Maldive alternative

Per scoprire le Maldive, quelle vere, dovete alloggiare in una guest house, proprio come abbiamo fatto noi

  • di vale302
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Per questa vacanza dimenticatevi la parola Resort, perchè per scoprire le Maldive quelle vere, non dovete andare in un Resort, ma in una Guest House, proprio come abbiamo fatto noi.

La nostra partenza è prevista per il 24 gennaio ore 14.00 da Malpensa con volo Emirates passando per una sosta a Dubai di 4 ore; direzione, 3 gradi 26,74 primi nord e 73 gradi 33 primi est, in una parola Maldive, Atollo di Felidhoo isola di Keyodhoo.

Prima di partire ricordatevi di mettere in valigia ASSOLUTAMENTE, crema protettiva 50, anche se siete tipi che si abbronzano al primo raggio di sole, senza quella crema vi scotterete, un maglia per quando nuotate o passeggiate sulle varie spiagge, altrimenti con il riflesso dell'acqua vi scottate che è una bellezza, cappellino, asciuga capelli e per finire le scarpette per i fondi con i coralli.

Arrivati a Malé il 25 gennaio verso le ore 11.00 ora locale, ci accoglie il sole ed una temperatura di 28 gradi.

Dopo 2 ore di barca veloce in cui conosciamo la nostra guida Idress ed un gruppo di 13 persone di Fidenza, giungiamo a Keyodhoo. L'isola è abitata da 700 persone. E' un'isola di pescatori e passeggiando fra le varie vie, vedrete vari negozi, la scuola, l'asilo, la Moschea da cui sentirete il richiamo del Muezzin all'alba ed al tramonto, l'ospedale ed un centro di ricreazione/svago, dove potrete recarvi la sera, per far due chiacchiere con gli abitanti, giocare a ping-pong, a carambola oppure guardare la televisione. La prima giornata, si conclude con l'assegnazione delle camere e la cena durante la quale Idress, ci da le info su come si svolgeranno le nostre giornate ovvero, colazione alle 8.00 partenza per le escursioni alle 09.00, pranzo verso le 13.00 e cena alle 20.00.

La nostra Guest House, si compone di uno spazio esterno dove vi sono delle sedie ed una sdraio e si ha la possibilità anche di stendere i vestiti ad asciugare, si ha poi un ingresso, con un soggiorno in comune, dove c'è un frigorifero in cui troverete le bottiglie d'acqua (le bottiglie sia piccole che grandi hanno riportato sul tappo, il numero della stanza, quindi è impossibile sbagliare). La nostra stanza, la numero 3, è spaziosa, con letto matrimoniale molto rigido ma comodissimo anche per chi come me ha un’ernia alla schiena, armadio, aria condizionata, bagno con doccia anch'essa spaziosa, wc, lavandino. Niente Bidet ma è sostituito da un doccino. Ricordatevi di portare con voi il phon/asciuga capelli, in quanto non è presente.La camera vi verrà rifatta sia al mattino che la sera e la sera al vostro ritorno in camera, troverete delle composizioni sul letto (cigni, ventaglio, conchiglia ecc), create utilizzando il lenzuolo o gli asciugamani. Tranquilli c'è anche la connessione al wi-fi gratuito, così potrete mandare le foto, di questo paradiso a colleghi e familiari che saranno al lavoro.

Il cibo è stato ottimo la colazione offriva pane tostato, brioche, pane morbido, biscotti al cioccolato, torte, marmellate, frutta, succhi di frutta, spremuta d'arancia, thè, caffè solubile Nescafè ed una bevanda chiamata Ye Yè, che era un caffè latte molto buono.

Il pranzo e la cena offrivano, acqua, coca cola, fanta, riso, pasta, pesce, verdura, piatti a base di curry, dolci, frutta the è caffè. Complimenti al cuoco, perchè per la prima volta in vita mia all'estero ho mangiato la pasta degno di questo nome, cotta al punto giusto con un perfetto accostamento di sapori

  • 3244 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social