40 anni… in Malesia

Singapore, Melaka, Kuala Lumpur e isole Perhentian

  • di Eloisa82
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Questo viaggio è stato pensato da due mie amiche per festeggiare in modo diverso i loro 40 anni. All'inizio ero molto scettica perché non avevo mai pensato ad una vacanza avventuriera ma alla fine si è rivelata una bellissima esperienza. Siamo partite da Milano con un volo Emirates con scalo di un ora a Dubai e in totale 12 ore di volo

Prima tappa SINGAPORE:

3/08/15

Dopo una breve sosta all hotel (HOTEL AMARA) per il deposito bagagli siamo andate a piedi a visitare Chinatown, il quartiere dove avevamo l'albergo.

Ottimo per acquistare souvenir, visitare i templi e assaggiare cibo tipico malese.

A cena siamo state sulla passeggiata di Marina Bay

04/08/15

Oggi ci siamo dedicate al giro in città, il coloratissimo quartiere di Little India, i giardini botanici con visita al parco delle orchidee, vari templi sparsi in città, i Garden By the Bay e cena all interno dei garden alle bancarelle gastronomiche

05/08/15

Stamane siamo andate in una zona molto carina sempre nei pressi di Little India: tutte le vie traverse della strada principale Geylang Road (sono vie numerate non potete sbagliare) per poi passare all acquisto dei souvenir a chinatown.

Nel pomeriggio faceva talmente caldo che abbiamo passato le ultime ore nella piscina dell albergo per poi andare a fare l aperitivo all ultimo piano del Marina By Sand e a cena nel bellissimo quartiere Clarke Quay al ristorante Jumbo Seafood, quartiere molto interessante ma soprattutto pieno di locali per i giovani per bere e divertirsi

06/08/15

Sveglia presto e pullman fino a Melaka, viaggio di 4 ore ma ottimo autista anche se abbiamo nel percorso trovato pioggia. Dalla stazione centrale abbiamo cambiato i soldi e preso un taxi fino all albergo (JONKER BOUTIQUE HOTEL). Tutto sommato per essere in centro era molto accettabile. La città a parte la via centrale non ci è piaciuta particolarmente. Siamo anche riuscite per caso a trovare un ristorante decente in riva al fiume, a mangiare in strada non ci siamo fidate per niente e la maggior parte dei ristoranti scritti sulla guida erano chiusi.

07/08/15

Dopo una colazione favolosa molto italiana in un barettino vicino all albergo siamo tornate alla stazione e abbiamo preso il pullman per Kuala Lumpur. Anche in questo tragitto abbiamo incontrato brutto tempo e pioggia (all incirca 2 ore di viaggio). Dalla stazione di KL abbiamo preso il trenino fino a Chinatown dove avevamo l albergo (SWISS INN). L'impatto è stato terribile, pessimo quartiere con gente non troppo bella ma alla fine ci siamo molto adattate alla zona e l albergo per essere immerso nel caos più totale delle bancarelle era decente! Come prima visita ci siamo recate a vedere le Petronas Towers e tutta la zona circostante. Abbiamo cenato in zona e alla sera taxi tutto matto per tornare all albergo. Siamo anche capitate in un fine settimana con il gran premio quindi c era il doppio del caos.

08/08/15

Oggi per vistare tutta la città abbiamo preso un pullman di quelli che scendi alle fermate che ti interessano così in una giornata siamo riuscite a girarla come sia deve (parco uccelli, museo islamico, Mardeka Square, museo nazionale, templi e moschee, Central Market). Ci siamo anche per caso imbattute in un matrimonio locale al lago ed è stato fichissimo. Dopo cena abbiamo terminato con la visita delle bancarelle nel nostro quartiere

09/08/15

Abbiamo preso un altro singolare taxista fino all aeroporto, volo di 50 minuti con AirAsia per Kota Baru, trasferimento sempre in taxi per 30 minuti a Kuala Besut. Da qui è cominciata la nostra avventura sulle isole. La traversata in barca è un'esperienza, o ti piace o la odi; i primi 5 minuti sono stati per me da panico! Poi diciamo che ti abitui ma la velocità a cui vanno, le botte che prendi e il fatto che l'autista aveva 8 anni sono difficili da digerire (30 minuti di traversata). Ci hanno lasciato su una piattaforma davanti al resort e loro sono venuti a recuperarci son una barchetta ancora più piccola. Ormai era pomeriggio quindi abbiamo optato per spiaggia nel nostro resort e cena lì. Abbiamo soggiornato all Alunan. Resort nuovo e molto bello con alcune lacune: purtroppo è fuori dal mondo e ti devi sempre spostare; inoltre il bagno nel mare davanti non si può fare perché l acqua è molto bassa e piena di coralli e pietre sul fondale. L'albergo comunque noleggia le scarpe adatte per chi vuole comunque provare ad entrare in acqua. Il wi.fi prende solo alla reception e per andare alle camere (se non l'avete al primo piano) dovete fare 200 scalini, bisogna armarsi di pazienza; meno male che almeno con i bagagli ti aiutano loro. Colazione e menù del ristorante è al 90% Malese. Il personale comunque è utile in tutto quello che può servire.

10/08/15

Dopo colazione ci siamo trasferite con la solita instabile mini barchetta a mille km/h sulla spiaggia di Long beach: è la spiaggia più attrezzata, dove puoi avere ombrelloni, barettini, negozietti, ristoranti e se proprio uno vuole anche zone relax/massaggi. Tutte le spiagge distano a non più di 10 minuti dai vari resort. Ci siamo fermate a cena al BUBU: ottimo ristorante gestito da una coppia di italiani. Purtroppo siamo ritornate al resort con il buio e il viaggio in barca è stato molto movimentato e inquietante, non lo consiglio vivamente ed è un peccato perché su quella spiaggia la sera è carino passarci del tempo; inoltre con la bassa marea il taxi boat ci ha lasciate lontano dalla riva e la pila è stata indispensabile per raggiungere la riva (e anche le scarpette!)

  • 2693 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social