Malaysia peninsulare, isole e singapore

ORGANIZZAZIONE: FAI DA TE con l’aiuto della Bibbia “LONELY PLANET”, tutti i siti internet sulla Malesia, e tutte le persone del forum di TPC che mi hanno fornito utili consigli. ------- VOLO da ROMA CON MALAYSIA AIRLINE A/R EURO 600.00 ...

  • di Fla
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

ORGANIZZAZIONE: FAI DA TE con l’aiuto della Bibbia “LONELY PLANET”, tutti i siti internet sulla Malesia, e tutte le persone del forum di TPC che mi hanno fornito utili consigli.

------- VOLO da ROMA CON MALAYSIA AIRLINE A/R EURO 600.00 A TESTA COMPRESO 1 VOLO INTERNO ------- HOTEL A KUALA LUMPUR : SWISS GARDEN 4 STELLE PER 2 GIORNI EURO 90 IN DUE MANDARIN PACIFIC 1 GIORNO 25 EURO A CAMERA CON PRIMA COLAZIONE ------- 3G/2N TAMAN NEGARA: 145 EURO A TESTA COMPRESE ESCURSIONI ALLOGGIO E PASTI E TRAFERIMENTI VARI -------- 7G/6N ISOLA DI PERHENTIAN BESAR 410 EURO IN DUE COMPRESI PASTI, TRASFERIMENTI E VIAGGI SNORKELING 7G/6N ISOLA DI REDANG 300 EURO IN DUE COMPRESI PASTI, TRASFERIMENTI E VIAGGI SNORKELING -------- 3g/2n SINGAPORE: HOTEL ORCHARD PARADE 5 STELLE 175 EURO anzi 150 poi vi spiego..

Perché Malaysia? Perché ho letto un articolo sulla rivista mensile “Partiamo” e abbiamo pensato “perché non partiamo anche noi?”...

Dopo quasi un anno a progettare questo viaggio finalmente il 24 Giugno è arrivato! Decolliamo alle 14.30 con 45 minuti di ritardo e le bellissime hostess con la divisa tipicamente orientale distribuiscono le salviettine umide , ah che bello come al ristorante cinese ! E ci danno anche il foglio da compilare e consegnare poi al controllo passaporti(potete tranquillamente evitare di dichiarare i soldi). Sono quasi 12 ore di viaggio nelle poltrone della classe economica, una tortura, veramente scomode, e fra un film, qualche giochetto e qualche sonnellino eccoci a Kuala Lumpur alle 7, 30.

In aeroporto cambiamo subito qualche euro per acquistare i biglietti del trenino “KLIA EXPRESS” (35 ringgit solo andata più o meno 7 euro)che in 28 minuti ci porterà in città.

Arriviamo alla stazione di KL Sentral, questa grande stazione sarebbe un’estensione dell’aeroporto dove è possibile fare il check in e dove partono le metropolitane e i treni locali, qui cambiamo il nostro primo travellers cheque e dove l’uomo del cambio ci chiede” where are you from?” e noi “Italy, Rome” e lui “ah yes! Francesco Totti!” e così abbiamo scoperto anche per il resto della vacanza che se vi chiedono da dove venite basta rispondere Francesco Totti e anche il malese che vive nella capanna nella jungla capirà che siete italiani!! Bene, il secondo mezzo di trasporto che prendiamo è la monorotaia,( la tariffa dei biglietti è a seconda della fermata)e così arriviamo nei pressi del nostro albergo prenotato da internet, dopo qualche minuto camminando vediamo l’enorme Swiss Garden Hotel, un hotel di 4 stelle che si trova fra la zona di Bukit Bintang e Chinatown.

Conquistata la camera crolliamo letteralmente dal sonno e quindi ci facciamo un pisolino di circa.. 2 ore e poi via per le strade di Kuala Lumpur, ben presto ci rendiamo conto che il clima è pesante, aria afosa che toglie il respiro.

Prendiamo la jalan Bukit Bintang pieno zeppo di ristoranti per tutti i gusti e accalappiatori di clienti per massaggi di riflessologia plantare, ci infiliamo nel centro commerciale LOT 10 a fare strepitosi acquisti e da qui usciremo solo alle 18 per poi prendere un taxi e dirigerci verso le grandiose Petronas tower. Le torri sono veramente spettacolari soprattutto di notte quando sono illuminate, all’interno c’è il Suria shopping center degno di un saltino e anche di un “acquistino”! 26 Giugno: Kuala Lumpur Dopo una grandiosa colazione decidiamo di andare a Chinatown all’agenzia NKS e prenotare il Taman Negara , passiamo davanti alla stazione PUDURAYA da dove partono tantissimi pullman per varie direzioni della Malaysia e qui inizia il vero casino di gente, macchine, smog, confusione per lo più è domenica e c’è tantissima gente in giro, arriviamo alla conosciuta “Petaling street” la via pedonale di Chinatown dove c’è di tutto di più, carretti con frutta e cose da mangiare dall’aspetto indecifrabile, e stand di scarpe, orologi, magliette, erbe medicinali cinesi ecc.(molto caratteristico). In tutta la passeggiata ci accompagna una terribile puzza, puzza di che? Bò! Di tutto quello che c’è per strada , i marciapiedi sono terribilmente zozzi forse i più zozzi che abbiamo visto in Malaysia...Comunque, arrivati all’Hotel Mandarin Pacific dove c’è l’agenzia ci rendiamo conto che, essendo Domenica, l’agenzia è chiusa, bella fregatura perché avevamo programmato di partire il giorno successivo per il Taman Negara, quindi ci tocca un altro giorno a Kuala Lumpur così già che ci siamo prenotiamo una camera qui per il lunedì notte dato che il punto di partenza del pullman per il parco è di fronte a questo hotel.(116 ringgit a camera deluxe con prima colazione). La giornata continua con l’arrivo di un “coccolone”presumo da aria condizionata che mi costringe a stare in camera purtroppo fino alle 15 del pomeriggio...Dopo di chè mi riprendo e andiamo a vedere la famosa “Merdeka Square” dove fu proclamata l’indipendenza dagli inglesi nel 1957. E’ una piazza ben curata e molto grande facilmente riconoscibile dall’altissima asta portabandiera. Di fronte c’è un parco dove un tempo gli inglesi giocavano a cricket. Superata la piazza volevamo visitare la “masjid Jamek” la moschea, a detta della L.P. “la più bella di KL” ed effettivamente l’architettura ci colpisce, è un mix di stile coloniale e moresco con belle cupole ed archi , ma purtroppo non ci è possibile entrare in quanto è DOMENICA e chiude prima rispetto agli altri giorni della settimana, eh eh che fortuna eh?! Che si fa? Prendiamo un taxi e andiamo ai Lake Gardens

  • 3112 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social