Malta, l'isola dei Cavalieri di San Giovanni

A piedi e in bus tra le bellezze architettoniche e culturali di La Valletta, Birgu, Senglea, San Giljan, Sliema, Marsaxlokk, Mosta, Rabat, Mdina, Mellieha

  • di GIOVANNINI ALDO
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

Domenica 1 aprile

Alle 14 partiamo alla volta di Bologna dove il volo Ryanair in circa un'ora e quaranta ci porta diritto a Malta. Arriviamo alle 18,15 circa, usciamo dall’aeroporto e proprio di fronte prendiamo uno dei Bus della compagnia Arriva (l’X4 o l’X5) che in 6-7 km portano direttamente alla stazione dei bus all’ingresso della città de La Valletta. Il costo del biglietto è di euro 2,20 valido per 2 ore, in queste 2 ore in teoria potete prendere tutti i bus che volete. Dimenticate i “mitici” bus colorati che vedete nelle guide turistiche su Malta, sono stati tutti pensionati per via dell’inquinamento, li troverete solo nelle cartoline o nelle calamite! Alle 19,30 siamo in centro a La Valletta e ci dirigiamo in via Saint Paul, dove ad attenderci c’è Patrick il proprietario dell’appartamento che abbiamo deciso di affittare per 3 giorni in un classico palazzo storico maltese coi balconi colorati in stile architettonico arabo (gallarija e gardjoli). L’appartamento (70 euro al giorno per 3 persone) è semplicemente spettacolare! Moderno, con tutti confort, 3 televisori Lcd, bagno ampio, cucina, sala, cameretta e camera matrimoniale con balcone… cosa volere di più! Patrick è gentilissimo e ci da tutti i consigli che servono, in più’ ad attendervi in appartamento c’è una bella bottiglia di vino, della frutta, dell’acqua, dei cioccolatini e il necessario per la prima colazione del primo giorno… tutto offerto da Patrick. Usciamo alle 21 per la prima cena; è domenica sera e non c’è molta gente per strada. La Valletta con i suoi balconi colorati, le sue piazze, i palazzi storici e le stradine che a sinistra e a destra della via principale scendono verso il mare ci sembra un museo a cielo aperto. Scattiamo delle foto e poi ci concediamo una bella cenetta e poi via a riposare. I ristoranti sono molti e non vi mancherà la possibilità di scegliere bene.

Lunedì 2 aprile

Dopo una bella colazione in appartamento, usciamo a vedere La Valletta, quella che fu la base storica dell’ordine dei Cavalieri di San Giovanni e tutto ciò che più merita di essa. Da non perdere assolutamente una visita alla magnifica cattedrale barocca di San Giovanni (ingresso euro 8) dove nel battistero potrete vedere pure i due dipinti del Caravaggio: La Decollazione di San Giovanni (1608) e il San Girolamo. Usciti potete entrare subito dopo nel Palazzo del Gran Maestro ad ammirare le sue sale sontuose e la mostra di armature antiche (ingresso euro 10). Una volta usciti da quest’ultimo potrete godervi la città visitando in passeggiata piazza St. John, piazza Great Siege, Piazza M.S.Gorg, la biblioteca, la corte di giustizia, il museo nazionale di archeologia, l’opera house, i bastioni di sant’Andrea, la chiesa di Saint Paul pro-catherdral, l’albergo d’Aragona per poi dirigervi verso la punta della città dove si trova Forte Sant’Elmo. Qui proseguite lungo i bastioni sino a vedere la campana Siege (monumento all’assedio della seconda guerra mondiale), preseguite ancora fino ad arrivare prima ai Lower Barraca Gardens e poi successivamente agli upper Barraca gardens, da cui potrete godere di una vista meravigliosa sulla Grand Harbour (Birgu e Sengla sono i paesi che vi trovate di fronte). Da qui si gode un tramonto incredibile e da cui potrete fare delle foto veramente uniche! Fuori da La Valletta, sul viale che porta alla piazza della stazione dei bus e all’ingresso della città, non dimenticate di visitare la cattedrale Saint Publius

Annunci Google
  • 7571 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social