Las rutas dell’eredità dell'al-Andalus

A Malaga a Casa di Picasso, un po’ di mare della Costa del Sol e giri tra alcuni Pueblos Blancos

  • di Libra
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Sembrava una vacanza destinata a non farsi, intoppi e problemi fin da qualche giorno subito dopo la prenotazione mi hanno portato più volte a pensare di rinunciare al viaggio. Ma alla fine, seppur dovendo anticipare il rientro (con un biglietto già pagato tra l’altro e che non ho potuto più sfruttare), eccomi qua a poter comunque descrivere un nuovo viaggio.

Erano anni che promettevo a mio fratello che vive a Malaga di andare a trovarlo e passare un po’ di giorni con lui. “Vai sempre in giro in qua e là e da me non vieni mai…”. Direi che aveva anche ragione. Così mi son deciso e a luglio ho prenotato una settimana, l’ultima di agosto, con destinazione Malaga. Il biglietto Ryanair costava più del solito, ma ci stava, pieno agosto… Sborso i miei 300 euro andata e ritorno e via. Dopo non molto tempo ho scoperto di dover cambiare destinazione di lavoro e di dover firmare contratti e quant’altro proprio in quella settimana di ferie. Il panico! Non sapevo come fare, non potevo rimandare la mia presenza e firma per nuovo contratto. Non avevo sottoscritto neanche un’assicurazione di viaggio per annullamento. Alla fine tra un casino e l’altro, ho poi deciso di rientrare un paio di giorni prima, acquistando un biglietto Alitalia di solo andata, ma di godermi comunque qualche giorno di ferie.

Ero già stato in Andalusia qualche anno fa. Allora avevo fatto il classico giro delle 3 città andaluse: Siviglia, Cordoba e Granada. L’Andalusia è la regione più meridionale della Spagna ed è la parte a mio parere che meglio rappresenta l’essenza dello spirito spagnolo. Le immagini più popolari del Paese, terra di corride, flamenco, sherry e antichi castelli, nascono proprio da questi paesaggi di spettacolare bellezza. La caratteristica che colpisce di più chi oggi visita l’Andalusia è data dall’eredità dei mori. Non si tratta solo degli straordinari monumenti storici di città come Siviglia, Granada e Cordoba, ma anche delle costruzioni in calce bianca di molte cittadine medievali.

Partiamo da Bologna di venerdì 24 agosto molto presto. Alle 9 del mattino, dopo 2 ore e 40 di volo, atterriamo a Malaga. Anche con qualche minuto di anticipo! Volo in perfetto orario e molto tranquillo. Sarà che era molto presto e tutti dormivano in aereo, ma la prima cosa che penso quando stiamo per atterrare è… ma siamo a Malaga o in qualche città di montagna?! La città è difatti sul mare, ma subito alle sue spalle ci sono i monti. La zona è infatti quella del cosiddetto Sistema Betico, un territorio formato da una serie di catene montuose, tra le quali la Sierra Nevada.

L’aeroporto di Malaga è grande, anche se mi sembra un po’ troppo “freddo”. E’ una struttura moderna a 8 chilometri a ovest della città ed è il principale della Costa del Sol e il quarto più trafficato in Spagna. L’aeroporto si compone di 3 terminal e ospita collegamenti con 60 paesi del mondo. Una volta usciti per arrivare in centro coi mezzi pubblici si può prendere il bus numero 19 che parte ogni 30 minuti all’esterno del terminal arrivi. Altri bus son quelli di compagnie private, come Avanza o Alsa, ma il costo dei biglietti è più caro. Oppure, alternativa ancora più valida, è prendere il Cercanias. Sono servizi ferroviari suburbani attivi nelle più grandi aree metropolitane della Spagna. Il servizio è gestito dalla compagnia ferroviaria Renfe. La linea C1 di Cercanías di Renfe, collega città come Fuengirola, Torremolinos e Benalmádena, così come il centro di Malaga con l'area arrivi e partenze del terminal T3. Con una frequenza di 20 minuti e un tempo di percorrenza compreso tra 10 e 34 minuti, a seconda dell'itinerario, il treno circola tutto l'anno tra le 06:20 e le 23:20. Molto più veloce del bus e il prezzo è comunque molto basso. Dall’aeroporto a Malaga centro il costo mi pare sia stato di tipo 1,80 euro. Un prezzo davvero irrisorio. Il mezzo è poi comodo

  • 726 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social