Madagascar, la Route du Sud

Tour classico del Madagascar, da Antananarivo a Tuléar seguendo la famosa RN7, attraverso gli altopiani centrali, le città e i parchi nazionali, con una breve incursione sulla costa orientale e relax finale ad Anakao

  • di Pidda78
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Avevamo tre settimane per esplorare l’“Isola Rossa” e abbiamo deciso di seguire un itinerario classico, che ci permettesse di scoprire un po’ tutti gli aspetti del Madagascar, dalla foresta pluviale agli altopiani, dalla savana alla barriera corallina… Ci siamo quindi avviati lungo la Route Nationale n. 7, la strada più lunga e meglio tenuta del Madagascar, che con i suoi circa 900 km collega la capitale Antananarivo con Tuléar, nel sud-ovest del paese, permettendo di raggiungere facilmente molti dei principali siti di interesse turistico. Rispetto al percorso più tipico, abbiamo inserito una prima deviazione per i villaggi Zafimaniry, nei pressi di Ambositra, e una seconda per Manakara, sulla costa orientale, e abbiamo concluso l’itinerario ad Anakao, vicino a Tuléar, dove ci siamo fermati 6 giorni, per poi rientrare in aereo ad Antananarivo. A malincuore abbiamo rinunciato a tornare in macchina fino alla capitale, seguendo la costa occidentale e passando per Morondava, perché avremmo dovuto noleggiare un 4x4, e perché sarebbe stato troppo stancante.

Volo aerei Abbiamo trovato un volo Air France da Bologna, con scalo a Parigi, a 1.006 euro a testa, un vero affare! Dall'Italia abbiamo prenotato anche il volo interno con Air Madagascar da Tuléar ad Antananarivo, € 215 a testa. Prendendolo direttamente in Madagascar avremmo risparmiato un 30% ma essendo alta stagione avremmo corso il rischio di non trovare posto.

Noleggio auto Dopo molte indecisioni, abbiamo deciso di noleggiare una macchina, perché girando in taxi brousse, gli scassati e simpatici pulmini che vengono usati in prevalenza dalla gente del posto, stipati fino all’inverosimile di gente e di bagagli, non avremmo potuto raggiungere alcune delle mete che volevamo includere nel nostro itinerario ma anche perché abbiamo letto di qualche problema sicurezza nel paese. A dire il vero abbiamo poi incontrato diversi turisti che hanno scelto il taxi brousse e non hanno avuto alcuna difficoltà. Abbiamo noleggiato la macchina con Tanya Tours (www.tanya-tours.com), € 35 al giorno, con autista. Inizialmente avevamo cercato una vettura senza autista, ma i prezzi diventavano più alti, oppure si rischiava di avere una macchina in pessime condizioni e alla fine abbiamo deciso di adeguarci a questa prassi malgascia. In questo modo abbiamo potuto lasciare la macchina a Tuléar e tornare in aereo dopo essere stati ad Anakao. Per chi volesse evitare l’agenzia ci sentiamo di consigliare caldamente il nostro chauffeur, Harison, un ragazzo giovane, molto professionale, che parla perfettamente francese e inglese (harinatane@yahoo.fr, +261 324010210).

Vaccinazioni e medicine Eravamo già vaccinati contro epatite A e B, tetano, febbre gialla. Abbiamo deciso per scrupolo di fare la profilassi antimalarica con il Lariam, anche se il nostro itinerario e la stagione non erano ad alto rischio (e infatti abbiamo trovato poche zanzare, solo a Tana, all'Isalo e a Tuléar). Abbiamo portato con noi una fornita farmacia da viaggio, che comprendeva antibiotici ad ampio spettro, antiinfiammatori, disinfettante, cerotti, antidiarroici, pomate contro le punture di insetti. Se si prevede di fare trekking consigliamo di portare anche del ghiaccio secco, nel caso di cadute e di contusioni (in molte zone del Madagascar non c’è l'elettricità, figuriamoci il ghiaccio).

Carte di credito e bancomat In Madagascar è difficile trovare bancomat e locali che accettino Mastercard, meglio avere con sé una carta Visa. Tenete presente che le banche si trovano solo nelle città più grandi e che c'è il limite di prelievo di 400.000 Ar per operazione

  • 12329 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social