Mauritius

Siamo partiti da Milano il 19 Settembre 2006. L’aereo ha preso il volo verso le 23 di sera ed è atterrato alle 12 circa de Mercoledì 20 Settembre. Il tempo non era dei migliori e, almeno personalmente, sapevamo di non ...

  • di Toschi1982
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Siamo partiti da Milano il 19 Settembre 2006. L’aereo ha preso il volo verso le 23 di sera ed è atterrato alle 12 circa de Mercoledì 20 Settembre. Il tempo non era dei migliori e, almeno personalmente, sapevamo di non trovare dei giorni caldi e soleggiati. Il viaggio dall’aeroporto al villaggio è stato rapido e senza nessun problema. Il villaggio (***NO PUBBLICITà***) si è presentato semplice e riservato, molto calmo e rilassante. In villaggio, dopo una breve spiegazione e un pranzetto veloce siamo andati in camera a cambiarci e a lasciare le valige.

Subito abbiamo fatto l’incontro con , del tour operator ***NO PUBBLICITà***, e subito abbiamo prenotato alcune escursioni interessanti, anche se non è propriamente consigliato visto le cifre.

Il primo giorno lo abbiamo passato in spiaggia. Dalla piscina si arriva in spiaggia attraverso alcuni scalini rocciosi. La parte privata è in erba con alcuni ombrelloni e di fronte c’è una lingua di sabbia prima di arrivare all’acqua. La sabbia non è propriamente splendida, un pò corallina e grossa mentre l’acqua era gelida (settembre è come se da noi fosse maggio/giugno cioè fine della primavera). Comunque è assai difficile fare il bagno di fronte all’albergo per via di rocce e ricci di mare. In ogni caso, facendo 2 passi verso destra si arriva sulla baia di blue bay dove l’acqua è quasi totalmente priva di “pericoli”.

Sfortunatamente il sole, in quel periodo, tramonta alle 18 e quindi siamo rimasti poco in spiaggia. Risaliti nella parte del bar siamo rimasti a fare 2 chiacchere con 2 ragazzi conosciuti poco prima.

Dopo una doccia rinfrescante e un riposino siamo scesi in ristorante per cenare. I pasti sono buoni e non ci possiamo lamentare, a differenza di altri racconti letti.

Le serate, invece, sono abbastanza noiose perché il villaggio è privo di animazione. A dir il vero ogni sera, sul palco, si presentano svariati cantanti che strimpellano fino alle 23. Fortunatamente abbiamo conosciuto altri ragazzi e quindi tra grosse bevute, partite a carte e storielle comiche ce la passavamo.

Giovedì 21/09/06 La mattina, dopo una buona colazione, io e la mia ragazza abbiamo preso un taxi fuori dall’albergo, destinazione nord dell’isola. Il tassista, premuroso e gentile ci ha fatto da guida portandoci prima in una fabbrica di vestiti griffati e poi ad osservare templi e paesaggi incantevoli attraverso l’isola. Dopo circa 2 orette di macchina (ci vuole 1 ora e 15 circa per attraversare l’isola) siamo scesi a Mont Choisy, definita da molti la più bella spiaggia dell’isola. Dopo i primi 10 minuti di cielo variabile è spuntato fuori un forte sole che, a dispetto del periodo, scottava veramente tanto. La sabbia è bianca e fina come il borotalco, il mare è splendido nella sua variazione di colori. A differenza delle altre spiagge questa è parecchio lunga e animata da venditori di ananas e gelati. Dopo un paio d’ore, nelle quali il tassista è rimasto rigorosamente ad attenderci senza nessun problema, siamo partiti alla volta di Gran Baie e Perybere. Gran Baie è la parte più animata dell’isola dove ci sono diversi negozi e locali notturni, però priva di una vera spiaggia. Perybere è invece conosciuta per la sua spiaggia, anche questa con acqua splendida e sabbia fine ma molto affollata. Dopo aver mangiucchiato dei lamponi zuccherati, acquistati in spiaggia, siamo ritornati sulla via del ritorno. Lungo la strada però, ci siamo fermati ai giardini botanici Pamplemousse. Assieme alla nostra simpaticissima guida abbiamo scoperto una miriade di piante e alberi davvero buffi e strani. Il giro è stato breve visto l’ora tarda: le 16:45!!!! Infatti i Mauritiani sono abituati, come più volte spiegatoci, a staccare presto per poter essere a casa in tempo per vedere un soap-opera!! In effetti il tassista ci ha chiesto un mancia visto che siamo tornati verso le 18! Strani! Comunque siamo stati contenti del tassista e di aver visto le spiagge sopra citate e il giardino botanico

  • 266 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social