Le città della musica: New Orleans, Memphis, Nashville

Tour fra Louisiana e Tennessee a ritmo di musica

  • di danidisa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

"Deep down Louisiana close to New Orleans

Way back up in the woods among the evergreens

There stood a log cabin made of earth and wood

Where lived a country boy named Johnny B. Goode"

Johnny B. Goode - Chuck Berry

Ma che mal d'Africa e mal d'Africa; noi abbiamo il mal degli States ed ogni 2 anni dobbiamo per forza tornarci. Dopo la west Coast, il New England e la Florida, vogliamo visitare gli stati del sud e per la precisione, le storiche città della musica: New Orleans, Memphis e Nashville. Max è un chitarrista rock-blues: per lui questo viaggio è un vero pellegrinaggio alla mecca della musica.

Poi, si sa, "Per certi viaggi non si parte mai quando si parte. Si parte prima" (da "Se ti abbraccio non aver paura" di F. Ervas). Infatti noi con la testa, siamo partiti da tempo ed abbiamo organizzato tutto con molti mesi di anticipo.

- Per i voli ci siamo appoggiati, come al solito ad Edreams; per gli hotel Booking.com e hotelguides.com; per il noleggio auto, come al solito, a Rentalcars.

-Hotel prenotati a Luglio 2014.

-Settembre 2014: Prenotato volo tramite Edreams: circa 2600 euro. Arrivo a New Orleans e Partenza da Nashville

-Ottobre 2014: Prenotato gita in battello Mississipi Natchez - New Orleans, 88 Dollari per 3 persone www.steamboatnatchez.com/harborcruise.html

- Gennaio 2015: prenotato visita Museo Gibson Menphis (ingresso $ 10) e Country Music Hall of fame Nashville (Ingresso $ 34,00).

-Febbraio: compilato Esta su sito: https://esta.cbp.dhs.gov/esta/ 17 dollari a testa.

-Aprile: prenotato Graceland Memphis (circa 100 dollari per 3 ingressi) www.graceland.com

-Stipulata Assicurazione Medica con Viaggi Sicuri www.viaggisicuri.com (circa 100 dollari per polizza per 3 persone), fortunatamente mai sperimentata.

SABATO 25 APRILE 2015 - partenza per NEW ORLEANS

Lasciamo la nostra auto a Parkingo Malpensa e partiamo in orario con un volo American Airlines.

Milano - Miami e poi Miami - New Orleans

E' la prima volta che voliamo con American ma rimaniamo un po' delusi. Gli aerei sono molto spartani: no televisore personale nel sedile, pasti e bevande ridotti al minimo sindacale. Una volta avevamo talmente sete e non vedendo nessuno passare con le bevande, abbiamo dovuto inventarci la storia che mia figlia doveva prendere un farmaco per poter avere un bicchiere d'acqua (diviso in 3).

Comunque i voli AA si sono rivelati abbastanza puntuali.

Arrivati a New Orleans abbiamo qualche difficoltà ad individuare il banco Budget per il noleggio auto. O meglio: lo troviamo abbastanza velocemente, in un'aerea esterna e staccata dal terminal ma lo sportello risulta chiuso e non capiamo a chi dobbiamo rivolgerci. Dopo aver vagato inutilmente da un piano all'altro del terminal, scopriamo che i noleggi auto vengono gestiti da Avis (nessun cartello per spiegare questa cosa). Ecco: anche Budget sarà un autonoleggio da eliminare dai nostri viaggi futuri.

Fortunatamente, l'auto che ci viene assegnata, una Chevrolet Impala, funzionerà benissimo per tutto il viaggio e non darà il minimo problema.

Per la prima notte, arrivando a New Orleans che è ormai sera (e piena notte per l'orario italiano) abbiamo scelto un hotel vicino all'aeroporto:

Sleep Inn New Orleans Airport - Kenner Questa è stata un'idea molto saggia. Gli hotel in centro a New Orleans costano un occhio della testa. Così almeno abbiamo risparmiato un po', considerato che, a quell'ora non potevamo far altro che andare a dormire

  • 22162 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. CandyLang
    , 19/5/2015 16:56
    Bello! Grazie!!! Condivido il Mal d'America... Questo viaggio ancora mi manca!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social