Manhattan in pratica

Tutto quello che c'è da sapere per vivere al meglio il cuore di New York

  • di UgoT
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

OCCHIO AI NOMI In questa guida non parlo di New York, parlo di Manhattan. Vi parlerò delle mie sensazioni e delle mie esperienze dirette. Nonostante la mia franchezza, sappiate che adoro Manhattan: quel che vi dirò serve proprio a godersela meglio.

Manhattan è un’isola al centro di New York. È solo una delle cinque divisioni amministrative (boroughs) che compongono la città e conta 1.636.268 abitanti distribuiti in lungo - e in alto - su un'area di 87 km². Tanto per capirci sulla densità, Milano ha 1.350.973 abitanti su 181,76 km². Descriverò ciò che potete aspettarvi vi succeda dall’aeroporto JFK a Manhattan (e ritorno). Non parlerò delle bellezze turistiche, anche perché la gente che ama Manhattan di solito tende ad evitare le zone assediate dai turisti.

QUANTI GIORNI Manhattan è una realtà unica. In pochi kmq sono concentrate talmente tante cose - l'Empire State Building, il Rockefeller Center, il Chrysler Building, il palazzo dell'ONU, il Central Park, il ponte di Brooklyn, Times Square, i teatri di Broadway, il Lincoln Center con la Metropolitan Opera, il Met, il Madison Square Garden, il Moma, l'American Museum of Natural History, la cattedrale di San Patrizio - e c'è sempre cosi poco tempo per fare tutto. Manhattan va goduta con il sole, per cui i giorni di pioggia vanno considerati giorni persi. Sommate poi i fisiologici tempi morti ed ecco che, a mio avviso, una settimana é il tempo minimo.

COSA FARE QUANDO SI DECIDE DI PARTIRE Il mezzo fondamentale per entrare negli USA è il passaporto, pertanto la relativa validità è la prima cosa da verificare. Dopodichè senza il visto ESTA non si entra. Va fatto online sul sito ufficiale americano almeno 3 giorni prima ed è a pagamento. Occhio ai siti-truffa che vi estorcono più del dovuto. Il mezzo fondamentale per arrivarci è l’aereo, pertanto occorre prenotare per tempo i voli. Non esiste viaggio più comodo del volo Emirates diretto Malpensa-JFK. Sconsiglio qualunque volo non diretto. Negli USA non esiste la nostra previdenza sanitaria, per sicurezza conviene stipulare anche l'assicurazione di viaggio.

COSA PRENOTARE A MANHATTAN Go-link è un servizio di navetta economico che vi carica al JFK e vi scarica davanti al vostro hotel - e viceversa. Va bene se, stanchi del viaggio, chiedete solo di essere depositati come un pacco e non vi importa a in che modo e a che ora ci arrivate, ma soprattutto non avete voglia né di trascinare i vostri bagagli nelle varie metropolitane, né di perdervi appena arrivati. I vari tipi di pass possono essere convenienti e comodi se si progetta la vacanza nei minimi dettagli, tenendo presente che i singoli tour vanno spesso prenotati online. Inoltre, pensare di saltare la fila col il pass è un’illusione. Nei musei ci sono due file, quella esterna e quella interna. L'esterna effettivamente la salti, quella interna no. Paradossalmente potreste metterci più tempo con il pass, perché magari cinque casse sono dedicate ai biglietti e solo una ai pass. E poi c'è da considerare che non sarete i soli a voler entrare con il pass, visto che la stragrande maggioranza dei turisti è armata di voucher. E, infine, i commessi vi tratteranno male, perché avete voluto risparmiare con il pass invece di pagare profumatamente l’ingresso vip. Infine, occhio che il pass scade in fretta se ci si rilassa troppo.

I COMPAGNI DI VIAGGIO Se non viaggiate soli, ricordatevi che la forza di una catena dipende dal suo anello più debole, pertanto organizzate il vostro programma di viaggio in funzione delle esigenze di chi ha più problemi di voi, altrimenti rischierete di perdervi molte cose

  • 13863 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social