Matera e tanto altro

Tra Puglia e Basilicata in cerca di arte e buona tavola

  • di girovaga54
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 7
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Un viaggio in Italia, dopo tanti anni di esterofilia. E avendo visitato più volte il Nord, che c’è di meglio di una puntata in Basilicata e Puglia, ricche di siti UNESCO, di buon cibo e tanta cordialità?

MERCOLEDÌ 31 MAGGIO

La prima tappa del nostro viaggio sarà Matera, capitale della Cultura nel 2019, consigliata da tutti gli amici che ci sono già andati e che se ne sono innamorati. Decidiamo di andare in treno fino a Bari e da lì noleggiare un’auto. Così partiamo da Roma Termini con il Frecciargento 8303 delle ore 08:05 e arriviamo comodamente a Bari in perfetto orario alle 12:04. Ci avviamo subito verso Via Luigi Recchioni, vicinissima alla stazione, dove c’è la filiale della Hertz per il ritiro dell’auto già prenotata, non senza prima esserci rifocillati con una golosa focaccia pugliese in un locale vicino all’agenzia. Ci assegnano una Peugeot 308 SW, comodissima per noi che siamo in quattro ed avremo un altro passeggero solo al ritorno.

Prima di raggiungere Matera, in un’ora circa siamo a Castel del Monte, il famoso maniero di forma ottagonale voluto da Federico II di Svevia. Si arriva in un grande parcheggio dove si lascia l’auto al costo di € 3,00 e si sale su un bus navetta (€ 1,00 a persona a/r) fino al castello. La costruzione, isolata su una piccola altura, è veramente imponente ed altrettanto inquietante, tanto è vero che ancora oggi non se conosce la destinazione d’uso per cui fu costruito. Comunque, il colpo d’occhio della sua pietra bianca o rosa, a seconda della luce nelle varie ore del giorno, è notevole. L’ingresso al castello costa € 10,00 a persona a cui si può aggiungere il costo di € 5,00 per una guida. Noi non ne abbiamo usufruito e questo è stato sicuramente un errore, perché gli interni del castello, apparentemente spogli e tutti uguali, racchiudono invece una forte simbologia e ogni ambiente presenta una particolarità che sfugge al profano.

La nostra meta è ora l’agriturismo Tempa Bianca (www.tempabianca.com), in località Rifeccia, immerso nella campagna a pochi chilometri da Matera. L’agriturismo è fantastico: una grande masseria bianca con stanze veramente ampie, fornite ciascuna di terrazzo e bagno nuovissimo. Ci assegnano la camera 2, tutta nei toni del bordeaux. Completa la location una grande sala da pranzo a volte in mattoni, un porticato dove si serve la colazione al mattino e che si affaccia sulla piscina e sul bosco circostante.

Ci riposiamo un po’ e poi siamo già pronti per un primo assaggio di Matera: sono già le 19:00 quando parcheggiamo, con un colpo di fortuna, nella centrale Via Lucana, l’arteria principale della città, a pochi passi dai famosi “Sassi”, che ci permette di essere praticamente già in Piazza Vittorio Veneto e da lì scendere nel Sasso Barisano, uno dei due “quartieri storici” della città vecchia. Che dire? Semplicemente affascinante, indescrivibile a parole, da gustare camminando attraverso i vicoli, le piazzette, i belvedere. Visitiamo una Casa Grotta (ingresso € 2,00 a persona), in Via Fiorentini n. 251, che ricostruisce la vita nei Sassi prima della famosa bonifica in tempi mica tanto lontani da noi: uno stanzone con le pareti di pietra e senza altre vie di aereazione se non la porta di accesso, privo di servizi igienici, dove vivevano famiglie numerose in promiscuità con i propri animali (asini e maiali), essenziali per il loro sostentamento. Si è fatta l’ora di cena, perciò riemergiamo dal Sasso Barisano e torniamo in Via Lucana n. 48 per cenare alla Trattoria “Lucana”, già prenotata in anticipo: gustiamo piatti tipici (orecchiette alle cime di rapa, cicoria e fave) al prezzo di € 21,00 a persona

  • 16399 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social