Bella Malta

Salve a tutti! Vi racconto dopo qualche mese la mia vacanza a Malta sperando che sia utile a chi decide di intraprendere un viaggio in quest’isola. 09 Agosto 2007 Sono partita con un mio amico dall’aeroporto G. Galilei di Pisa, ...

  • di Ghibli3
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Salve a tutti! Vi racconto dopo qualche mese la mia vacanza a Malta sperando che sia utile a chi decide di intraprendere un viaggio in quest’isola.

09 Agosto 2007 Sono partita con un mio amico dall’aeroporto G. Galilei di Pisa, volo Ryanair.

Siamo arrivati in perfetto orario. L’aeroporto è piccolo, ma ben organizzato e soprattutto ben collegato con i trasporti pubblici. Avevamo deciso di evitare di noleggiare una macchina dal momento che avevo letto che l’isola era ben collegata dagli autobus. Tutto ciò si è rivelato estremamente vero e vorrei aggiungere che consiglio l’uso dei bus maltesi dato che sono stracaratteristici e sono una vera attrazione dell’isola. Inoltre ci siamo resi conto che l’uso della macchina, a nostro avviso, sarebbe risultato poco sicuro visto che avremmo dovuto abituarci alla guida a sinistra ed inoltre a nostro parere i maltesi pigiano un po’ troppo l’acceleratore! Subito all’uscita dall’aeroporto abbiamo preso un primo bus diretto a Valletta City Gate. Abbiamo fatto il biglietto pagando in euro direttamente al conducente, ma è l’unica volta che ci sono venuti incontro dato che successivamente non ci hanno permesso di pagare in euro ma solo con le lire maltesi che via via abbiamo cambiato presso gli uffici di cambio o grazie ai bancomat. In seguito ci siamo muniti di un abbonamento settimanale che ci ha consentito di muoverci liberamente almeno sull’isola di Malta, dato che su Gozo non era valido.

Il paesaggio si è subito presentato abbastanza uniforme...Per descriverlo con un unico aggettivo “giallo”! Sì infatti chiese, case, terreni ect. Sono di questo colore tipico della pietra maltese! Inoltre fin da subito c’ha colpito la vista sui tetti in prevalenza piani di bandiere di diversi formati e colori che più tardi c’hanno spiegato fanno parte di alcuni addobbi che in quel periodo dell’anno mettono per festeggiare l’Assunta...Aggiungo che ogni paese era decorato con caratteristiche statue poste lungo le vie del centro cittadino raffiguranti santi e abbinate a festoni colorati.

Da Valletta abbiamo cambiato l’autobus e ci siamo diretti a Sliema dove alloggiavamo all’hotel Metropole ***, mezza pensione. Cercherò di descrivere la struttura così da poter risparmiare a chi legge, una vacanza soggiornando in questo albergo. Premetto cercavamo una struttura senza pretendere l’impossibile ma che fosse allo stesso tempo semplice, pulita e ci consentisse di partire la mattina avendo consumato la colazione e di cenare tranquillamente senza essere costretti anche la sera a cercare un posto dove mangiare. L’unico vantaggio di quella struttura era la posizione tranquilla e molto vicina alla fermata dell’autobus e alla spiaggia di scogli che a noi tra l’altro non interessava dato che abbiamo deciso di muoverci ogni giorno per visitare il più possibile l’isola. Posso affermare che è stato l’unico vero neo della nostra vacanza...A partire dalla reception dove gli addetti non sono stati molto disponibili a partire da richieste banali quali informazioni turistiche, che via via si sono articolate visto che non sistemavano la camera come era previsto, oppure non funzionava l’aria condizionata, non esisteva un asciugacapelli tanto che ci siamo dovuti accontentare di un ventilatore, alcune volte non c’hanno cambiato gli asciugamani, e non c’hanno fornito nemmeno un adattatore di corrente, manco a pagamento, del quale eravamo sprovvisti e c’ha portato a non poter utilizzare né il nostro phon da viaggio né i nostri cellulari utili per le comunicazioni alle rispettive famiglie. Altri problemi della struttura: per fortuna a noi non interessava la piscina perché era una vasca profonda poco più di 30 cm, alla colazione scarsa ci siamo abituati ben presto ma è stato impossibile sfruttare le cene in albergo dato che era improponibile non solo ciò che ci veniva offerto dal punto di vista del cibo ma anche riuscire a rientrare in hotel entro le ore in cui ci servivano la cena dato che iniziava alle 18 e terminava alle 20 ore in cui noi eravamo ancora a giro

  • 1498 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social