K.L., Melaka, Perhentian tra modernità e natura

Il richiamo dell’oriente è sempre forte e la Malaysia o Malesia come diciamo noi, sembra fare al caso nostro, offrendo la giusta combinazione di modernità e natura, attrattive turistiche per tutte le tasche, eccellenti strutture e trasporti efficienti. Programmiamo il ...

  • di fedina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il richiamo dell’oriente è sempre forte e la Malaysia o Malesia come diciamo noi, sembra fare al caso nostro, offrendo la giusta combinazione di modernità e natura, attrattive turistiche per tutte le tasche, eccellenti strutture e trasporti efficienti.

Programmiamo il viaggio per Settembre, nonostante di norma preferiamo sfuggire dal freddo (ormai relativo) dei nostri inverni, in modo da poter soggiornare alle isole Perhentian, chiuse al turismo da Novembre a Febbraio a causa del monsoni.

Difficile, per il periodo e perché non ci muoviamo mai con troppo anticipo, la ricerca di un volo a prezzo ragionevole che non ci costringa ad improbabili combinazioni. Scegliamo KLM, 852 euro a testa, partenza da Bologna, che con due sole ore di scalo ad Amsterdam ci fa raggiungere Kuala Lumpur. L’aeroporto Shiphol di Amsterdam è spettacolare, secondo noi più di quello di Kuala Lumpur. Voli puntuali sia all’andata che al ritorno, personale cortese, servizi a bordo molto spartani con un unico comune piccolissimo monitor in lontananza su cui viene proiettato lo stesso film per tutti. Per fortuna viaggiamo di notte e dopo l’assunzione di una discreta dose di benzodiazepine cadiamo tra le braccia di Morfeo.

Per il volo interno su Kota Bharu e per quello sulla Cambogia, dove trascorreremo otto giorni ci affidiamo alla compagnia low-cost AirAsia, efficiente, affidabile e puntuale.

Attenzione però perché capita che alcuni voli vengono cancellati, soprattutto per le destinazioni che hanno più di un volo al giorno, generalmente non viene mai cancellato l’ultimo volo della giornata ma piuttosto quelli intermedi. Inoltre la compagnia è molto fiscale con la franchigia, oltre i 15 kg è richiesto il pagamento di una piccola cifra per ogni kg eccedente. Peccato che le bilance siano tarate in modo diverso nei vari aeroporti, la stessa valigia mai nemmeno aperta che pesava 15 kg a Phnom Penh ne pesava improvvisamente 18 a Kuala Lumpur?? Abbiamo sottoscritto una assicurazione sanitaria on-line con l’agenzia “Viaggi sicuri”, già utilizzata per viaggi precedenti. In passato abbiamo chiesto loro e ottenuto senza problemi il rimborso per le spese sanitarie che purtroppo avevamo sostenuto. Spesa in due per 27 giorni: euro 133.36. Ma questa volta fortunatamente non c’è stato bisogno di richiedere alcun rimborso.

Il clima a Settembre è caratterizzato da un’umidità pazzesca. I capelli e la biancheria non si asciugano mai, le copertine di libri e passaporti si arricciano e si suda incredibilmente. Il basso ferrarese a confronto sembra il deserto del Sahara.

Il tempo è molto variabile, una continua alternanza di sole e nuvole. In Malaysia continentale non abbiamo avuto un solo giorno senza pioggia anche se generalmente si trattava di temporali di breve durata o di pioggerellina. Alle Perhentian invece, su dieci giorni di permanenza, soltanto due sono stati interamente soleggiati. Non sappiamo se per il periodo, ma la particolarità di queste isole sembra essere l’assenza di vento, per cui quando le nuvole si radunano li sopra, non si spostano più per l’intera giornata trasformando l’intero paesaggio in un film in bianco e nero. Tutta salute per la pelle, ma che tristezza! Ogni sera poi dalle 17.00 alle 20.00 l’isola è colpita da un temporalone violento. Non abbiamo visto un solo tramonto perché a quell’ora pioveva oppure era nuvoloso.

Cosa ci è piaciuto di più di questo viaggio: · nuotare con le tartarughe giganti che “brucano” sui fondali per risalire ogni tanto in superficie a respirare

  • 1736 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social