Mauritius una seconda luna di miele

1. domenica 05/08/2007 sole Finalmente si parte; destinazione Mauritius. Sposati da ormai un anno ci concediamo una seconda luna di miele e Mauritius ci è sembrata la meta ideale. Non sapevamo ancora che cosa ci sarebbe successo, soprattutto a me, ...

  • di bestia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

1. domenica 05/08/2007 sole Finalmente si parte; destinazione Mauritius. Sposati da ormai un anno ci concediamo una seconda luna di miele e Mauritius ci è sembrata la meta ideale. Non sapevamo ancora che cosa ci sarebbe successo, soprattutto a me, ma andiamo con ordine.

Partiamo da Bologna, scalo a Malpensa e atterriamo nella mattinata di lunedì sull’isola nella parte sud - est. Tanto verde ci accoglie ma il tempo non è dei migliori, ha appena piovuto e il cielo è coperto da grossi e cupi nuvoloni; speriamo che migliori. 2. lunedì 06/08/2007 nuvoloso prima disgrazia la mia valigia non è arrivata, quindi facciamo la denuncia passando anche per la dogana; dopo un tempo interminabile e stanchi morti partiamo con un taxi per l’albergo dall’altra parte dell’isola a nord, nella zona di Grand Baie, la “costa azzurra dei Mauriziani” (almeno così dice la guida). In un’ora di auto arriviamo a destinazione ormai è già metà mattinata, tempo di sistemare la valigia superstite e raggiungiamo la ragazza del tour operator per l’accoglienza del caso, ormai è sera. Si perché in agosto qui è inverno e quindi il sole tramonta presto verso le 18 e alla sera è fresco; consiglio qualche maglia a maniche lunghe o maglioncino in questo periodo – sull’isola è inverno essendo nell’emisfero sud – sotto all’equatore.

Una delle prime cose che ci hanno detto è stata di fare attenzione a chi propone escursioni al di fuori dei tour operator; perché non sicure e non coperte da assicurazione però vedendo i loro prezzi siamo rimasti un po’ male; erano molto alti – vedremo cosa fare... .

3. martedì 07/08/2007 sole/nuvolo.

La mattina non comincia molto bene; il sole va e viene – ma ci hanno spiegato che qui il tempo varia molto velocemente e ce ne siamo accorti: da una leggera pioggerellina si passa in pochi minuti dal nuvoloso al sole forte. Oggi ce la siamo presa comoda; vita da spiaggia e tanto relax. Siamo ancora sotto l’effetto di un mezzo jet leg, visto che ci sono due ore di differenza in più rispetto all’Italia e noi siamo ancora imbambolati. Esploriamo la spiaggia dell’albergo; è molto ben attrezzata ombrelloni di paglia, sdraie con materassini, sabbia bianca e fresca, ma soprattutto una splendida laguna, acqua calma e azzurra; e poi i camerieri sempre pronti a soddisfare ogni tua richiesta: questa è vacanza. Ma non solo relax, dobbiamo pensare a cosa fare: escursioni fai da te o tour operator ???. In spiaggia come ti sistemi vieni assalito da venditori di parei, collanine, magliette e escursioni – proprio quello che cercavamo.

Ci affidiamo ad una signora con un gran sorriso, che parla sia francese che inglese e prenotiamo con lei l’escursione ALL’ISOLA DEI CERVI – per intenderci quella più pubblicizzata; quasi il logo di Mauritius. Prenotiamo per venerdì 10 agosto, con una caparra di euro 30 – anticipo dei 60 euro totali; contro i 140 proposti dal tour, entrambi con pasto e bevande comprese (primo risparmio di euro 80- beh cominciamo bene) Per ora abbiamo pensato di fare una prova generale poi se andrà bene; potremmo fare anche il bis, chissà... Al rientro in albergo dalla spiaggia ci balena in mente un’idea : il taxi come mezzo di trasporto per esplorare le bellezze dell’isola. In effetti nella hall vi erano dei pieghevoli pubblicitari con vari tour preconfezionati a prezzi stabiliti. Infatti i taxi dell’isola non hanno tassametro ma tariffe pre-stabilite così hanno eliminato la concorrenza; che bella idea si dovrebbe portarla in Italia !! e se si può adattare un tour alle proprie esigenze ? Chiedo ad un tassista il quale mi risponde con il motto isolano : no problem ! stabilito il prezzo, concordo l’itinerario – studiato da me, e prendiamo appuntamento per l’indomani alle 9 di mattina davanti all’albergo; speriamo... oggi abbiamo azzardato troppo

  • 1317 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social