I mille e uno colori di Marrakech

Weekend alla scoperta della città imperiale marocchina

  • di glo.travel
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Mia sorella e io partiamo alla volta di Marrakesh dall'aeroporto Orio al Serio di Bergamo venerdì 08 giugno alle 11.35 e atterriamo dopo circa 4 ore di viaggio. Considerando le 2 ore di fuso con l'Italia, le lancette segnano le 13.35. Gli accordi presi con il ragazzo della Riad dove alloggiamo prevedono che lo stesso ci venga a prendere fuori dall'aeroporto e ci porti alla Riad; tutto ciò non accade, quindi dopo un po' di attesa prendiamo un taxi (prezzo 20€ in due) che ci scarica sulla via principale nei pressi della Riad e ci dà informazioni su come raggiungere la Riad. Sulla carta tutto comprensibile, ma appena ci immettiamo nelle viuzze del quartiere veniamo subito attorniate da 3 ragazzi che si offrono di accompagnarci, nonostante il nostro disappunto.

Dopo un po', stanche di proseguire seguendo i 3 ragazzi, allunghiamo loro 5€ (per non avere storie..) ma ci continuano a dire di seguirli... Iniziamo a dileguarci e torniamo sulla strada principale dove vedo finalmente una faccia “amica”, quella del ragazzo della Riad, che avevo allertato qualche minuto prima dicendogli dell'incontro strano di qualche istante prima. Una volta accompagnate alla Riad Gallery 49 (consiglio vivamente, è perfetto per soggiornarci), appoggiamo le valigie e subito ci offrono del the alla menta, tipico del luogo.

Una volta terminato, due chiacchiere di cortesia e poi iniziamo il nostro planning del giorno, o meglio, del pomeriggio. Ci dirigiamo verso la piazza di Marrakesh, Djemaa El-Fna, un'immensa piazza che è il fulcro, il cuore pulsante della città marocchina. Lì ci accolgono bancarelle di frutta e spremute di arance da far invidia alle arance siciliane, nonché incantatori di serpenti, addestratori di scimmie e bancarelle di oggettistica locale... facciamo un rapido giro e sulla destra vediamo la torre del minareto della Moschea più famosa di Marrakesh, Moschea Koutoubia, il cui accesso non è consentito se non si è musulmani. Prendiamo la strada che ci porta alla moschea, cambiamo alcuni Euro in Dirham, due foto di rito e torniamo verso la piazza, dove da lì si estende il Souk, il mercato di Marrakesh, aperto tutti i giorni e ricco di negozi di ogni tipo. Il bello di girare in mezzo al souk è poter ammirare l'oggettistica marocchina in tutte le sue forme e colori ed essere contornati da odori che cambiano ad ogni angolo. La cosa da sapere è che i negozi tra loro si fanno poca concorrenza, e ti invitano a vedere e comprare la loro merce, questo è l'unico modo che hanno per vendere, ma occorre sapere che contrattano solo se ti vedono interessato ad un determinato prodotto.

Essere a Marrakesh durante il periodo del ramadan è particolare, la gente attende la voce del Muezzin al tramonto del sole, il quale appunto comunica la fine del digiuno giornaliero. È un periodo di preghiere fitte, moschee gremite di gente con tanto di gendarmi che non fanno avvicinare la gente non ammessa, per non recare disturbo.

Dopo il giro nel souk, decidiamo di ammirare il tramonto di Marrakesh da uno dei luoghi più celebri a livello di panorama, la terrazza del Gran Salon du Café Glacier, dove si accede solo su consumazione. Prendiamo un aranciata ognuna e aspettiamo il calar del sole, nel mentre vediamo la piazza cambiare aspetto, numerose bancarelle di cibo prendono il posto delle bancarelle di aranciate... il tutto contornato dai suoni degli incantatori di serpenti e dai tamburi dei danzatori.

Al calar del sole, la temperatura si abbassa abbastanza in fretta e torniamo verso la Riad per una doccia, ci mettiamo vestiti lunghi e torniamo in piazza dove ci fermiamo a mangiare in una delle bancarelle allestite prima: i prezzi del cibo a Marrakesh sono variabili, un cous cous alle verdure costa mediamente 40 Dirham (4€) e anche tra le bancarelle, non facendosi concorrenza, c'è questa moda di accallappiarsi il cliente gongolandolo e chiamandolo al proprio banchetto

  • 2166 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social