Viaggiatori: 2 · Spesa: Da 500 a 1000 euro

Madrid in 3D: città capitale genuinamente spagnola

di francap - pubblicato il

E' impossibile conoscere veramente l'essenza di un paese senza esplorare lo stile architettonico, il panorama culturale, l'arte e le strade della sua capitale. Per questo Madrid si presenta come un punto chiave per la scoperta delle diverse facce ricche di storia della Spagna, nazione che fonde un mix di nazionalità dalla ricca storia, raffinata nei secoli. Le seguenti fotografie costituiscono semplicemente flashes che rivelano spazi emblematici di Madrid. Per godersele in pieno è meglio guardarle con degli occhiali 3D, che si possono fare facilmente in casa.

Il Kilometro zero di Madrid: La Puerta del Sol

Precisamente, il kilometro zero è segnalato con una targa inserita sul marciapiede, di fronte all'Orologio della Casa delle Poste, le cui dodici campane segnalano dal 1962, a la ora zero di ogni 1 gennaio, l'inizio di un anno nuovo. Nella Plaza del Sol spicca la statua di Carlo III, e la celebre statua dell'orso e il corbezzolo, sotto l'inconfondibile cartello di Tío Pepe, alla entrata della calle (via) Alcalá. Nella fotografia 3D appare l'entrata alla stazione multimediale della piazza, con lo sfondo di lusso della Casa della Posta.

Entrata alla stazione della Puerta del Sol (Foto).

Proseguendo, dalla calle Alcalá, a poco più di un kilometro si arriva all'emblematica Porta de Alcalá, costruita al tempo de re Carlo III. Circondandola appare, in tutto il suo splendore, il Parco del Retiro.

Parco del Retiro

Il Retiro è il polmone verde di Madrid, un luogo creato per il relax in un'area di 125 ettari. Vi si trovano più di 15.000 alberi e stupendi giardini come quello in stile andaluso Cecilio Rodriguez, il giardino di Rose, e quello dell'architetto Herrero Palacios. Un centro ricreativo, sportivo e per turisti. Nel parco si può praticare canottaggio e passeggiare intorno al Estanque Grande, un lago artificiale disegnato da José Grases Riera.

Estanque Grande, Parco del Retiro (Foto).

Nella zona centrale il Retiro si erge il Palazzo di Cristallo, un bel padiglione romanico di metallo e cristallo, costruito da Ricardo Velázquez Bosco. Originalmente era un'immensa serra che ospitava piante tropicali, oggi incorporato nelle installazioni del Museo Reina Sofía.

Palacio de Cristal, Parque del Retiro (Foto)

Dalla Porta del Sole fino ai giardini di Sabatini

Tornando a Calle Alcalà e andando in direzione opposta, seguendo la calle Mayor, si arriva nella grande Piazza Maggiore e, più avanti, si approda alla solenne Cattedrale di Santa Maria la Reale de la Almudena.

Cattedrale di Santa María la Reale de la Almudena (Foto)

Nell'Aprile del 1883 il re Alfonso XII collocò la prima pietra della chiesa, che diventerà Cattedrale l'anno seguente, per cui il Marchese di Cuba cambiò il progetto originale, dando al tempio neogotico dimensioni e caratteristiche maestose. La facciata principale, che fronteggia il lato sud del Palazzo Reale, fu terminanata nel 1950.

Palazzo Real (Foto)

Nella fotografia si apprezza il monumentale Palazzo Real, patrimonio della Spagna dove si trova la residenza reale. In fronte alla sua facciata al Nord si estende una stupenda zona di giardini in stile neoclassico, i Giardini di Sabatini. Prendendo da lì la la Costa di San Vicente, si arriva alla simbolica Piazza di Spagna.

La Piazza di Spagna

Questa enorme piazza comincia a definirsi come tale dopo la guerra civile, anche se esisteva anteriormente una zona di giardini, oltre che edifici che caratterizzano lo spazio, come la Chiesa di Santa Teresa e San José. Già nel 1948 comincia a costruirsi l'Edificio España e, sei anni più tardi, la Torre Madrid. La sua ultima riforma data al 1969. Nella fotografia si vede la grande cisterna rettangolare che si estende davanti al monumento in onore a Cervantes, cue integra le statue di Don Chisciotte e Sancho Panza.

La Piazza di Spagna (Foto)

A Ovest della Piazza di Spagna si scopre la fonte della Nascita dell'Acqua, un'allegoria rappresentata con le statue di due ninfee con brocche dalle quali sgorga acqua, opera dell'architetto Manuel Herrero Palacios.

Lo Zoo Aquario di Madrid

A 8 chilometri dal Palazzo Reale, seguendo la E90, si arriva allo Zoo Aquario di Madrid, inaugurato il 23 di Giugno del 1972. Attualmente è un centro di svago ed educazione, a cui stato conferita la categoria di Bene di Interesse Culturale come sito storico. Inoltre è un centro de conservazione delle specie, nel quale si sono riprodotti con successo gorilla, giraffe e panda, tra gli altri progetti facendti parte del programma di preservazione di specie a rischio estinzione.

Zoo Aquario di Madrid (Foto)

In ogni mese dell'anno, Madrid offre attrazioni di ogni tipo ai suoi visitanti. I suoi residenti, coscienti del valore delle proposte della loro città, tanto di giorno che di notte. Andare “per tapas” a Madrid, per esempio, è il preludio a una grande offerta di spettacoli, che si prendono vita all'accendersi delle luci della città. Questa qualità cittadina spiega la massiccia affluenza di turisti, che arrivano per lo più al moderno e efficiente l'Aeroporto di Barajas

Il livello degli alberghi è in linea con le esigenze di una capitale europea e il visitatore può scegliere tra il lusso di strutture come l'Hotel Villa Magna, nel Paseo de la Castellana, o un appartamento nella Gran Vía, per stare più vicino ai locali notturni.

di francap - pubblicato il