In giro per lo splendido Marocco: 11 giorni tutti auto-organizzati

Vacanza on the road da Marrakech a Fes, passando per la valle del Dades, le gole del Todra e il deserto di Merzouga

  • di Tdccap
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Viaggio tutto auto-organizzato prendendo spunto da diversi diari di viaggio e da altre info recuperate da viaggiatori “navigati” sul web, oltre alla nostra immancabile Lonley Planet

L’obiettivo di questo diario è quello di mettere a disposizione di altri utenti come noi la nostra esperienza, sperando possa essere utile per l’organizzazione della propria vacanza, senza però entrare in troppi dettagli …ognuno vivrà i propri!

Premetto che io e il mio fidanzato in vacanza non ci risparmiamo mai… maciniamo sempre molti km e ci diamo un gran da fare per scoprire e vivere più cose/esperienze possibili.

Si astengano quindi dalla lettura i non attivi! J

Alcune “info di servizio” prima di entrare nel vivo del viaggio.

Volo. Comodissimo volo con Ryanair da Cuneo a Marrakech diretto. Durata: 3.5 ore. Spesa: 78 eur p/p andata/ritorno.

Auto. Dopo diverse ricerche sul web ci siamo affidati a Najim Car a Marrakech. Compagnia affidabilissima (segnalata anche da Routard) con agenzia in Av. Mohamed V (la strada principale della città nuova, appena fuori dalla Medina). Auto in ottimo stato (Dacia Logan con aria condizionata) ed economica rispetto ad altre compagnie (23 € al giorno con Km illimitati, assicurazione totale e doppio guidatore). Prenotazione via mail lasciando i propri dati ma senza nessun anticipo sull’importo del noleggio che viene saldato (anche in euro) in loco alla consegna dell’auto. È necessario solo avere all’atto del ritiro una carta di credito (non prepagata) che viene “strisciata” come cauzione ma senza prelievo di denaro. Il personale è gentilissimo. Forniscono servizio di transfer gratuito dall’aeroporto alla agenzia o come nel nostro caso alla Medina e vv. Siamo infatti arrivati a Marrakech la sera del 20/8. Ci hanno accompagnato alla Medina e ci hanno consegnato lì l’auto il 22/8 mattina, giorno dal quale partiva il nostro noleggio.

Importante: attenzione ai limiti di velocità sulle strade, davvero molti. Ci sono molto spesso posti di blocco nelle immediate vicinanze. Noi abbiamo preso una multa di 30 €..

Riad/Hotel. Una volta deciso l’itinerario, abbiamo prenotato quasi tutto dall’Italia via mail o booking.com prima della partenza. Probabilmente visto il periodo di bassa stagione ed essendo solo in 2, avremmo anche potuto prenotare in loco (da considerare che l’offerta di sistemazioni in alcune località è molto più ampia di quella che si trova sul web), ma non avevamo voglia di perdere tempo nella ricerca “porta a porta” dell’hotel durante la vacanza.

Ramadan. Siamo stati nel periodo del Ramadan che tutti, ma proprio tutti i marocchini rispettano. Nessun particolare disagio per il turista che deve solo avere l’accortezza, per rispetto, di non mangiare e bere “sfacciatamente” in pubblico nelle ore diurne. In questo periodo le attività locali sono un po’ a rilento, alcuni negozi chiusi (ma nei souk di Marrakech e Fez è un vantaggio perché con qualche bancarella chiusa si possono ammirare fontane, palazzi e scorci meravigliosi altrimenti coperti da mille “cianfrusaglie”) e alcune attrattive seguono un orario ridotto. In alcuni piccoli paesini/centri all’ora di pranzo può essere un po’ difficile trovare bar/ristoranti aperti. La sera, alla fine del Ramadan, tutti i marocchini si riversano nelle strade e piazze ed è davvero uno spettacolo, un brulichio di persone e suoni! IMPORTANTE: nel periodo del Ramadan il fuso orario è di -2 ore rispetto all’Italia invece che di un’ora sola

  • 96878 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Vailas
    , 6/11/2015 10:09
    Ciao!

    Innanzitutto complimenti per il diario, è di quelli veramente utili che, oltre alla descrizione dei posti, fornisce le informazioni veramente importanti ovvero i consigli sull'organizzazione e sul "come muoversi".

    Con mia moglie e mio figlio (che avrà 5 anni ma molto avventuroso) stiamo organizzando per fine-giugno/inizio-luglio prossimo, un viaggio in Marocco. L'unica nostra remora è il caldo ma, leggendo il tuo diario, sembra che comunque, essendo secco, sia sopportabile. Ma nel deserto avete sofferto il caldo? Perché anche noi vorremmo fare il tour con notte sotto il cielo stellato.

    Grazie
    Saluti
    Danilo

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social