Madrid quasi gratis

Nella capitale spagnola per rivedere e riscoprire, sfruttando il low cost e le gratuità offerte dal governo spagnolo ai cittadini dell'UE

  • di antocimani
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Qualche mese fa siamo partiti per Madrid, città che in realtà conosciamo in lungo e in largo e di cui ci siamo innamorati ormai da oltre 15 anni, ma che volevamo presentare a parte della nostra famiglia. L'abbiamo girata e vissuta quasi gratis, sfruttando ogni possibile occasione di risparmio. In questo post, cercherò di darvi delle dritte su come risparmiare nella capitale: basta solo organizzarsi.

Spostamenti con i mezzi pubblici

Negli ultimi anni le tariffe di metro e bus sono aumentate. Stessa cosa vale per il collegamento aeroporto città che ha raggiunto i 5 euro, rimanendo comunque sempre a buon mercato. Ricordate che dall'aeroporto o viceversa dovete acquistare il ticket combo o non potrete all'uscita superare le barriere. Per quanto riguarda invece le corse singole consigliamo il carnet combinato da 10 viaggi, che non è nominativo, costa 12. 20 e vi consente di risparmiare circa 3 euro. I biglietti sono validi sia per la metro che per i bus ma solo per un viaggio. Esistono anche gli abono turistico che permettono viaggi illimitati su tutta la rete dei trasporti ma conviene acquistarli solo se si decide di non uscire mai a piedi.

Visite a monumenti e a siti di interesse storico

Il Ministero per i Beni Culturali spagnolo ha reso possibile l'ingresso gratuito per i cittadini della Comunità Europea in moltissimi siti quasi tutti i giorni. Basta organizzarsi e fissare le proprie visite seguendo il calendario delle principali gratuità che postiamo di seguito. Per tutti è necessario mostrare il documento d'identità.

  1. Palazzo Reale di Madrid, entrata gratuita dal lunedi al giovedi, 17- 19 orario invernale, 18-20 orario estivo. Consigliamo di arrivare un po prima, c'è fila ma all'apertura si smaltisce rapidamente. La visita è libera.
  2. Palazzo Reale del Pardo, entrata gratuita il mercoledi e giovedi pomeriggio, 15- 18 orario invernale, 17- 20 orario estivo. C'è pochissima gente, la visita è guidata e davvero interessante. Si raggiunge El Pardo con l'autobus extraurbano 601 che parte da Intercambiador Moncloa. Il biglietto costa 1. 50 e si può utilizzare il carnet combinato di cui abbiamo parlato prima. La corsa dura un quarto d'ora circa.
  3. Museo del Prado, entrata gratuita dal lunedi al sabato, 18- 20, domenica e festivi, 17- 19. Coda che si smaltisce facilmente.
  4. Museo Reina Sofia, dal mercoledi al sabato, 19- 21, domenica 13.30 - 19. Di solito qui c'è meno fila del Prado.
  5. Monasterio de las Descalzas Reales, entrata gratuita mercoledì e giovedì a partire dalle 16.30. In realtà, noi non siamo riusciti a visitarlo perchè vi è un numero limitato di gratuità, per essere precisi 60 (tre turni di visita). Occorre per tanto presentarsi con molto anticipo, più di un'ora , ma ne vale la pena.
  6. Museo taurino, entrata gratuita tutti i giorni dalle 10 alle 14. Attualmente è chiuso per lavori ma è molto interessante e conserva cimeli e ricordi ovviamente legati al mondo della corrida. Si trova in Plaza de las Ventas, accanto alla Plaza de toros e si raggiunge facilmente in metro.
  7. Tempio di Debod, si raggiunge a piedi da Plaza de Oriente , gratuito tutti i giorni. Potete consultare gli orari cliccando sul link.
Vi sono inoltre tariffe gratuite per giovani al di sotto dei 25 anni e per gli anziani, ma dovete controllare sui singoli siti direttamente

  • 11169 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social