Nosy Be' all'avventura

Appena arrivati a Nosy Be si viene paracadutati in una realtà incredibile , fatta di allegria e povertà , turismo e miseria , sfruttamento e divertimento. Tutto ci è apparso subito un grande contrasto : alla evidente povertà della gente ...

  • di B&M
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Appena arrivati a Nosy Be si viene paracadutati in una realtà incredibile , fatta di allegria e povertà , turismo e miseria , sfruttamento e divertimento. Tutto ci è apparso subito un grande contrasto : alla evidente povertà della gente dell'isola fa da contraltare la gentilezza ed allegria di tutti , dei bambini i particolare.

Ci avevano descritto Nosy Be come il posto più turistico del Madagascar , ma in realtà definire turistico un posto dove c'è una sola strada asfaltata , dove non ci sono mezzi di trasporto pubblici se non le macchine private degli isolani gestite a mo' di taxi , dove la sera bisogna andare in giro con una torcia per vederci qualcosa ...Mi sembra un po esagerato!! In realtà di turistico c'è solo il villaggio del Ventaclub che però è un elemento isolato rispetto alla realtà dell'isola : è relegato in un bel promontorio a nord ed è totalmente inaccessibile dagli esterni.Insomma , per il resto dell'isola è come se non ci fosse.

Il vero punto di ritrovo turistico è il paese-spiaggia di Ambatoloka : si tratta di una strada non asfaltata ai bordi della quale ci sono 2 piccoli ristoranti , 2 "discoteche" e un paio di bar.

Il resto dell'isola è un susseguirsi di piccoli villaggi locali , fatti di capanne e strade sterrate , senza illuminazione pubblica , fatti di bimbi e gente che vive per strada.

Io e la mia ragazza abbiamo dormito per due settimane in un Bungalows costruito (in puro stile Magascio ) direttamente sulla spiaggia di Ambondrona e gestito da un gentilissimo ragazzo Italiano , Alex ( http://www.Madagasikara.It ).

Questo bungalows è costruito immediatemente a ridosso di un villaggio malagascio : questo ci ha permesso di capire molto sul loro modo di vita , sui loro usi e le loro credenze e ci ha permesso di calarci nella vera vita dell'isola (in particolare il capo villaggio è un personaggio da ricordare).

Il mare e le spiagge di Nosy Be sono belle ma non eccezzionali : certamente la più bella è la spiaggia di Andylana , per metà però occupata dal Ventaclub.

Il mare delle isole nei dintorni è invece stupefacente : si va dal parco marino di Nosy Tanikely (dove si nuota in mezzo alle tartarughe ed ai coralli ) alla spiaggia con la sabbia più bianca e l'acqua più cristallina di tutto l'oceano indiano ( così dicono...) Nosy Iranja , un posto che meriterebbe qualche giorno di soggiorno nel suo piccolo ed esclusivo lodge.

Anche Nosy Komba e Sakatia sono belle , in particolare è molto bello fare l'intero giro di Komba e non fermarsi alla spiaggia più grande , per scoprire le piccole e solitarie spiaggie a ridosso della foresta di lemuri.

Tutti i tour nelle diverse isole vengono organizzaniti assieme ai ragazzi malagasci : basta recarsi nella spiaggia di Ambatoloka per essere contattati per fare i tour. I prezzi per queste escursioni vanno dai 20/22 Euro ( pranzo incluso ) ai 35/40 per le destinazioni più lontande ( Iranja ). Ma attenzione , se siete clienti del Ventaclub ( e vi si riconosce subito per il vostro braccialettino ) , per voi i prezzi quasi raddoppiano ... D'altronde però se fate le stesse escursioni oraganizzate dal villaggio , arrivate a 100 euro!!! Per quanto riguarda il cibo , l'isola offre pesce e frutta a volontà! Da non perdere le aragoste e i gamberoni giganti da mangiare in qualche piccolo ristorante sulla spiaggia ( con una spesa pari a 7/8 euro a testa ) e la frutta locale ( banane , ananas , cocco , papaya... ) che viene venduta durante il giorno direttamente in spiaggia da folkloristiche signore con enormi cesti in testa. Vi consiglio inoltre di provare lo Zebù ( la locale mucca ) : in particolare il filetto di Zebù è saporittissimo e non ha nulla da invidiare al nostro vitello ( filetto di Zebù al pepe verde ristorante Villa Vero ad Ambondrona , 3 Euro , buonissimo !!! ) Ultima cosa , ma veramente importante da segnalare è l'organizzazione di Manina. Manina è una signora italiana che si è trasferita a Nosy Be qualche hanno fa e che sta facendo moltissime cose per questa gente : ha costruito ad oggi 105 scuole , dispensari medici , ospizi per anziani e paraplegici , tanto da meritarsi il titolo di "Cavaliere dell'ordine della Repubblica del Madascar". A Nosy Be è una istituzione , tutti la conoscono : vi consiglio di visitare il suo sito - http://www.Bambinidimanina.Org - e di andare a consocerla a Nosy Be e di provare a visitare una delle sue scuole ( le "Tasiki Tsara" -bambini buoni - caratterizzate da una insegna con un paperotto e un sole ). Capirete cosa sta facendo questa signora per questa gente!!! Per concludere che dire : Nosy Be è un viaggio veramente emozionante , soprattutto se vissuto così , a diretto contatto con la cultura e le persone locali , all'avventura !!!

  • 14963 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Massimo Guidobaldi
    , 29/1/2011 23:05
    cosa mi dite per ciò che riguarda il tempo nel periodo del mese di maggio in madagascar? come arrivare su nosy kumba?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social