Matera con le "rotelle"

Nella città dei sassi

  • di ROTEX
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Non molto lontano dal Salento o meglio dalla Puglia vi è la Basilicata, terra che non conosco per nulla, da tempo sento parlare di Matera: la città dei sassi.

La terra rossa della Puglia si trasforma nella terra grigia della Basilicata, secca e grulla ma proprio questo suo non colore la rende unica, prima di arrivare a Matera saliamo sulla collina in cui sorge Montescaglioso, piccolo borgo con l’abbazia benedettina di San Michele, lì vi accoglierà con gioia ed entusiasmo la “custode” che con fervore vi aprirà le porte… beh forse la signora non è così entusiasta, anzi… ma vi assicuro che vedere la sua flemma vale più di un cinepanettone. La vista da Montescaglioso è impagabile e le rotelle con qualche spinta qua e la ce possono fare a visitare il centro storico, di certo non ci sono scivoli o rampe che facciano entrare nell’abbazia o altro. Certo avevo visto molte foto, avevo sentito commenti entusiastici e le mie aspettative erano alte…

E Matera non mi ha deluso sin dall’inizio, sin dal primo scorcio che si ha dalla piazza centrale, ma dall’altra parte non può farlo, è uno di quei posti che hanno una personalità troppo per farlo.

Eventualmente puoi non sentirti a tuo agio, può non piacerti ma di certo non ti lascia indifferente è un luogo che te lo ricordi che ti rimane in mente.

La sensazione che ho avuto è quella del “non luogo”, di essere proiettato in un mondo senza tempo e senza localizzazione, uno dei quei posti che senti freddo ma anche caldo, in cui non sai se è più bello di giorno oppure di notte, che vorresti restare lì per sempre ma anche scappare subito.

Affacciato sul canyon mentre poco alla volta le luci del tramonto lasciano il posto a quelle delle città avevo l’impressione di essere su un altro pianeta, di ammirare un paese "fandastico" a me sconosciuto o di assistere alla rappresentazione di un enorme presepe.. tutto poteva apparire tranne che fosse reale….

Matera, per me, resta un “non luogo” tra realtà e fantasia, tra passato e futuro…

Ma è anche un posto per nulla accessibile e per farlo bisogna avere l’aiuto di un accompagnatore, di un amico, di qualcuno che ti vuole bene che ti aiuti, a Matera come in altri luoghi non bisogna mai dimenticare che molte volte senza l’aiuto degli altri non riusciremmo nemmeno ad uscire di casa….

Foto di Vito Raho

Http://rotex.myblog.it/

  • 1882 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. StreetLife Camera
    , 6/6/2013 22:17
    Un punto di vista differente aiuta ad aprire la mente. Il pensiero del non luogo...hai centrato appieno!!!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social