Discovering Malta

On the road alla scoperta di Malta e Gozo

  • di Fabio Pinelli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Vai dove ti porta Ryanair! Sfruttando questo motto prenotiamo verso metà gennaio un volo a/r Bergamo – Malta per la fine di marzo all’onesta cifra di 65€. Viaggiatori 5: io, la mia ragazza, sua sorella e due amici. La scelta di hotel sull’isola è vasta: noi optiamo per lo Sliema Marina Hotel, prenotato sempre a metà gennaio ad un prezzo di 70€ per 3 notti in camera doppia, che si trova sul lungomare di Sliema zona di fronte alla Valletta ed abbastanza strategica per raggiungere un po’ tutte le mete. La pecca è il traffico che soprattutto nella zona centrale di Malta (Valletta e paesi vicini) è molto intenso e si fa sentire sia che si scelga di viaggiare in auto o in bus, facendo sembrare interminabili anche tappe relativamente corte kilometricamente parlando.

DAY 1 (20 Marzo)

Partiamo da Orio al Serio alle 18.30 ed arriviamo all’aeroporto di Malta alle 20.15 (1 ora e 40 minuti di volo la tratta). Le opzioni per raggiungere la propria destinazione dall’aeroporto sono 2: bus (quelli che hanno nella loro rotta l’aeroporto sono numerati con una X iniziale) o taxi (tratta fissa 20€). Per fare più rapidamente prendiamo il taxi (2 in realtà perché siamo in 5 e non ci sono taxi da 5 persone). Dopo venti minuti di guida fast & furious raggiungiamo l’hotel, ci sistemiamo ed usciamo per mangiare e bere qualcosa.

Direzione: Saint Julian’s / Paceville! Queste due località sono il teatro principale della movida maltese. Ci arriviamo prendendo un bus vicino all’hotel e la sensazione è quella di essere a Lloret de Mar o Rimini. Orde di ragazzi e ragazze in un susseguirsi di pub, discobar e night club. La serata promette bene! Purtroppo dato l’orario (attenzione: a Malta si cena abbastanza presto, stile inglese… tenetevi come orario limite per andare a cena le 21 – 21.30 ma proprio al massimo) siamo costretti al solito rifugio: Mc. Dopodichè indecisi su quale bar scegliere per bere qualcosa, decidiamo di provarli tutti... In realtà provarli tutti è dura (ma non impossibile), ad ogni modo partiamo dall’alto e ne facciamo passare 4 o 5… si può bere a costi decisamente competitivi quindi il vostro portafoglio non ne risentirà troppo. Verso le 3 rientriamo nei ranghi e ritorniamo in hotel prendendo un bus notturno. I bus di notte ci sono ma sono meno frequenti (passano più o meno 1 volta ogni ora) e il biglietto costa di più rispetto alla tariffa diurna, €2.50 contro €1.50.

DAY 2 (21 Marzo)

La colazione all’ottavo piano del nostro hotel ci dà una bella visuale della Valletta e della baia che la separa da Sliema. La prima tappa della giornata è proprio la capitale che vorremmo raggiungere tramite il collegamento via ferry Sliema – Valletta. Purtroppo il servizio è sospeso a causa del vento… non eccessivo ma evidentemente sufficiente allo scopo, così ci tocca prendere nuovamente un autobus. Passeggiamo per le vie della città perdendoci tra le stradine sali e scendi della penisoletta. Arriviamo alla “punta” della Valletta dove si erge il Forte di Sant’Elmo. Ci dirigiamo poi ai Lower Barakka Gardens passando dal Siege Bell War Memorial e poi agli Upper Barakka Gardens da cui si ha una visuale sulle Three Cities ovvero le tre penisolette di fronte alla Valletta (dall’altro lato rispetto a Sliema) ossia Vittoriosa, Senglea e Cospicua. Poi ci fermiamo alla St. John’s Co Cathedral che decidiamo di visitare pagando il ticket di 7€ e la scelta si rivela ottima perché lo stile barocco e i dettagli dell’interno della chiesa è veramente regale

  • 21666 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social