Primavera maltese

Compleanno a Malta approfittando della primavera e dei prezzi bassi

  • di Tonyofitaly
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ho deciso di trascorrere il mio compleanno nell’arcipelago maltese, facendovi un gradito ritorno dopo ventidue anni dall’ultima volta che vi ero stato. Poiché l’evento capita a metà aprile, è la buona occasione per potersi godere le isole durante il periodo primaverile, oltre che molto adatto per far visite culturali e per accennare anche a un eventuale bagno nelle acque turchesi.

Ho prenotato un volo Ryanair per due persone a Gennaio, spendendo in totale 170€ (con incluso un bagaglio da stiva), e ho inaugurato il sito Airbnb prenotando un piccolo bilocale a Floriana, per una spesa di 207€. Il parcheggio a Bergamo è costato 35€ mentre per muoverci nelle isole utilizzeremo i mezzi pubblici locali.

13 aprile

Il volo parte alle 11.30 precisissime e arriva a Malta dopo 1 ora e 45 minuti di volo: l’atterraggio è come al solito un po’ movimentato, essendo l’isola battuta costantemente dal vento, ma la professionalità del pilota ci porta a terra tranquillamente accompagnata dallo squillo di trombe che la Ryanair fa suonare appena atterrati.

Ritirato il bagaglio, aspettiamo alla fermata Airport 1 l’autobus X4 che ci conduce poi al Terminal bus di La Valletta, situato davanti alle mura: altri pochi minuti di cammino a ritroso e ci troviamo all’appartamento, sito proprio di fianco alla chiesa di St. Publius nel vicino quartiere di Floriana. Marco, il proprietario, ci sta attendendo e ci introduce nell’appartamento composto da un salottino con angolo cottura (provvisto di una cucina con forno e utensili), una stanza da letto e un bagno con lavatrice (ma senza bidet), tutto abbastanza nuovo. Fatte le raccomandazioni del caso (niente rumori, niente sigarette, niente party, etc. etc.), ci lascia organizzare il soggiorno e ci invita a telefonarlo per qualsiasi esigenza. Svuotati i bagagli e fatto un breve pranzo con dei tramezzini portati dall’Italia, usciamo per una prima visita a La Valletta, la capitale dell’isola: la giornata è molto calda e le felpe utili in Italia si rivelano un indumento alquanto pesante qui, sebbene in taluni punti un vento fresco spiri tra le case e sulle mura della fortezza.

Fatto un giro esplorativo per il centro storico, rientriamo a casa per una salutare doccia, un po’ di riposo, la cena e un ritorno serale tra le strade illuminate. La serata termina con un sonno ristoratore.

14 aprile

I messaggi di auguri arrivano prima che suoni la sveglia così alle 08.30 già siamo in piedi per affrontare la giornata di visite, che dedicheremo a La Valletta e alle tre città (Senglea, Cospicua e Vittoriosa).

Dopo una buona colazione, usciamo per vedere la Chiesa di St. Publius, la cui imponente facciata è arricchita da due enormi campanili provvisti di potenti campane (che ogni notte rintoccano al quarto d’ora!). Davanti, l’ampia piazza nasconde al di sotto i Granaries, stanze dove erano conservate le riserve di grano, immesse tramite fori che assomigliano a basi di colonne (e infatti la piazza sembra la piattaforma di un tempio antico mai realizzato o di cui restano solo le rovine).

Proseguiamo poi per l’ingresso al centro storico, preceduto dalla Fontana del Tritone, e passando per il Gate City entriamo subito in Republic Street, la principale strada di La Valletta che la taglia in due e arriva fino al Forte di S. Elmo

  • 20289 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social