Diario di viaggio - Marsa Alam

Splendido reef, dolcissimi amici, tanto buon cibo e una splendida cultuta. Tutto questo è Marsa Alam.

  • di secretly
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

MARSA ALAM

(01 agosto 2009 – 15 agosto 2009)

Ciao, Il mio nome è Sarah e questo è il mio viaggio per caso a Marsa Alam. Verso il 25 – 26 di luglio vado in agenzia di viaggi alla ricerca di una buona vacanza. Spiego che la Grecia non è tra le mie destinazioni preferite e che mi piacerebbe Andare in Egitto. Vediamo insieme qualche preventivo per Hurghada, Sharm el Sheik e il Cairo e troviamo molte offerte allettanti. Prendo i nomi dei villaggi per farli vedere anche ad Alessandro il mio fidanzato e saluto. Due giorni dopo ci ritorno di nuovo chiedo, dopo aver visto un documentario, se c’è qualche offerta per Marsa Alam. La ragazza mi dice che con i soldi che abbiamo possiamo andare due settimane a Marsa e in due resort diversi: il kahramana Garden Resort e il Blu Reef. Detto fatto! Prenotiamo la sera stessa e, emozionati come non mai, iniziamo a cercare maschere e pinne, costumi, parei, creme solari e spazzolini per il viaggio. Arriva presto il giorno della partenza e alle 11:00 siamo davanti al Terminus hotel in attesa che il pullman ci porti a Roma Fiumicino dove prenderemo il volo Blu Panorama che ci porterà all’aeroporto di Marsa Alam. Nel pullman conosciamo tre ragazze che non hanno idea di quale sia il loro volo per Madrid anche perché sui loro voucher, strano ma vero, non c’è scritto niente. L’autista ci accompagna a Fiumicino fino al nostro terminal, ci augura buon viaggio e ci saluta. Atterriamo all’aeroporto di Marsa alle 22:00 circa, prendiamo il bus che ci aspetta per andare al kahramana Garden e attraversiamo Port Galib. Questa è una zona lussuosa dedicata agli amanti della navigazione, ai giovani e alle famiglie dove si può trovare una meravigliosa barriera corallina ,un campo da golf , tanti negozi e al centro una meravigliosa laguna. Arriviamo al resort ci fanno cenare e ci accompagnano in camera. le camere al piano di sopra si trovano lungo una balconata di legno che da sulla piscina e sul bar ma è troppo buio e non si vede il panorama. La nostra si presenta molto carina, con quadri colorati e comodini di vimini. Dal balcone si vede il laghetto artificiale col ponticello che permette di attraversarlo e il giardino. Disfiamo velocemente le valigie e ci mettiamo a guardare un po’ di TV prima di andare a dormire. È mattina. È il primo giorno qui a Marsa e ci svegliamo per andare a fare colazione. Quando siamo pronti usciamo dalla camera e davanti a noi troviamo alla luce del sole le dune del deserto che ci danno il buongiorno. Meraviglioso! Andiamo a fare una ricca colazione e ci dirigiamo verso il mare. Prima però andiamo a prenotare l’escursione per Luxor (ex Tebe) e la Valle dei Re. Per accedere alla spiaggia si può passare sotto un’arcata o si può salire una piccola scala di pietra. Noi prendiamo la scala e, arrivati in cima, vi troviamo un mare spettacolare dai mille colori che vanno dal celeste al turchese dal verde al blu profondo. Subito sento che trascorreremo una vacanza bellissima e che questo è il posto migliore dove rilassarsi e stare insieme. Marsa Alam si trova a circa 250 km a su di Hurghada quasi al confine col Sudan. Le sue spiagge sono di sicuro le più incontaminate d’Egitto e la sua barriera corallina è ancora completamente intatta. Il suo entroterra è ancora inviolato poiché non aggredito dal turismo di massa. Ci accorgeremo presto di quanto l’Egitto sia una terra calda e carica di colori. Arriviamo in spiaggia e arriva subito un ragazzo che fa parte dell’animazione il quale Si presenta con un passo di M. Jackson. Cosa? Lo salutiamo andiamo alla ricerca di un paio di lettini, ma sono tutti presi ormai. Fortunatamente Alessandro ha indossato il costume del Napoli Calcio e due ragazzi di Napoli in viaggio di nozze che stanno per andare a pranzo ci lasciano i loro. Sono le 13:30 e in spiaggia non c’è quasi nessuno. Ci tuffiamo in acqua e incontriamo un paguro! Conosciamo una coppietta di Scafati con cui passeremo la settimana. Verso sera ritorniamo in albergo e andiamo a prepararci per la cena. Oggi non abbiamo pranzato e siamo affamati! Dopo cena ci avviamo per i negozietti con P. e M. (i due ragazzi di Scafati). Conosciamo Walid con il quale prendiamo un ottimo tè e dove acquisteremo tanti papiri. Walid è molto simpatico e parlando con lui iniziamo a capire le usanze degli egiziani, la loro dedizione per gli ospiti e la loro cordialità, poi a dormire. La mattina seguente andiamo tutti e quattro al mare ad Abu Dabbab, una spiaggia vicina,e lì prenotiamo un’escursione guidata per fare snorkeling. Scopriremo presto che poco distante dalla riva c’è un’enorme barriera corallina e tante tartarughe pronte a farsi accarezzare. Bellissimo

Annunci Google
  • 20139 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Ery81183
    , 23/6/2013 19:00
    Bel racconto,mi ha commosso..se riusciremo ad andare quest'anno spero di rivivere le tue esperienze...scusa posso chiderti quanto hai speso per il viaggio e per le escursioni?(scrivimi pure in privato se vuoi)

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social