Vacanze da sogno alle Maldive

Una settimana negli atolli maldiviani per festeggiare il nostro 10° anniversario tra coralli enormi e colorati e spiagge da cartolina

  • di Redeyes5
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Una settimana in guest-house per festeggiare il nostro 10° anniversario, un’esperienza autentica e che non ha niente da invidiare ai resort più blasonati. Per il nostro 10° anniversario decidiamo di regalarci una vacanza! E dico vacanza e non viaggio perché di vacanze vere e proprie, quelle rilassanti e senza orari, noi ne abbiamo fatte veramente poche... ma questa è l’occasione giusta!

Dopo aver vagliato diverse mete, ognuna delle quali però aveva sempre qualcosa che non ci ispirava o che non consideravamo adatta al grande evento da festeggiare, ci imbattiamo su Facebook in un’offerta del White Maakanaa Lodge, una guest house di proprietà italo-maldiviana che si trova sull’isola di Keyoodooh, atollo di Felidooh, a un’ora e mezza di speed boat dall’aeroporto di Malè. La loro proposta comprende: camera matrimoniale con bagno privato; pensione completa a buffet con diversi primi e secondi, pesce sempre fresco, verdure cotte e crude, frutta e dolci; bevande analcoliche illimitate; escursioni giornaliere su isole deserte vicine o lingue di sabbia dove si pranza; cena a lume di candela sulla spiaggia e una cena maldiviana tipica; trasferimento in speed boat. Il preventivo è di 2.280 $ a coppia (a cui noi abbiamo dovuto aggiungere circa 50$ per due isole private dove abbiamo fatto l’escursione e circa 150 $ che abbiamo voluto lasciare come mancia, ma che non è assolutamente obbligatoria!). Utilizzando il traghetto invece della speed boat si risparmia veramente tanto, ma dato che è un’occasione speciale ci trattiamo bene!

NOTA IMPORTANTE

Le Maldive sono un paese musulmano, perciò bisogna osservare alcune regole (che nei resort invece non troverete) come ad esempio: non esistono bevande alcoliche, quello che si può usare per un aperitivo è la birra analcolica o cocktail di frutta; non si mangia carne di maiale, per me non è un problema perché non mangio carne… e comunque essendo un’isola è molto più facile mangiare pesce che carne. Il venerdì è il giorno di festa, quindi le escursioni che durano tutto il giorno sono sospese, eventualmente si può uscire per uno snorkeling fino alle 10.30 oppure dalle 14 in poi.

Infine, è richiesto un abbigliamento dignitoso fuori dalla spiaggia, (dove è consentito stare in costume) quindi no torso nudo per gli uomini, spalle e gambe coperte fino al ginocchio per le donne.

Troviamo un volo diretto con Meridiana partenza Milano Malpensa alle 19.30 di sabato 21/1/17 e arrivo alle 9.30 ora locale del 22/1/2017 all’aeroporto di Malè, costo 700 € a testa; non poco, ma ormai manca un mese alla partenza perciò ci accontentiamo.

Arriva il giorno della partenza! Il volo fila liscio, l’aereo è mezzo vuoto, i pasti sono un po’ scarsi in qualità e quantità, l’intrattenimento è pessimo… e finalmente alle 9.30 arriviamo a Malè! Dato che noi siamo partiti solo con il bagaglio a mano, usciamo in pochi minuti dal Terminal.

Con 20 minuti di ritardo arriva l’incaricato che ci deve accompagnare alla barca e purtroppo ci dice che dobbiamo aspettare un altro gruppo di italiani che arriva col volo Emirates un po’ più tardi e che condividono con noi la barca, diretti alla stessa isola, probabilmente nella guest-house gestita da Maldive alternative, altro TO molto famoso per vacanze low cost alle Maldive, ma i prezzi confrontati sono più o meno gli stessi.

Finalmente alle 11.30 partiamo e dopo circa un’ora e mezza arriviamo al molo di Keyodooh dove veniamo accolti da Fittey, il ragazzo che gestisce gli ospiti e tutte le attività della guest house, e alcuni ragazzi dello staff che ci portano un aperitivo alla frutta e salviette rinfrescanti perché stiamo schiattando di caldo! Ci sistemiamo nella nostra stanza, dove sul letto a baldacchino ci hanno fatto delle decorazioni con gli asciugamani e con i fiori e poi subito a pranzo! Il pomeriggio lo passiamo sulla spiaggia dell’isola perché gli ospiti sono partiti per l’escursione la mattina e poi sinceramente siamo molto stanchi per via del volo lunghissimo. La spiaggia è molto carina, raccolta, con strutture in legno e palme dove ripararsi dal sole, lettini e sdrai e la classica dondola! Ovviamente non è la spiaggia maldiviana da cartolina, con la sabbia borotalco e l’acqua color piscina, però è comunque molto carina! Mettiamo la crema protezione 50 portata da casa e poi subito in acqua! C’è una ricca barriera corallina a pochi metri dalla riva con i classici pesci colorati e tanti squaletti! Alle 17.45 il nostro accompagnatore ci aspetta per farci fare il giro dell’isola a piedi (qui non ci sono strade e l’unico mezzo di trasporto è eventualmente la bici), dove ci mostra il porto, i due bar, la moschea, la scuola e l’ospedale. Ci spiega dove nuotare e dove invece evitare a causa delle correnti e assistiamo alle ore 18.30 al nostro primo meraviglioso tramonto maldiviano! Dopo cena, la tappa fissa è il porto, dove la sera i pescatori buttano gli scarti del pesce che attirano tantissime razze e squali nutrice di 2 metri… bellissimi! E noi possiamo osservarli benissimo perché possiamo restare sulla banchina, le razze sono enormi e si notano persino le remore che nuotano attaccate agli squali. L’indomani cominciano le nostre escursioni

  • 5917 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social