Marocco, un viaggio autentico

Itinerario di due settimane alla scoperta di un Paese straordinario

  • di I viaggi di Ines
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Scegliere il Marocco come meta delle vacanze estive vuol dire avere coraggio. Essere pronti non solo ad immergersi in un altro mondo e in un’altra cultura, ma soprattutto ad affrontare temperature superiori ai 40°, in alcune zone. Proprio a causa del caldo ho abbandonato l’idea del deserto, della notte in tenda sotto il cielo stellato e della cammellata tra le dune dorate. Dicono sia un’esperienza fantastica, imperdibile. Se avrete occasione di visitare il Marocco in primavera annotate di passare da Merzouga e di farvi portare a Erg Chebbi. Se invece, come me, potete concedervi un paio di settimane consecutive solo in estate, ecco alcuni suggerimenti per un percorso che alterna città e mare, mercati e spiagge.

CONSIGLI PRATICI

DOCUMENTI E SALUTE: per i viaggi turistici di durata inferiore ai 90 giorni al momento non è necessario il visto, ma solo il passaporto. Non sono richieste vaccinazioni obbligatorie. Il Marocco in alcune occasioni metterà a dura prova il vostro stomaco per i forti odori e profumi, per le strade tortuose ed irregolari, per il cibo speziato che potrebbe provocarvi qualche disordine intestinale. Siate pronti a tutto e portate i farmaci adeguati. Non lasciate che qualche piccolo imprevisto vi rovini la vacanza!

VALUTA E PAGAMENTI: la moneta utilizzata in Marocco è il Dirham (MAD). Nessuna banca potrà convertire il vostro denaro prima della partenza. La soluzione migliore è portare con voi parecchio contante e farlo cambiare una volta arrivati a destinazione. Non dimenticate la carta di credito per i pagamenti più consistenti (hotel / ristoranti).

TRASPORTI: come sempre prenotare in anticipo permette di risparmiare sui prezzi dei voli e di alcuni viaggi in pullman e/o treno. Se come me sceglierete di utilizzare gli autobus (consigliati vivamente dopo aver visto la guida marocchina e il caos delle grandi città), potrete fare riferimento a CTM e SUPRATOURS: offrono un ottimo servizio anche nella gestione dei bagagli. CTM permette di acquistare online, scegliendo anche i posti. SUPRATOURS invece consente l’acquisto dei biglietti esclusivamente in loco. Vista la grande affluenza consiglio di mettervi in fila alla prima biglietteria che troverete appena arrivati in Marocco e di premunirvi dei titoli di viaggio che vi serviranno durante la vostra vacanza. In ogni caso dovrete presentarvi mezz’ora prima in stazione per registrare il bagaglio. Il trasporto ferroviario (ONCF) attualmente è disorganizzato a causa dei lavori in corso sulla nuova linea di Alta Velocità. Non stupitevi se il vostro treno dovesse subire ritardi o essere cancellato. Visitate il sito delle Ferrovie per tutti gli aggiornamenti in tempo reale, per controllare gli orari e per eventualmente acquistare i biglietti.

STRUTTURE RICETTIVE: organizzarsi prima vi permetterà di poter scegliere le strutture più belle in cui soggiornare. Date la priorità ai Dar e ai Riad, bed & breakfast ricavati nei tipici palazzi mosaicati e decorati all’interno delle Medine. Sono le strutture più autentiche. Verrete trattati con cura, coccolati e viziati con colazioni abbondanti a base di prodotti freschi e genuini.

ACCOGLIENZA: il Marocco vive anche grazie all’industria del turismo. Molti marocchini sono ospitali, mentre alcuni vedono il turista come una “gallina dalle uova d’oro” e, a volte, capita che se ne approfittino chiedendo ricompense economiche persino per dare indicazioni stradali. Fidatevi, ma non troppo. Cercate di essere autonomi, per quanto possibile. Se capite le intenzioni del vostro interlocutore sinceratevi prima del prezzo oppure rifiutate con fermezza

  • 17370 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social