Marocco: emozioni da vivere

DA VEDERE: Piazza Djema el Fna DA EVITARE: Medina di Fes senza guida, anche per i piu’ avventurosi! Domenica 21/05/2006 Sono passati solo tre mesi dal nostro ultimo viaggio e siamo di nuovo con le valigie alla mano e pronti ...

  • di BETTI75
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

DA VEDERE: Piazza Djema el Fna DA EVITARE: Medina di Fes senza guida, anche per i piu’ avventurosi! Domenica 21/05/2006 Sono passati solo tre mesi dal nostro ultimo viaggio e siamo di nuovo con le valigie alla mano e pronti per partire. Il Check–in è previsto per le 11:15 ma arriviamo stranamente al terminal 2 della Malpensa con largo anticipo; Volo Neos partenza alle ore 13:35. Una nota merita il pranzo sull’aereo, uno dei migliori sino a qui trovati ( lasagne alle verdure, insalata mista con tonno, olio extra vergine d’oliva Carli, Parmigiano reggiano e tortino di fragole). Sembra banale precisare il contenuto del pasto a bordo ma non dopo averlo sognato per una settimana passata a Cous – Cous e Tajine... !!!! Atterraggio all’aeroporto di Marrakech alle 14:35 ora locale (2 ore in meno rispetto all’Italia) Il ritiro dei bagagli avviene in una stanza di 2 mq circa, all’uscita persone dall’aspetto poco rassicurante si trovano lungo un vicolo che dobbiamo percorrere prima di intravedere la sagoma della signorina “Francorosso”.

Il nostro albergo si trova a 5 minuti dall’aeroporto; è “l’Atlas Medina” in un bellissimo quartiere poco periferico, ricco di viali fioriti con roseti e palme.

Nemmeno il tempo di depositare le valigie nella stanza e subito scendiamo a vedere la Spa. Sauna, Hammam, massaggi e quant’altro ci aspettano e decidiamo dunque di rilassarci prima dell’inizio del tour dedicando 2 ore di tempo a Sauna e relax con tisana servita in un’atmosfera intima alla luce delle sole candele profumate.

La cena è alle 19:30, buffet poco ricco ma sicuramente meglio di quanto ci avrebbe atteso nei giorni successivi! Lunedì 22/05/2006 Sveglia alle 7:30, colazione alle 8:00 e alle 8:30 iniziamo la nostra prima visita di questa splendida città: Marrakech la “Città Rossa” così chiamata per l’unico colore che caratterizza le sue case, dalla Medina al quartiere residenziale. Una leggenda narra che un tempo il mondo era ricoperto da giardini lussureggianti, palmeti ombrosi e ruscelli d’acqua fresca. Un paradiso in terra nel quale gli uomini vivevano felicemente. Ma questo “Eden” non doveva durare. Gli uomini iniziarono a litigare e a raccontarsi bugie tra di loro; per punirli Allah prese a gettare un granello di sabbia per ogni menzogna pronunciata: fu così che si formò il deserto del Sahara. Un solo luogo rimase verde e fiorito come un tempo; è li che venne fondata Marrakech. La visita di questa città inizia dunque dagli splendidi giardini della Menara un luogo non solo per turisti ma angolo di verde in cui gli abitanti di Marrakech amano ritrovarsi per passare qualche ora all’ombra di palmeti a fare pic-nic. Dopo aver passeggiato per un’po’ ci dirigiamo verso il centro della città. Giungiamo al Museo Dar si Said, nel quale sono raccolti strumenti della tradizione popolare marocchina, passiamo attraverso strade pittoresche che raccontano la vita quotidiana di un popolo sicuramente lontano dal nostro modo di vivere. Curiosa ai nostri occhi la vista di una macelleria “tipica” presso la quale la gente della Medina si reca ad acquistare. Inimmaginabile poter pensare che per gli abitanti di Marrakech (ma scopriremo poi di tutto il Marocco) sia assolutamente normale comprare carne accompagnata da grosse mosche che la avvolgono come un’impanatura... Beh sempre di carne si tratta!!!! Non saremo noi troppo schizzinosi?. Percorriamo altri vicoli e giungiamo al palazzo Bahia; all’interno si trovano decori, fontane e giardini favolosi... Questo è il Marocco! La mattinata si conclude con la visita delle tombe saadiane. Riusciamo in tranquillità a vedere la prima stanza, ma davanti a quella piu’ caratteristica, raffigurata su tutte le riviste di viaggio, c’è una coda lunghissima... che fare? Ci mettiamo in coda per scattare una foto veloce e via..

  • 2350 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social