Bandos maldive

BANDOS island resort Serena e Silvia atollo di male nord Partiamo il 18 gennaio 2006 per una settimana di vacanza relax ed è quello che troviamo! Decolliamo da Verona con scalo a Sarja (Emirati Arabi) e arriviamo puntualmente e tranquillamente ...

 

BANDOS island resort Serena e Silvia atollo di male nord Partiamo il 18 gennaio 2006 per una settimana di vacanza relax ed è quello che troviamo! Decolliamo da Verona con scalo a Sarja (Emirati Arabi) e arriviamo puntualmente e tranquillamente in 10 ore. Poi l’azzurro del mare e del cielo, i colorati pesci e i profumati fiori vincono i ricordi di gelo e lo stress che ci portiamo appresso. Stupendo! Un anno di risparmi ben spesi (1.400 euro a testa su cisalpina).

Dall’aeroporto 15 minuti di barca veloce arriviamo a Bandos, fa caldo e soffriamo un po’ con i jeans e il maglione. L’isola è da fotografia e immersa nel verde (curatissimo dai giardinieri), il nostro bungalow (standard) è semplice ma ampio e pulito, e mantenuto in perfetto stato, la sabbia inizia appena fuori dalla veranda e il mare è a 10 metri.

Essendo un paese mussulmano il personale locale è tutto maschile ma nonostante capiscano quello che gli dici non ti rivolgono la parola se non interpellati (ti fanno solo gran sorrisi.) Nel ristorante principale la cucina è internazionale e l’offerta dei cibi è molto varia e abbondante. Per chi ha voglia di cambiare ci sono due ristoranti in riva al mare a pagamento molto romantici, che servono aragosta e altri piatti ricercati.

La mia attività preferita di questa vacanza è lo snorkeling, vista l’acqua tiepida e le migliaia di pesci. Consiglio prima di partire di fare un paio di lampade solari, onde evitare di dover sempre usare solo creme ad alta protezione, senza mai riuscire ad abbronzarsi veramente. Nel villaggio non c’è animazione, però c’è un bar vicino al ristorante dove quasi tutte le sere suonano dal vivo o fanno altri spettacoli locali, inoltre c’è la possibilità di fare molte cose: tennis, badminton, squash, ping-pong, biliardo, calcio balilla, idromassaggio, palestra con pesi e macchine. Le escursioni consistono tutte in un giretto in barca nelle isole limitrofe anche queste in tema riposo e natura: l’unica che sconsiglio è Male dove non c’è niente di particolarmente bello o storico da vedere. Io l’ho fatta per fare un pò di shopping, ma avrei potuto fare la stessa cosa sull’isola dei pescatori. Lo stipendio medio maldiviano è di 30 dollari, ed è bene tenerlo presente per dare le mance e per lo shopping dove si arriva a uno sconto del 70% dalla richiesta iniziale.

Sull’isola non ho trovato nessun lavoro in corso, nessun rumore di generatore, nessun aereo che la sorvola, e la consiglio a chi vuole una vacanza di relax e senza avventure sentimentali.

  • 899 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social