite in barca sulla barriera corallina

GRAND BAIE: il paese più turistico, il centro del paese è pieno di negozi. L'unica spiaggia libera bella si trova a la cuvette, la spiaggia pubblica del paese è adibita a porticciolo. Da qui partono le escursioni per visitare l’ilot gabriel, forse l’escursione e l’isola più bella in quanto costa poco (25 euro a testa) si arriva in catamarano, la lingua di sabbia che si allunga dall’isola è spettacolare e divide la zona snorkeling (qui c’è più varietà di pesci) da quella relax dove si possono scattare foto spettacolari

CAP MALHEREUX: da fotografare la chiesetta con il tetto rosso, non è in mezzo al nulla come sembra dalle foto ma è in centro al paese. Spiaggia non molto grossa ma appartata con pochi turisti, mare molto bello

GRAND GAUBE – ROCHES NOIRES – BELLE MARE – TROU D’EAU DOUCE: le spiagge libere erano tutte spiagge con rocce laviche, sono presenti molti resort di lusso probabilmente con la spiaggia migliore

POMPLEMOUSSES: giardino botanico molto vasto, comprende numerose specie di piante, famoso per lo stagno con le ninfee giganti, a noi non è sembrato nulla di che, molte parti non erano ben curate

IN CONCLUSIONE

L’isola è splendida, la zona migliore è sicuramente il sud e tutta la costa ovest dove c’è più attività turistica. Da visitare sicuramente le isole a nord, l’isola dei cervi e blue bay

Spero sia stata utile questa breve guida per riuscire ad organizzare al meglio il vostro viaggio

BUON VIAGGIO!

  • 12310 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social