Royal Island: Maldive da sogno

Dall’1 al 9 maggio 2006 io e mia moglie Simona abbiamo passato una settimana da sogno in quest'isola situata nell'atollo di Baa. Dopo il volo Eurofly (soliti sedili a 5 millimetri di distanza e cibo tipo pet food), siamo giunti ...

  • di braghettone
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Dall’1 al 9 maggio 2006 io e mia moglie Simona abbiamo passato una settimana da sogno in quest'isola situata nell'atollo di Baa. Dopo il volo Eurofly (soliti sedili a 5 millimetri di distanza e cibo tipo pet food), siamo giunti finalmente a Malè intorno alle undici di mattina ora locale. Essendo arrivati con un’ora di anticipo per cambio vettore aereo, non c’era nessuno ad attenderci ed il banco Royal Island era desolantemente vuoto. Panico. Fortunatamente chiediamo informazioni ad un gentilissimo maldiviano, il quale sparisce sorridendo e bofonchiando qualcosa in lingua autoctona. Già comincio a pensare che la proverbiale disponibilità maldiviana sia una bufala, quando vengo solennemente smentito dallo stesso maldiviano che si presenta con la corrispondente a Malè del nostro Resort. Sorrisi e serenità aleggiano sul volto di tutti i maldiviani con cui abbiamo a che fare, inoltre notiamo che sono mediamente molto belli, con tratti somatici delicati ed armoniosi. Il primo approccio nel lounge privato all'aeroporto degli idrovolanti è stato indicativo di ciò che ci avrebbe atteso dopo poche ore. Infatti, in una saletta appartata, tranquilla, molto ben arredata e piacevolmente climatizzata, una gentilissima ragazza ci offre un cocktail fresco e delle salviette (in tessuto) aromatizzate al limone.

Quaranta minuti di emozionante viaggio in idrovolante, ci consentono di osservare i meravigliosi colori che caratterizzano le acque intorno agli atolli, dal blu profondo del mare aperto, si spazia attraverso tutta la gamma cromatica del verde e dell’azzurro...Una favola. Consiglio a chiunque di non perdersi questo spettacolo.

Giunti alla nostra isoletta (piuttosto grande per lo standard maldiviano – 700mt x 300mt), siamo stati accolti con una noce di cocco dissetante e, sbrigate le formalità di rito in tre minuti, ci hanno accompagnato al nostro bungalow. Spazioso, elegantemente arredato, pieno di ogni confort immaginabile e perfettamente pulito due volte al giorno, bagno king size con vasca ed ovviamente doccia maldiviana con splendida vista sulla rigogliosa vegetazione dell’interno isola...Un piacere fare la doccia così! Finito il sopralluogo nella nostra casetta, usciamo dalla porta che da su una spaziosa veranda e intravediamo, oltre la lussureggiante vegetazione che ombreggia il bungalow, qualcosa di abbagliante...Che sarà mai??? Ma è la spiaggia! Candida, immacolata e circondata dalla laguna di un azzurro incredibile. A 30 metri il movimento della risacca ci indica che il reef corallino è comodamente a portata di braccio...Bene, bene.

La spiaggia è quasi più pulita della camera, non un'alga, né un bastoncino di legno...Solo splendida sabbia e talvolta qualche pezzo di corallo sbiancato. Pranziamo divorando il cesto di frutta di benvenuto (tra cui due mangos incredibilmente buoni) e non stando più nella pelle dal momento in cui ho messo piede sull’isola, mi butto in acqua con la fidata maschera e le pinne. I dubbi su un'ipotetica congestione passano subito, essendo l’acqua alla temperatura ideale per lo snorkeling, non è un brodo ma ci si può sguazzare per ore perché è meravigliosamente tiepida.

Era la mia prima volta alle Maldive e non mi aspettavo i colori del Mar Rosso, però devo dire che comincia a vedersi una ripresa ed alcune zone sembrano quasi risparmiate dallo sbiancamento. Ma la cosa più inebriante è la quantità mostruosa di pesciame...Incredibile. In alcuni punti ci si imbatte in muraglie di pinnuti e, appena più avanti, eserciti di rosicchiatori di corallo che, in effetti, fanno in casino tremendo con il loro mastichìo incessante! Comunque i colori dei vari pappagalli, chirurghi, balestra ripagavano abbondantemente delle carenze del substrato...A parte i simpaticissimi balestra titano, dei quali avrei quasi quasi fatto a meno

  • 1406 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social