Malesia e singapore agosto 2007

Vorremmo raccontarvi il nostro viaggio in Malesia e Singapore, con la speranza che possa essere utile a coloro che desiderano visitare questi meravigliosi luoghi, come i racconti letti su questo sono stati utili per noi! L’itinerario è stato il seguente: ...

  • di ELISA C.
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Vorremmo raccontarvi il nostro viaggio in Malesia e Singapore, con la speranza che possa essere utile a coloro che desiderano visitare questi meravigliosi luoghi, come i racconti letti su questo sono stati utili per noi! L’itinerario è stato il seguente: 1° agosto partenza da Milano in treno alla volta di Zurigo. Da qui volo con Emirates e arrivo a Singapore il 2 agosto facendo scalo di qualche ora a Dubai (spettacolare e caotico aeroporto!).

2-3-4-5 agosto Singapore: abbiamo alloggiato all’Albert Court, caratteristico albergo di sapore coloniale a pochi minuti da Orchar Road. Le giornate sono state dedicate alla scoperta di questa particolare città stato. A noi è piaciuta moltissimo, perché sembra un mondo a parte che unisce la tradizione (quartieri cinese ed indiano) la modernità più assoluta (MRT, grattacieli, quartieri iper-tecnologici) e gli scorci naturalistici (Orchid garden e zoo). Per chi ama lo shopping troverà “pane per i suoi denti”, ma credo che per cogliere la bellezza di Singapore sia necessario viverla camminando, scoprendo gli angoli più caratteristici, ammirandone lo sviluppo urbanistico. E’ infatti facilissimo muoversi all’interno della città grazie all’efficientissima e pulitissima rete di trasporti pubblici, ma è altrettanto facile perdere l’orientamento all’interno dei vasti e lussuosi centri commerciali.

5-6 agosto Melaka: con il pullman prenotato nei pressi della fermata MRT di Lavender Street siamo partiti alla volta della Malesia, scegliendo come prima tappa Melaka. Abbiamo alloggiato nell’occidentalissimo “City bay view hotel” a pochi minuti a piedi dal centro..In questa caratteristica città si respira un’aria completamente diversa da Singapore, molto più “asiatica” e con interessanti tracce storiche (zona portoghese, olandese e cinese). Sono sufficienti un giorno ed una notte, in quanto la zona storica non è molto estesa ma lascia la sensazione di ciò che un tempo doveva essere stata Melaka.

6-7-8-9 agosto Kuala Lumpur: con il pullman prenotato presso la stazione di Melaka, ci muoviamo in direzione di Kuala Lumpur dove arriviamo nel pomeriggio a Putra Station. Il primo impatto è stato “forte”: abituati all’ordine di Singapore ed alla calma di Melaka, ci siamo trovati catapultati nel caos più assoluto, di cui ci siamo però subito innamorati. Abbiamo alloggiato al Sol Melia in Bukit Bintang, comodissimo in quanto in posizione centrale all’interno del Golden Triangle, di fronte alla fermata della monorail. Ci siamo mossi all’interno della città solo con i mezzi pubblici. I giorni sono trascorsi a zonzo nella città, seguendo gli itinerari a piedi della Lonely Planet. Le zone da visitare sono i quartiere cinese, indiano, coloniale e quello malese. Di quest’ultimo non sono a conoscenza in molti, ma è il luogo da cui meglio si possono ammirare le Petronas Twin Towers, con il contrasto tra la modernità e le caratteristiche case malesi in legno. Sembra di essere in un villaggio di pescatori all’interno della città.! Interessante è il Central Market nel quartiere cinese: oltre a tutto ciò che si può acquistare in Petaling Street, questo mercato coperto offre bellissimi prodotti dell’artigianato locale. Siamo stati completamente rapiti dalla bellezza delle Petronas Twin Towers ed anche dalla bellezza del parco costruito a ridosso del Suria Center. Per avere una visuale dall’alto della città vi consiglio di salire sulla torre delle comunicazioni (punto più alto della metropoli). 9-10-11 agosto Taman Negara: con un pullman partiamo dal Crowne Plaza alla volta della foresta pluviale più antica del mondo! Giunti a Kuala Tembeling ci imbarchiamo con le caratteristiche barche e risaliamo il fiume fino al Mutiara Taman Negara Resort. La traversata è durata più di 3 ore ma è stato emozionante avvistare ogni sorta di animali (scimmie, uccelli colorati, bufali, cervi, iguane). La sera del nostro arrivo abbiamo fatto il “night jungle trekking” in cui viene mostrata la vita notturna degli insetti. Il mattino successivo trekking di 4 ore nella giungla con attraversamento dei ponti sopsesi, mentre nel pomeriggio abbiamo risalito un ramo del fiume (spettacolare!) fino ad arrivare ad un’ansa in cui si poteva sia fare il bagno che farsi “frullare” dalle rapide! L’esperienza al Taman Negara è stata per noi emozionante ed intensa, tanto da non avvertire il caldo e l’umidità. Sicuramente ci sono esperienze più estreme ed avventurose, ma se si vive la natura e non si pensa che siano solo percorsi turistici, si entra in contatto con un mondo nuovo ed affascinante! Non abbiamo avuto il temuto incontro con le sanguisughe, ma solo perché i quei giorni non è piovuto. In alternativa preparatevi! 11-12 agosto Kuala Lumpur: avendo il volo per Kota Bahru il mattino seguente molto presto avevamo pensato di alloggiare al Concorde Inn nei pressi dell’aeroporto. Inutile dire che la frenesia di Kuala Lumpur ci mancava terribilmente. Appena arrivati in albergo, dopo una veloce doccia, abbiamo ripreso il treno verso la città! La serata è trascorsa nel nostro ristorante preferito, passeggiando nelle sue caotiche vie, rivedendo le Petronas. Siamo poi ritornati in taxi in albergo...Che avventura con il driver che si addormentava alla guida in autostrada!! 12-21 agosto Perhetian Besar- PIR: il volo di Malaysian Airlines ci porta a Kota Bahru , da cui con un taxi raggiungiamo Kuala Besut da dove partono i motoscafi per le isole Perhentian

  • 3410 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social