Relax Giravaru

Questa volta io e Giò, (che è costretta da anni su sedia a rotelle, cosa che non ci ha mai impedito di girare il mondo autonomamente!) decidiamo di concederci una tregua dai nostri estenuanti e avventurosi viaggi zaino in spalla. ...

  • di vagamondi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Questa volta io e Giò, (che è costretta da anni su sedia a rotelle, cosa che non ci ha mai impedito di girare il mondo autonomamente!) decidiamo di concederci una tregua dai nostri estenuanti e avventurosi viaggi zaino in spalla. E quale miglior posto per riposare un po’mente e ossa di un atollo solitario nel bel mezzo dell’ Oceano Indiano, alle Maldive? Eh si, anche noi viaggiatori per una volta ci “viziamo” un po’. Nostri compagni di viaggio saranno Graziana e suo marito Luca, che viaggia con noi per la prima volta. Abbiamo prenotato il tutto tramite internet approfittando di una super offerta (infatti non sarebbe la stagione migliore per le Maldive). Appena arrivati all’aeroporto di Malè, veniamo trasferiti in motoscafo all’atollo di destinazione, Giravaru, che raggiungiamo in 20 minuti. Subito ci sembra di essere sbarcati in un altro mondo: vegetazione lussureggiante, palme dappertutto, gente sorridente, e tutt’attorno mare e solo mare! L’atollo di Giravaru occupato interamente dal resort, è lungo e largo non più di 150 metri (a piedi lo si gira tutto in meno di dieci minuti!). Ci sono solo il ristorante, un bar, un campo da tennis e da pallavolo, due negozietti di souvenir locali, il centro diving, i piccoli bungalow per gli ospiti, un piccolo molo e nient’altro….Una favola! Da un lato dell’isola in lontananza si vede la capitale Malè, ma è sufficiente spostarsi sull’altro lato e l’orizzonte diventa solo mare! Veniamo subito condotti alle nostre semplici camere. Hanno tutte un terrazzino che dà sulla spiaggia: basta aprire la porta e…voilà, si è sulla la spiaggia e sul mare che avevamo sempre visto sui cataloghi! E, nonostante la stanchezza del viaggio, subito ci tuffiamo! L’acqua è calda e color turchese con sfumature blu che evidenziano la barriera corallina! Magnifico….Giò non la tiene più nessuno e già dopo una mezz’ ora ha fatto il giro a nuoto dell’isolotto! Maschere e pinne per lo snorkling sono obbligatorie! Le giornate passanno così nel più assoluto relax! Giò, provetta sub, si immergerà quattro volte lungo i fondali della barriera corallina, in compagnia del bravo Alì, capo istruttore del diving. Proverà per la prima volta anche l’immersione notturna, alquanto suggestiva!!! Anche Gra proverà per la prima volta ad immergersi per ammirare gli splendidi fondali. Io invece affino ulteriormente il mio snorkling… Ci sono tantissimi e coloratissimi pesci, dalle forme bizzarre, spesso incuriositi più che spaventati dalla nostra presenza! Pesci pagliaccio, balestra, angelo, calamari, piccole razze, polipi, tartarughe, aquile di mare…peccato che non avvistiamo le bellissime mante. Anche lo spettacolo dei coralli è davvero suggestivo: la delicatezza delle forme e la varietà di colori ne fanno vere opere d’arte viventi. Molti resti di coralli morti giacciono sul fondo: in parte lo tsunami ha lasciato il segno anche qui, ma la natura si è già rimessa all’opera per ricostruire una delle sue ,meraviglie più affascinanti! La maggior parte del tempo quindi lo passiamo con la testa sott’acqua! Ci fermiamo solo per mangiare le tante prelibatezze che il grande ristorante a capanna del resort ci offre a pranzo e cena… Siamo fortunati e per tutta la vacanza, nonostante non sia la stagione migliore, troviamo sempre bellissime giornate. Dopo aver ammirato, spesso da soli nelle spiaggette deserte, gli splendidi e placidi tramonti, altro da fare non c’è che rilassarsi dopo cena su una panchina del piccolo molo, o ascoltare il rumore delle onde comodamente seduti nelle sdraio della terrazza! Che pace!! (Per fortuna nel resort non c’è animazione, che altrimenti avrebbe guastato la tranquillità del posto). Qui le giornate passano lente, tranquille ma emozionanti; e così abbiamo il tempo per goderci questi panorami mozzafiato….. Difficile dimenticare i tanti pesci, i fondali spettacolari, il colore dell’acqua, Giò che si immerge nell’Oceano e che in acqua trova il suo ambiente ideale, le spiaggette deserte, la cordialità e i sorrisi del personale maldiviano del resort e non (qui, dal funzionario doganale al giardiniere, dal pescatore al personale dell’aeroporto sono tutti di una cordialità e gentilezza senza pari – una differenza abissale rispetto all’Italia…che al ritorno si evidenzierà una volta di più nel modo davvero scortese e arrogante in cui vedremo trattare dai funzionari italiani gli stranieri sbarcati dal nostro stesso aereo…un comportamento inaccettabile e intollerante che ci lascia pieni di vergogna e imbarazzo), il silenzio rotto solo dal rumore del mare, i tramonti spettacolari e le notti tranquille di luna piena…..Una vacanza così ci voleva proprio in preparazione dei prossimi viaggi……

Se vuoi vedere le foto dei ns viaggi, visitaci al sito : WWW.VAGAMONDI.IT

  • 414 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social