Malta, Gozo e Comino: due settimane per riscoprire la vera essenza del Mediterraneo

Un viaggio per esplorare i percorsi meno turistici di Malta, Comino e Gozo, le baie più frequentate dai maltesi, i luoghi migliori dove fare snorkeling e i siti archeologici da non perdere assolutamente

  • di Simona Moscadelli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Prima di partire per Malta, io e mio marito ci eravamo imbattuti in diverse persone che già ci erano andate e che senza mezzi termini ci avevano descritto una meta sciatta e poco interessante. Questa idea diffusa ci ha spinto invece a prepararci meglio al nostro viaggio, studiando e capendo cosa c’era di autentico ancora in queste isole… il risultato? Un viaggio meraviglioso, pieno di vita “maltese” e ritmi semplici… lontani dal caos, dalle discoteche e dalle vie super commerciali di Malta. Se anche voi siete in cerca di sapori, colori, sorrisi autentici, calma e relax in queste isole, ecco i consigli fondamentali e i luoghi da evitare accuratamente per non rovinarvi le vacanze nell’arcipelago maltese.

Vogliamo condividere con voi le informazioni che avrei voluto trovare prima di partire, sperando che siano utili a qualcuno.

Il nostro viaggio si è diviso in due parti:

1) sette giorni a Gozo (con 1 giorno a Comino)

2) sette giorni a Malta (con un’altra spedizione a Comino)

Prima di tutto; il nostro consiglio spassionato è di andare a Malta sicuramente per qualche giorno per visitare alcune cose “imperdibili” ma poi se possibile terminare la vacanza a Gozo.

Secondo l’ufficio del turismo maltese, Gozo e Comino sono le sorelle minore di Malta, in verità sono proprio le due isole minori ad essere le vere stelle dell’arcipelago.

Quando Andare: In generale evitate con tutte le vostre forze, i periodi di massima presenza delle scuole di inglese per ragazzi. L’Isola purtroppo, specie dalla fine delle scuole ai primi di Agosto si riempie di giovani che ovviamente monopolizzano la situazione. Noi vi consigliamo la seconda metà di Agosto e per chi può ovviamente Settembre, per godere anche del mare a pieno.

A Malta piove (noi siamo arrivati il 16 agosto e pioveva) nonostante le guide spesso dicano il contrario. Organizzatevi in modo da poter visitare la mattina le città, i siti archeologici e i musei, e lasciarvi il pomeriggio per godervi le baie.

Sui Trasporti: Malta ha un solo Aeroporto, ben collegato nelle ore diurne. Dall’aeroporto per arrivare a Gozo ci vuole circa 1 e mezza, considerando che bisogna prendere un battello ad orario. Quindi se la prima destinazione è Gozo o Comino, arrivate la mattina. Per quanto riguarda i trasporti pubblici, c’è da dire che funzionano abbastanza bene, se vi spostate nelle ore diurne. Diciamo che dopo le 15.00 tutto diventa più nebuloso…

Noi abbiamo affittato una macchina (chiedete all’ufficio turistico di Malta o Gozo per avere i contatti; sono gentilissimi e funzionali) a Gozo più che altro perché volevamo scoprire anche posti in cui i Bus non arrivavano. Se volete uscire fuori dalle strade più battute dovete avere un auto!

…Si guida all’inglese, ma come in tutto il sud e il nord africa, le regole sono molto “soft” e diciamo che tutto ciò che basta fare è guidare piano stando attenti e avere con se delle buone mappe dettagliate.

La Lingua: E’ molto diffusa l’idea che a Malta tutti parlino Inglese o addirittura Italiano. Malta ha una propria lingua; il maltese! Ed è questa la lingua più parlata. Molti parlano anche l’inglese, soprattutto nelle grandi città e gli addetti al turismo. Alcuni parlano anche l’italiano, soprattutto se hanno a che fare col mondo dei vacanzieri. Incredibilmente vi segnalo che a Malta (e Gozo) tutti vedono le reti italiane in tv! Mi è capitato più volte di entrare in Bar e vedere gli anziani locali guarda un Tg italiano e annuire, per poi scoprire parlandogli in italiano che in realtà non capivano nulla! Il mio consiglio è di approcciarsi con un umile inglese, poi in caso passare all’italiano se i vostri interlocutori ve lo chiedono.

Orari Negozi e Stile di Vita: I maltesi lavorano e sono operativi dalla mattina presto (intorno alle 7 di mattina sono tutti in giro) fino alle 17.00, orario in cui tutto chiude. Musei, Siti, Negozi e Uffici chiudono, mentre i trasporti pubblici diminuiscono drasticamente. Nel tardo pomeriggio sulle linee periferiche, preparatevi anche ad aspettare un ora e mezza.

I negozi alimentari sono rari e in ogni paesino non ce ne sono molti. A Rabat (Gozo) ci sono due grossi supermercati forniti di tutto, di cui uno chiude alle 20.00, ma dovete arrivarci in macchina, mentre l’altro è vicino i capolinea dei bus. Alla Valletta invece la situazione è drammatica; il mercato coperto è in fase di chiusura definitiva, gli alimentari sono rarissimi e poco forniti e i super mercati invece sono lontani dalla città. Anche in questo caso la macchina può fare la differenza. Unico alimentari degno di nota alla Valletta è infondo alla città andando verso Forte Sant’Elmo sul lato sinistro, proprio a ridosso delle mura.

Anche la Biglietteria ai capolinea dei Bus chiude presto… ricordatevene!

Clima Estivo: Secco e ventilato. Il sole si sente, in spiaggia si sta benissimo anche nelle ore più calde. In nessun Museo o Sito c’è l’aria condizionata, al massimo un ventilatore. Devo ammettere che nelle ore più calde, alcuni giorni siamo stati messi alla prova dal caldo, ma del resto l’orario dei Musei è quello! Vi suggeriamo di concludere la giornata facendo un bagno al tramonto, le baie si sono svuotate e la natura è meravigliosa e rigenerante.

Attrezzatura Fondamentale: Se partite senza le pinne, la maschera e il boccaglio non avete capito niente di dove state andando… lasciate perdere! Fondamentali sono le scarpe da scoglio: in tutte le isole dell’arcipelago le spiagge di sabbia sono una rarità e in ogni caso anche per fare un giro sugli scogli o sui promontori è necessario avere le scarpe giuste. Necessari per andare in giro anche una ottima crema solare e un cappello a tesa larga e scarpe da trekking… il sole è molto forte in estate e si sente anche se siete abituati ai raggi solari

  • 22339 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social