Piccola grande Malta

Sono stata a Malta due volte: la prima viaggio lastminute con il mio ragazzo e abbiamo soggiornato al Park Hotel di Sliema, la seconda come accompagnatrice di un gruppo di ragazzi in vacanza studio e abbiamo soggiornato al Bugibba Holiday ...

  • di eva fattarelli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Sono stata a Malta due volte: la prima viaggio lastminute con il mio ragazzo e abbiamo soggiornato al Park Hotel di Sliema, la seconda come accompagnatrice di un gruppo di ragazzi in vacanza studio e abbiamo soggiornato al Bugibba Holiday Complex di Bugibba.

Entrambi gli alberghi sono piuttosto accoglienti anche se la qualità e la pulizia non sono di certo all’altezza delle quattro stelle che gli hanno assegnato. Ma forse gli standard maltesi sono diversi da quelli italiani. Comunque, in entrambi i casi, nulla da ridire. Per quanto riguarda le località, Sliema gode sicuramente di una posizione migliore se si è in cerca di divertimento. Si trova proprio di fronte al porto della Valletta e quindi la sera si può fare una romantica passeggiata sul lungomare e godere della vista dei bastioni della capitale illuminati . Oppure ci si può spostare pochi km più ad ovest e raggiungere la località di St.Julians dove, nel quartiere di Paceville, sono concentrati decine di locali, pub, discoteche, sale da ballo, qualcosa per tutti i gusti e tutte le età. Se visitate questo quartiere d’estate aspettatevi di imbattervi in una folla di ragazzini (età media 16 anni) che trascorrono a Malta qualche settimana di vacanza-studio e la sera vengono qui a scatenarsi. Dopo una certa ora lo spettacolo non è dei migliori perché la maggior parte dei discotecari si ubriaca e a terra si trova di tutto e camminare diventa difficile!! In bassa stagione dovrebbe essere meglio, quanto meno il quartiere si popola di ragazzi locali che d’estate, invece, scappano da Paceville per recarsi in località più tranquille. Sliema, inoltre, è ideale per i shopping dipendenti, perché qui si trovano numerosi centri commerciali, negozi di tutte le marche. I prezzi non sono altissimi (a luglio, poi, ci sono i saldi), anche se non sono così bassi come sembrano. La Lira Maltese è infatti piuttosto ingannevole per noi che siamo abituati all’Euro. Una Lira vale circa 2.50 Euro, quindi, se siete tentati da quella mogliettina che costa solo 9,99 Lm, tenete presente che state spendendo quasi 25 €. Attenzione! Bugibba, invece, si trova più ad ovest, non distante da St.Paul’s Bay. E’ una località molto più tranquilla, con la sua piazzetta, la passeggiata lungo il litorale, strette strade interne, negozietti, ristoranti e bar.

Tra Bugibba e St.Julians si trova il parco acquatico Splash&Fun, con scivoli, piscina ad onde, gommoni galleggianti, corsi di acqua gym di ballo in riva alla piscina.. E’ l’ideale per trascorrere qualche ora di divertimento e una buona alternativa alla spiaggia. Eh sì, perché a Malta di spiagge come le intendiamo noi (almeno, come la intendo io), e cioè di sabbia, con il mare calmo e poco profondo, ce ne sono davvero poche e sono sempre super affollate. Le più rinomate sono Golden Bay, Paradise Bay e Ramla Bay , tutte e tre nella parte nord occidentale dell’isola. Sono molto belle ma, proprio perché uniche nel loro genere, sono prese di mira sia dai turisti che dai locali. Le altre spiagge, invece, sono scogli (se non piattaforme di cemento) dai quali si accede al mare per mezzo di scalette di metallo . Consiglio di portare delle ciabatte di gomma da usare per entrare in acqua, anche per evitare di calpestare qualche riccio di mare a piedi nudi. L’acqua è molto limpida, soprattutto nelle zone meno frequentate. Malta, però, non è famosa soltanto come località di mare, ma anche come isola di grande interesse storico e culturale. Grazie alla sua posizione strategica in mezzo al Mar Mediterraneo, è sempre stata vittima di attacchi da parte delle più diverse popolazioni che l’hanno dominata a turno per diversi periodi di tempo. Questi continui domini stranieri hanno influenzato non solo la fisionomia dell’isola e la sua cultura, ma anche e soprattutto la lingua maltese, che altro non è che una fusione di più idiomi: ci sono parole dall’arabo, dall’inglese, contaminazioni italiane e tedesche. I maltesi, inoltre, sono quasi tutti bilingue, parlano il maltese ma conoscono molto bene anche l’inglese. Inoltre imparano l’italiano dalla televisione

  • 3901 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social