Madagascar: tutto quello che avremmo voluto sapere prima

Viaggio organizzato di 5 giorni alla scoperta dei parchi del nord

  • di Isa&Titti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Quest'anno avevamo tutt'altri progetti per le nostre vacanze. Sull'onda dell'entusiasmo del tour negli Stati Uniti dell'anno scorso (vedere nostro diario) avremmo voluto fare subito il bis, magari visitando un'altra zona, e già avevamo raccolto informazioni e buttato giù una bozza di itinerario. Ma i primi mesi del 2016 hanno portato brutte sorprese alla nostra famiglia. Mia madre ci ha lasciato dopo una lunga malattia e settimane di degenza. Pianificare un altro viaggio fai-da-te on the road come quello dell'anno precedente in un periodo di simili preoccupazioni sarebbe stata troppo dura. Così abbiamo preferito cambiare meta e optare per un viaggio organizzato e ci è venuto in mente il Madagascar, un sogno lasciato per anni nel cassetto in attesa di tempi migliori, soprattutto per le nostre finanze. Ma ahimè, certe mete con il passare degli anni non diventano certo più economiche, anzi. E così ci siamo tappati il naso e ci siamo detti: "Va be', prima o poi è un viaggio che dobbiamo fare, tanto vale toglierci il pensiero".

Scegliendo un viaggio organizzato da catalogo la meta era piuttosto scontata: Nosy Be, ovvero la zona turistica per eccellenza. Ma il Madagascar è un paese troppo grande e particolare per limitarsi a trascorrere 15 giorni chiusi in un villaggio su un'isoletta, per quanto bella sia. Tutti i documentari di viaggi visti in questi anni ci dicevano che la vera Africa era nella "Grande Terre", l'isola grande del Madagascar. Soluzione? Abbinare un soggiorno di mare ad un tour nell'entroterra, il Tour del Nord, la scelta più logica per la vicinanza all'isola di Nosy Be. Il pacchetto che abbiamo scelto è quello di Bravo Club (gruppo Alpitour) comprendente un soggiorno di 10 giorni al Bravo Andilana Beach Resort di Nosy Be (scelto solo ed esclusivamente perché sapevamo trovarsi sulla più bella spiaggia dell'isola) e il Tour del Nord di 5 giorni denominato "Tour Avaratra". È solo di quest'ultimo che vorremmo parlarvi in questo diario, non tanto perché Nosy Be non ci sia piaciuta (isola bellissima così come quelle limitrofe, villaggio stupendo, niente da dire), ma perché il Tour del Nord è stato il fulcro e il motivo principale del nostro viaggio, la vera esperienza africana. In 5 giorni il tour toccava le seguenti tappe:

Nosy Be – Ankify – Anbilobe – Diego Suarez – Montagne d'Ambre – Montagna dei Francesi – Tsingy Rouge – Riserva dell'Ankarana – Tsingy Grigi – Ankify – Nosy Tanikely – Nosy Komba – Nosy Be

La prima cosa che abbiamo notato prima della partenza è stata la scarsa disponibilità di informazioni sul tour. Non solo non se ne parlava quasi per niente nei vari forum in rete, ma lo stesso tour operator non si è particolarmente prodigato in materiale informativo, a parte la scarna paginetta sul catalogo che ti descrive in 20 righe un viaggio che promette meraviglie trascurando le informazioni più essenziali: che tipo di bagaglio portare, che capi di abbigliamento, com'è il clima, quali sono le condizioni delle strade (lo sperimenteremo presto, ahimè!), che tipo di valuta viene accettata, se sia consigliabile portare con sé farmaci particolari. Niente di niente. Intanto acquistate il pacchetto (a scatola chiusa e a caro prezzo) e poi vedrete. È anche per questo che abbiamo deciso di scrivere questo diario, nella speranza che possa essere utile a qualcuno che come noi qualche mese fa brancolava alla cieca in cerca di lumi

  • 83413 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social