Malta: all you can see 2007

INTRO: Avevamo 6 giorni…e come Indiana Jones forsennati abbiamo viaggiato nel tempo e nello spazio. Malta è speciale. Se fosse un quadro astratto sarebbe una rappresentazione tutta ocra (il colore del paesaggio e delle case) con alcune macchioline rosse (le ...

  • di luca canzoneri
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

INTRO: Avevamo 6 giorni...E come Indiana Jones forsennati abbiamo viaggiato nel tempo e nello spazio.

Malta è speciale. Se fosse un quadro astratto sarebbe una rappresentazione tutta ocra (il colore del paesaggio e delle case) con alcune macchioline rosse (le cabine telefoniche inglesi, o la bandiera, o alcuni portoni,...).

PERCHE’ ANDARCI: - La valletta è la città ideale costruita dai Cavalieri di Malta secondo precisi criteri architettonici: le vie sono fatte in modo che si incanali il vento che arriva direttamente dal mare.Alcune vie hanno una prospettiva, data la concavità, straordinaria, con l’acqua del mare che appare come la naturale continuazione. I palazzi sono alti per fare ombra e ci sono ad ogni angolo il posto per accogliere delle torce. - I due quadri di Caravaggio - la Co-Cattedrale di St Jonh a La Valleta: il templio autocelebrativo dei Cavalieri di Malta - Le spiagge, le scogliere e le immersioni che si possono praticare a Gozo (la 2° isola dell’arcipelago maltese) - La fantastica Laguna Blu dell’isola di Comino (la 3° isola dell’arcipelago maltese) - Mangiare pesce a prezzo accettabile, i pastizzi (di ricotta o piselli), Kinnie (bevanda tipo chinotto) - Se sei adolescente (diciamo fino a 25 anni) le notti di Paceville: tempio del divertimento - I mitici bus coloratissimi, pieni di santini e stendardi calcistici che si lanciano a velocità folli per le viuzze dell’isola. Molti si fanno il segno della croce prima di partire.

- Una storia sconvolgente: neolitico, fenici, romani, arabi, normanni, cavalieri, francesi (napoleon), inglesi...

- Tutti parlano italiano - La delinquenza non è visibile e non è possibile sentirsi minacciati PERCHE’ NON ANDARCI: - Il caldo: a giugno 2007 c’erano 35 gradi...Ma comunque è ventilato e non c’è umidità: quindi fa bene per i reumatismi - L’inquinamento dell’aria nelle zone vicino alle strade (anche grazie a quei bus), il mare sporco a Malta a secondo delle maree (non a gozo e comino), la sporcizia, l’abusivismo edilizio (pensavo che noi italiani battessimo tutti...)...

- Ci sono alcune belle spiagge... Ma non è la Sardegna...

ALCUNI CONSIGLI: - Portarsi le mitiche scarpe da bagno... Per chi soffre camminare scalzo sulla pietra dato che in molti posti non c’è sabbia - TRASPORTI: Se il tempo è poco e se si ama la comodità l’ideale è muoversi affittando una macchina. Noi siamo andati in Bus che servono capillarmente l’isola, ma sono lenti (dato che fanno giri strani per arrivare alla metà, e poi fanno fermate di continuo). La guida è a sinistra come gli inglesi e questo potrebbe essere un deterrente per chi non sente sicuro di potersi adattare. A gozo abbiamo affittato lo scooter ed è stato fantastico...Senza lo scooter o la macchina era impensabile visitarla in un giorno.

- PERNOTTAMENTO: Noi abbiamo pernottato al British Hotel a la valletta. Questo Hotel è pulito e si affaccia sulla baia con vista sul Castel Sant’angelo e Senglea: i luoghi mitici dove maltesi e cavalieri hanno sconfitto i Turchi nel 1565. Il vantaggio di questo Hotel è che si trova a 10 minuti a piedi dalla stazione dei Bus principale, da cui partono i bus per tutta l’isola. Non abbiamo mai aspettato un bus in partenza più di 10 minuti. La Valletta è bellissima. Di notte è un po’ spenta ma ci sono dei buoni ristoranti. L’isola di Malta è molto caotica e trafficata, per chi ama un relax più umano e le immersioni potrebbe soggiornare nell’isola di Gozo. Un alloggiamento molto gettonato è quello di Sliema, nel cuore turistico dell’isola. A me tale scelta non mi piace tanto per l’incredibile concentrazione di edifici di quella zona e senza il fascino storico della Valletta. E’ possibile fare il bagno in piscina, ma l’accesso al mare è angosciante: ci sono palazzoni che si affacciano a ridosso della spiaggia, c’è il traffico di Torino Per i più giovani...St Julian’s (tra l’altro è attaccata a Sliema) dove c’è paceville...La città del divertimento notturno. - Dall’Aereoporto: I taxi per la Valletta costano circa 15 euro, ma il bus è comodssimo - Una lira maltese= 2,32 euro...Dal 2008 anche loro avranno l’euro - Andare sempre in giro muniti di acqua se andate di estate!! - CIBO: Ottimi ristoranti a Valletta sono Sasha, Cocopazzo, La Cave (pizzeria fantastica, consiglio la pizza maltija con pecorino, salsiccia maltese e olive). ITINERARIO: DIREZIONE NORD rispetto a La Valletta Primo GIORNO: Laguna blu della piccola isola di Comino

  • 1163 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social