Madrid e dintorni

Madrid: città dalle grandi piazze luminose, dalle stradine medievali, dalle tapas ricche di colesterolo, dagli enormi spazi verdi. Madrid: capitale dell'arte, della cultura, della vita notturna. Madrid: paese dove tutti ti offrono il proprio posto in metropolitana.

  • di Erika50
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

La Spagna l'avevamo visitata quasi tutta ma a Madrid eravamo stati solo all'aeroporto, per uno scalo ,andando in Galizia. Era da tempo che desideravo farci un giro e così, quando ho scoperto che Ryanair aveva creato il collegamento diretto da Bari, ho cominciato a fare delle simulazioni di prenotazioni per controllare un po' i prezzi ma, visto che erano piuttosto elevati, ho abbandonato l'idea diverse volte. Poi, un giorno, ho riprovato e , quando ho visto che avremmo potuto viaggiare in due, volo A/R, spendendo 44 € mi sono affrettata ad effettuare la vera prenotazione.

Ed è così che inizia la nostra avventura a Madrid.....Il volo è durato due ore e mezza e siamo arrivati al Terminal 1 dell'aeroporto di Barajas. Una volta scesi dall'aereo, ci siamo diretti verso il Terminal 2 per poter prendere la metro e dirigerci al centro di Madrid ( il percorso da un terminal all'altro dura circa 30 minuti) ed invece il tragitto in metro circa un'ora.Per viaggiare da e verso l'aeroporto bisogna acquistare un biglietto che costa 2 € e non cercate di fare i furbi perchè altrimenti non potrete uscire dal tornello. Il biglietto per una corsa costa 1€ ma io ho acquistato un carnet per 10 viaggi al prezzo di 9.30 €. Siamo scesi a Puerta del Sol perchè l' Hostal Castilla II che avevo prenotato, questa volta direttamente sul suo sito ( non ho dovuto versare nessun acconto ma ho saldato tutto al mio arrivo), si trovava a pochi passi da questa fermata della metro. Erano le 22 ma la città era in pieno fermento, sembrava che fosse mezzogiorno. L'hotel è situato in un antico palazzo, molto signorile, e le camere sono moderne e pulite. Noi abbiamo speso 296 € per cinque pernottamenti senza colazione. Lasciate le valigie, siamo scesi ed abbiamo fatto un giro in Plaza de la Puerta del Sol che mi è subito piaciuta per la sua grandezza, i palazzi che vi si affacciano, le fontane e la folla che la riempie dalle prime ore del mattino fino a notte inoltrata.Ogni mattina abbiamo fatto colazione nella famosa pasticceria La Mallorquina situata in Plaza de la Puerta del Sol, proprio difronte alla fermata della metro omonima. Non sapevamo che dolci scegliere , tanti ce n'erano e tutti dall'aspetto alquanto invitante.La mattina successiva al nostro arrivo, siamo andati subito verso il Convento della Descalzas Reales perchè sapevamo che apriva alle 10:00. Ci siamo messi in coda e quando è arrivato il nostro turno ci hanno detto che avremmo potuto visitare la struttura solo a mezzogiorno. Abbiamo acquistato i biglietti al costo di 5 euro per due in quanto siamo pensionati, altrimenti il costo sarebbe stato di 5 € a persona.Nel frattempo siamo andati in giro e, a poca distanza ,abbiamo potuto visitare, in Calle del Arenal, la famosa Chiesa di San Gines, una delle più antiche della città. Al suo interno ci sono numerose cappelle con degli altari molto sfarzosi le cui statue, dedicate soprattutto alle Vergini, sono ricoperte da abiti tessuti e ricamati a mano.Qui è custodito anche il magnifico dipinto "La cacciata dei mercanti dal tempio" di El Greco. Risalendo il Pasadizo di San Gines abbiamo trovato la famosa Chocolateria di San Gines, un locale molto elegante tutto ricoperto di azulejo cioè piastrelle di ceramica non molto spessa e con una superficie smaltata e decorata. Qui potete sorseggiare la tipica cioccolata madrilena: calda, densa, amara in cui vi consiglio di tuffare i churros, una pastella fritta dalla forma allungata, spolverizzata di zucchero.Poi ci siamo spostati verso Puerta del Sol dove abbiamo ammirato il Palazzo delle Poste, oggi sede del Governo Provinciale di Madrid, il Km 0 di Madrid che si trova per terra proprio davanti alla porta principale di questa costruzione e che simbolicamente indica il punto da cui si dipartono tutte le strade di Spagna. Sempre nella piazza due grandissime fontane, la statua equestre di Carlo III ed il monumento con il simbolo di Madrid: L'orso arrampicato su un albero di corbezzolo ovvero l'oso y el madroño

  • 13593 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social