Viaggio a Gozo

Dopo aver guardato e riguardato diverse mete abbiamo optato e scelto per Gozo. Si tratta di una piccola isola (circa 15km di lunghezza) facente parte dell’arcipelago maltese. Abbiamo deciso di non fermarci a Malta sia per i racconti spesso non ...

  • di T_AZZURRA
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Dopo aver guardato e riguardato diverse mete abbiamo optato e scelto per Gozo. Si tratta di una piccola isola (circa 15km di lunghezza) facente parte dell’arcipelago maltese. Abbiamo deciso di non fermarci a Malta sia per i racconti spesso non troppo positivi, sia perché si interessava una vacanza romantica e rilassante, senza ressa o troppo affollamento. Siamo partiti da Malpensa il 13 agosto per fare poi ritorno a casa il 27. Abbiamo optato per partenza e ritorno di lunedì per un risparmio sui biglietti. Con AirMalta (ma anche Alitalia fa più o meno gli stessi prezzi) abbiamo speso circa 290€ a persona. Da Pisa, per chi ci vive vicino, c’è un low cost con Ryanair che sicuramente consente di risparmiare ancora di più sul costo del volo. Per la prima settimana abbiamo optato per una farmhouse. Si tratta di una struttura ricettiva molto utilizzata sull’isola di Gozo: sono vecchie fattorie ristrutturate e trasformate in villette, molto lussuose e dotate di ogni confort. Il prezzo di ogni farmhouse è da dividere a persona e quindi è molto molto conveniente andarci in più persone. Noi eravamo solamente in due e abbiamo speso circa 45euro al giorno a testa. La nostra farmhouse era composta da due stanze da letto (una matrimoniale e una con 2 letti seraparati) cucina e sala con possibilità di divano letto (per ulteriori 2 persone) due bagni. La cucina attrezzata con ogni elettrodomestico possibile. Ogni stanza aveva dei ventilatori. Ovviamente da non dimenticare una piscina privata con angolo Jacuzzi. Le pulizie vengono fatte ogni due giorni e la piscina viene pulita quotidianamente. Il posto davvero molto curato nei dettagli, molto pulito. Al nostro arrivo oltre ad esserci venuta a prendere la ragazza che ci ha affittato la villetta abbiamo trovato un pacchetto di cibo all’arrivo composto da pane locale, uova, marmellata, latte, the, olio, zucchero, ecc. Abbiamo fatto delle foto alla farmhouse se qualcuno ne vuole vedere per farsi un idea. La farmhouse dove siamo stati era nella zona di St. Lorenz. L’unico problema di questa zona è che non è vicinissima al mare e che è necessario avere l’auto per spostarsi. Noi inizialmente avevamo optato per il noleggio auto per le due settimane. Poi a causa di un piccolo inconveniente (le auto non erano noleggiabili fino a dopo ferragosto) abbiamo optato per viverci la vacanza in totale natura sfruttando i trasporti locali e le nostre gambe. I pullman che fanno servizio pubblico sono pensati per i locali più che per i turisti. C’è un solo bus che arriva su una spiaggia per il resto è necessario armarsi di cartina, avvicinarsi quanto possibile con il pullman alla spiaggia prescelta e poi camminare. Tutti i pullman vanno alla Valletta e poi da li si diramano nelle varie direzioni. La prima settimana è stato difficile riuscire a spostarsi con i pullman. In quella zona i pullman non passano o passano ad orari indefiniti. Passano per così dire “quando hanno voglia di passare”. La prima settimana ci siamo limitati a godere della nostra piscina privata, ci siamo recati a piedi o in taxi alla Valletta, abbiamo fatto lunghe passeggiate. Ovviamente chi ha l’auto non ha nessun problema in questo senso. Oppure sarebbe sufficiente trovare una farmhouse in una zona differente rispetto a questa. La seconda settimana ci siamo trasferiti in un piccolo hotel sulla spiaggia di Xlendi. L’hotel si chiama St. Andrea e ve lo consigliamo vivamente. Le stanze sono piccole, ma pulite, ben attrezzate con aria condizionata e tv, ognuna con il proprio balcone (vista valle meno care o vista mare con un sovrapprezzo). In mezza pensione abbiamo pagato 45€ al giorno. Andando non in agosto è possibile anche spendere molto molto meno. La colazione a buffet comprendente ogni bontà: torte fatte in casa, toast e marmellate, formaggi e salumi, brioches, succhi di frutta, uova, ecc. La cena, servita a lume di candela, sul lungo mare, consisteva in due piatti (un primo a scelta tra tre e un secondo a scelta tra tre) + dolce a scelta. Ovviamente pagando un piccolo sovrapprezzo (vi assicuro veramente piccolo) è possibile mangiare anche alla carte con pesce fresco e prelibatezze del luogo. La spiaggia di Xlendi è molto molto piccola e affollata. Noi abbiamo optato per lo spostamento quotidiano verso altre isole. Gozo in effetti è piccola, ma offre moltissime spiagge, soprattutto per chi ha voglia di esplorare l’isola. Xlendi è un ottimo punto di partenza in quanto passa un pullman ad ogni ora che porta alla Valletta (la città principale) e si trova in coincidenza con diversi autobus. Noi abbiamo visitato ogni giorno una spiaggia diversa. Molte volte ci siamo trovati in spiagge deserte, magnifiche, azzurro intenso. Le spiagge visitabili sono moltissime e non vale la pena citarne alcune nello specifico. L’atteggiamento migliore per visitare quest’isola è proprio quello di armarsi di voglia di camminare e con una cartina in mano scoprire posti nuovi. I locali parlano inglese e noi siamo sempre stati accolti e aiutati in modo molto amichevole. Molto spesso gli stessi locali ci hanno indicato spiagge meravigliose in cui eravamo soli o comunque in posti poco frequentanti. Non parlano italiano ed è quindi necessario sapersi spiegare in inglese. Un ultima indicazione che mi sembra utile dare è quella che riguarda il trasporto da Malta aeroporto al porto e viceversa. C’è un bus shuttle pochissimo pubblicizzato che parte in coincidenza di ogni arrivo e partenza della nave da e per Gozo (circa ogni 30 minuti) che costa poco meno di 5€. E’ un trasporto veloce ed economico, non fa fermate intermedie. Viene venduto invece spesso, con la prenotazione della sistemazione in hotel il passaggio con i taxi. Le tariffe dei taxi sono fisse e dall’aereoporto al porto si pagano circa 45€. Non ve lo consigliamo.

La nostra vacanza è quindi stata meravigliosa e la consigliamo a tutti quanti hanno voglia di un mix di avventura, spiagge, sport, archeologia. Sicuramente è possibile trovare su Gozo anche alberghi o residence che offrono il tutto incluso, ma non lo consigliamo. L’isola merita di essere scoperta e vissuta. Per chi volesse ulteriori informazioni sulla nostra vacanza o qualche indicazione può contattarmi all’indirizzo mail t_azzurra@yahoo.It. Ciao Tiziana

  • 5657 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social