Buone Tajine a tutti

Martedì 07 Agosto Roma-Marrakech Partenza da Roma Ciampino con EasyJet direzione Madrid - Marrakech. Non avendo trovato low cost diretti dall’Italia ci siamo un po’ arrangiati, il viaggio è stato piuttosto lungo ma ne è valsa la pena ed abbiamo ...

  • di serenaf79
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Martedì 07 Agosto Roma-Marrakech Partenza da Roma Ciampino con EasyJet direzione Madrid - Marrakech. Non avendo trovato low cost diretti dall’Italia ci siamo un po’ arrangiati, il viaggio è stato piuttosto lungo ma ne è valsa la pena ed abbiamo risparmiato molto. Comunque, da Novembre sembra inaugurino una nuova tratta EasyJet Milano Linate – Marrakech... Siamo arrivati alle 20:30 ed andati direttamente in albergo (Ibis Hotel, prenotato via internet, comodo perché vicino all’aeroporto ed abbastanza pulito). All’uscita dall’aeroporto i tassisti ci hanno preso d’assalto, non siamo stati a contrattare ed abbiamo pagato circa 10€/120dh per il tragitto. Il tassametro c’è ma non lo accendono quasi mai, l’importo si contratta prima di salire e guidano come dei matti per cui non vi spaventate...È tutto normale! Mercoledì 08 Agosto Marrakech-Rabat Lasciato l’albergo, ci siamo diretti verso la Europecar per il ritiro della macchina. C’è una agenzia vicino all’Ibis, ci si arriva comodamente a piedi anche se non ci sono cartelli ad indicare le strade (per cui si deve andare un po’ a naso). L’idea di lasciarsi Marrakech alla fine della vacanza mi è stata data da una mia amica e, in effetti, se ti fai le ossa prima sarà più facile poi gestire i venditori di tappeti, babbucce, gioielli, cianfrusaglie varie che in questa città sono particolarmente “entranti”! Il primo approccio con il traffico marocchino è una esperienza travolgente. La prima regola è che non ci sono regole ad eccezione di: le macchine passano sempre prima dei pedoni, tutti suonano il clacson a prescindere dalla situazione, attenzione ai limiti di velocità sia dentro che fuori i centri urbani. L’ultima regola è davvero preziosa: di poliziotti ce ne sono a bizzeffe ed ovunque. Io stessa ho beccato una multa per eccesso di velocità (71 Km/h con un limite di 60Km/h) a due passi dal deserto, in pieno nulla... Per il resto, occhio ai muli, ai carretti ed agli autostoppisti! Per arrivare a Rabat, abbiamo preferito evitare l’autostrada e percorrere la strada secondaria per assaporare un po’ di Marocco (i venditori di fichi d’india ed i dromedari al pascolo ci hanno dato ragione). L’arrivo a Rabat - Hotel Mercure, molto europeo ma tranquillo e ben posizionato - in serata ci ha poi regalato una temperatura di 25 gradi inaspettata.

Giovedì 09 Agosto Rabat Città fuori dalle normali rotte turistiche, offre un tranquillo primo approccio e tante cose da vedere tra cui la Tour Hassan ed il Mausoleo di Mohammed V, la medina e la Kasbah des Oudaias all’interno della quale merita una sosta il Cafè Maure dove abbiamo bevuto uno dei migliori thè alla menta di tutto il Marocco! Da consigliare assolutamente il ristorante Tajine wa Tanja (Rue de Bagdad 9, nei pressi della stazione) per l’ambiente e la cucina davvero tipicamente marocchini ed accompagnati da musica dal vivo – anch’essa marocchina - di sottofondo. Per gli intrepidi, fanno anche la carne di dromedario.

Venerdì 10 Agosto Rabat-Volubilis-Fez Dopo aver prenotato telefonicamente l’albergo a Fez (un po’ in francese, un po’ in inglese) ci dirigiamo verso Volubilis non prima di aver lasciato la dovuta mancia al parcheggiatore. Non ci è ancora ben chiaro ma in Marocco c’è sempre qualcuno che spunta fuori dal nulla e si qualifica come parcheggiatore notturno. Al momento del ritiro della macchina, è sufficiente lasciare una mancia di 10dh (circa 1 euro) e ti ritrovi la macchina intatta e spesso anche lavata. Attenzione: all’entrata o all’uscita di ogni piccolo centro urbano ci sono sempre posti di blocco ai quali è obbligatorio SEMPRE fermarsi fin quando il poliziotto non ti fa cenno di passare! Trovare Volubilis non è molto semplice perché, come al solito, non ci sono indicazioni. Diciamo che una bussola ci sarebbe tornata utile in più di una occasione. Fortunatamente, le forze dell’ordine sono molto disponili e ti aiutano con tutti i mezzi per cui alla fine siamo arrivati. Credo che ogni viaggio in Marocco non possa prescindere da Volubilis (ingresso 10dh) perché è veramente bello e si ha la possibilità di ammirare i resti dei monumenti ed i mosaici davvero da vicino. Evitate le ore centrali della giornata perché lì il caldo si fa sentire. Nel tardo pomeriggio siamo arrivati a Fez e subito intercettati da una falsa guida che ci ha accompagnato all’albergo e si è prenotata per il giorno seguente (150dh per l’intera giornata, concordato in anticipo). Il Grand Hotel de Fez è risultato essere molto caotico, sporco e claustrofobico, ma ormai avevamo pagato..

  • 1456 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social