Mauritius: 10 giorni a spasso con la lemon car

La scelta di Mauritius è stata abbastanza casuale. Cercavamo una meta dove riposare al caldo senza dover troppo pensare. Mi spaventava un po’ l’eventuale banalità del luogo, con binomio mare + villaggio + all inclusive + escursioni intruppate. Abbiamo ovviato ...

  • di csanti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

La scelta di Mauritius è stata abbastanza casuale. Cercavamo una meta dove riposare al caldo senza dover troppo pensare. Mi spaventava un po’ l’eventuale banalità del luogo, con binomio mare + villaggio + all inclusive + escursioni intruppate.

Abbiamo ovviato a tutto ciò acquistando il solo volo e noleggiando un auto che ci permettesse comunque di sentirci sempre un pò viaggiatori.

La nostra scelta si è rivelata ottimale, e Mauritius ci ha accolto in tutto il suo splendore e la sua ricchezza , non solo legata alle pur famose spiagge.

SABATO 19/1/08 arrivo DOMENICA 20/1/08 Partiamo da Venezia con Emirates .Dopo 12 ore di volo più 3 di scalo a Dubai, atterriamo all’international Airport Sir See Wosagur Rmgoolam di Mauritius.

Abbiamo prenotato su internet una macchina senza che ci venisse chiesto alcun acconto o carta di credito a garanzia. Quindi quando il moretto ci ha accolto con il cartello con il nostro nome, fuori dall’aeroporto, ne siamo rimasti sorpresi.

Il contratto viene stipulato manualmente seduti in macchina nel parcheggio. Paghiamo l’intero importo del noleggio cash (eur 250 per 10 giorni) e prendiamo possesso della nostra macchinetta, una Hyundai Atos giallo limone , grande poco + di una scatola di tonno, con guida a sinistra e da oggi denominata Lemon Car.

La prima fermata è a poche centinaia di metri per il pieno. La benzina costa circa 1 eur al litro.

Imbocchiamo l’autostrada verso Nord. Facciamo uno stop per comprare dell’acqua perché in poche decine di minuti abbiamo già sudato l’impossibile. Il caldo è intenso e l’umidità si fa sentire.

Deviamo in una strada laterale dove vediamo l’insegna di un bar. Improvvisamente sembra di essere catapultati in un altro paese. Indiani, strade indiane, spazzatura indiana, locale indiano, bambino indiano (ma con scarpe).

Compro una bottiglia di acqua fresca da lit 1,5 (18rm meno di 50 centesimi) e pensando di aver sbagliato continente (ma non era Africa?) proseguiamo il trasferimento verso nord.

L’aria condizionata è soft (talmente soft da non sentirsi), tanto che sono + refrigeranti i finestrini aperti.

Oggi è domenica quindi non incontriamo tanto traffico. Non piove (anche se le nubi ci fanno sempre compagnia), quindi saranno tutti in spiaggia.

Arriviamo dopo un’ora e mezzo circa a CAP MALHEUREX, all’estremo nord e ci sistemiamo in uno studio a pochi metri dal mare nel complesso Kuxville gestito da una famiglia di tedeschi.

La camera è semplice ma confortevole e abbiamo una veranda con annesso piccolo cucinotto. Si è subito in spiaggia (anche se qui è mignon) e c’è un giardino con sdraio, tavolini e alberi dove poter ripararsi all’ombra.

Mi rendo conto che dovrò sopravvivere agli animali con cui conviverò per tutto il periodo (zanzare, geki, scarafaggi, uccelli, insetti vari...), ma è caldo, è la stagione umida quindi non posso chiedere alla Natura di cambiare il suo corso per me. Sarà una lotta all’ultimo sangue ma cercherò di resistere. Intanto ho già preparato i due metri di zanzariera fai da te, con cui mi coprirò durante la notte e che diventerà la mia seconda pelle.

Ci sdraiamo all’ombra in riva al mare. E’caldo ma ventilato e dormicchiamo un po’ cercando di riposarci dopo la notte “quasi insonne” in aereo.

Nel tardo pomeriggio con la lemon car usciamo per esplorare la zona circostante.

Raggiungiamo PEREYBERE, una bella piccola baia , che oggi, essendo domenica, è invasa dai mauriziani che si godono la giornata in spiaggia, o in pineta facendo picnic con tutta la famiglia. Passeggiamo, mischiandoci con i locali e bevendo qualcosa in uno dei tavolini all’aperto

  • 5137 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Pupillo76
    , 21/10/2017 14:34
    Ciao ho letto il tuo diario molto interessante, volevo sapere dove hai noleggiato l’automobile senza carta di credito e quanto hai pagato grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social