Maiorca, un piccolo paradiso a due passi da casa

Un'isola verso cui non nutrivamo particolari aspettative, ma che ci ha rubato il cuore

  • di CarlaCharlie
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Correva l'anno 2014 quando una coppia di amici decide di trasferirsi a Maiorca in cerca di un futuro diverso che si allontani più possibile dai ritmi incessanti della Pianura Padana. Fu così che l'anno dopo, senza particolari aspettative io e mio marito decidiamo di andare a trovarli, senza sapere ancora che quella in cui stavamo per imbatterci era una piccola fetta di mondo di cui non avremmo più potuto fare a meno, ed ecco che la scorsa estate per la terza volta di fila torniamo a Maiorca.

L'isola non è poi così piccola, e cosa più importante custodisce tanti piccoli tesori tutti da scoprire. Quest'anno optiamo per il mese di giugno per spezzare la monotonia della già citata pianura, e la scelta si rivela giusta. Al momento della prenotazione dei voli, decidiamo di affittare stavolta una macchina per spostarci dall'aeroporto al nostro hotel. Nei due anni precedenti la scelta era sempre caduta sul taxi, ma facendo due piccoli calcoli ci rendiamo conto che non è molto sensato. L'hotel si trova infatti nella parte nord dell'isola, località Cala Ratjada, e per raggiungerlo occorre compiere un percorso di un'ora circa ad un costo pari a 90-100 euro (e dunque altrettanti al ritorno), mentre il noleggio della macchina per tutta la settimana ci porta via solo 80 euro. Il viaggio dall'aeroporto Sant Joan di Palma all'Hotel è piacevole e senza intoppi, la strada scorre dritta e veloce nell'entroterra, io sento già profumo di tapas. L'hotel THB Cala Lliteras si trova in un delizioso angolo di Cala Ratjada, piccola frazione del comune di Capdepera, proprio davanti la piccola Cala Lliteras da cui prende il nome, e offre il compromesso perfetto per chi vuole vivere una vacanza in relax ma con il giusto divertimento a portata di mano. Concedetevi una cerveza ghiacciata al bar della piscina godendo di uno splendido panorama frontemare che la sera in particolare vi regalerà bellissimi tramonti, e preparatevi a buttarvi nella vivace vita notturna al prezzo di una piccola passeggiata. La nostra settimana inizia ovviamente all'insegna del mare, e col fine di muoverci in maniera più comoda decidiamo di lasciare la macchina in hotel e di affittare un motorino, arginando così anche per la sera il problema parcheggio. Concluso l'affare presso uno dei tantissimi "rent a moto" giù in paese, saltiamo in groppa al nostro destriero e ci dirigiamo verso una delle spiagge più belle della zona: Cala Agulla. In effetti la spiaggia sarebbe raggiungibile anche dal nostro hotel con una passeggiata di un km circa, ma noi siamo pigri e optiamo per le due ruote che lasciamo al parcheggio della spiaggia pagando 2 euro per tutto il giorno e con la libertà di entrare e uscire ogni volta che si vuole. Prendiamo posto in spiaggia in una delle 3 aree attrezzate con lettini e ombrelloni e facciamo in tempo a goderci due ore così prima che un addetto venga a reclamare i suoi 13 euro. Quello che abbiamo davanti è un vero angolo di paradiso, il mare è calmo e di un azzurro estasiante, noi dai nostri lettini sorridiamo beati. All'alba delle 14 il nostro stomaco ci ricorda che non si vive di solo mare, così decidiamo di riprendere il motorino e tornare in paese, nella zona del porto per concederci un lauto pasto, e lì la scelta è veramente tanta. Il lungomare di Cala Ratjada è costellato di ristoranti, tapas bar e gelaterie per tutti i gusti, ma tra quelli che mi sento in dovere di annoverare ci sono:

- Pasta Pasta, ho mangiato di tutto, dal pesce alle insalate al risotto, ed ogni volta con risultati più che buoni. Paradossalmente in un giorno di nostalgico orgoglio nazionale persino la pizza non è mi è sembrata poi così male.

- Café Noah, anche qui si mangia un po' di tutto, io personalmente ho gustato degli ottimi panini per un pranzo meno impegnativo, e bevuto dei gran cocktail

  • 4120 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social