Un mese all'avventura

Dopo avere letto su Turisti per Caso i racconti entusiastici sulla Malesia e sulla Thailandia decidiamo di partire alla volta di questi due bellissimi paesi, aggiungendo anche una puntatina a Singapore. Prenotiamo il volo Palermo – Roma – Bangkok e ...

  • di Morena e Michel
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Dopo avere letto su Turisti per Caso i racconti entusiastici sulla Malesia e sulla Thailandia decidiamo di partire alla volta di questi due bellissimi paesi, aggiungendo anche una puntatina a Singapore. Prenotiamo il volo Palermo – Roma – Bangkok e ritorno in agenzia, attratti da una buona offerta ( 1.700 euro in due), e gli hotels e i voli tra i paesi tramite i siti asiarooms, booking.Com ed airasia. Partiamo il 25 Maggio mattina per Roma Fiumicino e da qui verso Bangkok , con un boeing della Thai. Dopo 11 lunghe ore di volo atterriamo al nuovo aereoporto di Bangkok, il Suvarnabhumi. Cambiamo un po’ di euro e prendiamo un taxi che per 600 bath ci porta al nostro hotel, il Marriott Riverside Resort, dove trascorriamo 5 notti ( 92 euro a notte).

L’hotel è bellissimo, immerso in un lussureggiante giardino tropicale, ha una bella piscina, 5 ristoranti raffinati, beauty farm, palestra. La camera è grande ed elegante, la prima colazione è a dir poco fantastica. L’hotel è ubicato sulla riva sinistra del fiume Chao Praya, ma alcuni battelli sono messi a disposizione degli ospiti per trasportarli, gratuitamente, sull’altra riva del fiume.

Siamo troppo stanchi per uscire, così trascorriamo la giornata a riposarci e ci alziamo solo per cenare. Non vogliamo allontanarci troppo, così decidiamo di provare uno dei ristoranti dell’hotel.

Scegliamo il Trader Vic’s, con cucina polinesiana e mangiamo aragoste e pesce fresco per 80 euro in due ( un po’ caro per Bangkok ma la cena è davvero raffinata e squisita!).

Bangkok ci affascina subito, nonostante il traffico e l’umidità.

La giriamo in lungo e in largo con il battello espresso ( 13 bath a tratta a persona), i tuc tuc ( è d’obbligo contrattare!), lo skytrain ( veloce e supertecnologico).

La domenica visitiamo lo Chatuchak Market dove è possibile acquistare abiti, seta, porcellane, animali ( anche serpenti e scarabei enormi vivi!) e cibo a prezzi stracciati.

Nel pomeriggio, bagnati fradici di sudore, riprendiamo lo skytrain e andiamo a dare un’occhiata al Siam Paragon, grande centro commerciale con bei negozi e tanti ristorantini economici dove mangiamo qualcosa.

Il giorno seguente andiamo a vedere il famoso Buddha sdraiato posto all’interno del Wat Po ed io ne approfitto per farmi fare un massaggio di mezz’ora nella scuola di massaggi thailandesi ( 250 bath). Prendiamo un tuc tuc e ci facciamo portare a KhaoSanRoad, la via resa celebre dal film The Beach e in una delle tante agenzie di viaggio prenotiamo una escursione ad Ayutthaya per il giorno dopo ( 30 euro a pers.). Trascorriamo il pomeriggio nel quartiere di Little India, gironzolando tra i negozietti di stoffe e ceniamo al Mama’s, dove mangiamo del masala chicken e del tandoori chicken accompagnati da riso per 230 bath, bevande comprese...Bangkok è veramente super economica!! Arriva il giorno dell’escursione; ci vengono a prendere in pullman la mattina presto e partiamo , con altri turisti, per Ayutthaya, l’antica capitale del Siam.

Qui vediamo tanti Buddha seduti e sdraiati, tanti templi e il bel complesso degli Stupa della vittoria, all’interno dei quali si trovano le reliquie dei re. Visitiamo il Bang Pa Inn, la residenza estiva dei re e passeggiamo per i bei giardini.

Ritorniamo in hotel via fiume su un grande battello dove viene organizzato un buon pranzo a buffet.

Ceniamo al bellissimo ristorante Riverside Terrace dell’hotel dove è allestito un enorme buffet con piatti della cucina mongola, thai, giapponese e italiana e ammiriamo lo spettacolo di danze thai in costumi tradizionali

  • 1547 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social