In SCOZIA CON IL SOLE

SARDEGNA-SCOZIA 4-17 MAGGIO 2005 biking with the Joks(nickname affibbiato agli Scozzesi) ovvero 5 giorni ininterrotti di sole. protagonisti 1- forza motrice 2- la “”ragassa”” 3- vettore di terra 4- vettore di cielo 5 -vettore di terra DIARIO Mercoledì 4 Maggio ...

  • di Spasso Spasso
    pubblicato il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Fino a 500 euro
 

SARDEGNA-SCOZIA 4-17 MAGGIO 2005 biking with the Joks(nickname affibbiato agli Scozzesi) ovvero 5 giorni ininterrotti di sole. protagonisti 1- forza motrice 2- la “”ragassa”” 3- vettore di terra 4- vettore di cielo 5 -vettore di terra DIARIO Mercoledì 4 Maggio Partenza ore 23 per Roma con treno espresso, via Padova nello scompartimento ci sono 5 studenti spagnoli a Verona nell’ambito di Erasmus : chiacchieriamo tutta la notte quasi ed il tempo nonché i kilometri se ne scorrono lisci lisci Il mio spagnolo è super arrugginito si impone un bel soggiorno in Spagna per ridare smalto all’idioma iberico ( devo programmare un giretto da Alex a Barcellona visto che non c’è verso di farlo venire in Italia); dopo avere ciacolato un bel po’ ed anche di più crolliamo dal sonno verso Firenze.

Giovedì 5 Maggio Arrivo a Roma sorbisco magia

Un caffè in stazione quindi monto la bici impiegando una vita, spargendo tutti i tochi in giro per il Piazzale dei 500, con lo sguardo allibito e sufficiente di molti pendolari che si trovano a passare di li quindi lentamente mi Caracallo pardon caracollo per l’Urbe pedalando che è un piacere poi intraprendo l’arduo compito di trovare la Flaminia direzione Ciampino (indicata peraltro molto male) lungo la strada compro panino ed asciugamano dimenticato a casa;a Ciampino imbarco per Alghero ove giungo alle 18.30 distrutto rimonto la bici e pedalo verso casa di Marisa (30 kilometri)verso le 21.30 leggermente “”monto”” perché avevo perso la direzione inerpicandomi su e giù per i colli: ad un certo punto un automobilista imbranato mi urta il manubrio ma resto miracolosamente in piedi (sono anche oberato da circa 20 kili di bagaglio e la borsa nera a tracolla mi sega con la cinghia la schiena) arrivo a destinazione in un lago di sudore e trovo Marisa ad aspettarmi: ceno consegno i doni (cavolo quanto pesavano) e mi corico, ma i muscoli delle gambe sono così indolenziti da impedirmi subito di dormire, poi il sonno arriva finalmente..

Venerdì 6 Maggio Sveglia mentre in sottofondo sento Marisa che se ne va al lavoro. Poltrisco ancora un po’ (sinceramente devo essere stanchissimo perché solitamente la parola poltrire non esiste nel mio vocabolario), scendo in cucina e faccio una colazione corposa quindi pedalo verso Sassari ove mi faccio riparare da ciabattino bravo, simpatico ed onesto un sandalo.. verso le ore 12 capito da Aucham, ove trovo le casse automatiche: cavolo proprio in terra di nuraghi dovevo finire per trovare stè modernità!!! compero un po’ di frutta e mi avvio verso Portotorres quindi vorrei proseguire per Stintino ma il vento è contrario e poi non voglio arrivare a casa a sera fatta (mica è un albergo) quindi driocul sosta a Aucham per acquistare qualche cosa di dolce per la serata quindi arrivo: cena molto buona chiacchiere con il mio cortese ed ospitale anfitrione ed immancabilmente crollo dalla stanchezza e dal vvvinnno...Buona notte Sabato 7 Maggio Sveglia ed inizio lavori di elettricista, ma mancano tochi, onde per cui quindi parto in bici per Sassari; scendendo credo di vedere una coperta al sole per asciugarsi ed invece sono delle magnifiche distese di fiori coloratissimi.. Al centro commerciale compro un bel profiterol per la cena, oltre che altre cavolate .. Ritorno termino i lavori ceniamo e poi nanne dopo alcune chiacchiere Marisa ha mal di denti Domenica 8 Maggio Sveglia e titonamento vario per fare venire sera; Roma pareggia e Lazio perde carambolescamente a Lecce dopo essere stata in vantaggio... viene sera ceniamo e nanne, domani mi aspetta una bella giornata domestica in quanto Marisa ha un bel mal di denti che le impedisce attività varie :lei insite perché io vada in ggiro da solo mai e poi mai Lunedì 9 Maggio Sveglia sosta da Aucham quindi via fino a Talamona arrivo a destino preparazione borsa con smontaggio totale pneumatici quindi cena sottotono e nanne Martedì 10 Maggio Sveglia presto. Preparo caffè per me e lei quindi via verso l’aeroporto, ove conosco Stefania, insegnante di Italiano in Cumbria che mi magnifica quella terra ed anche solletica nell’appetito di andare io a fare il docente colà facciamo il viaggio insieme è carinina .. Recupero la mia bag e guadagno l’uscita ove, nel grande parcheggio bus, passo al montaggio aeroporto di STANSTEAD e stavolta con maggiore rapidità. Mi avvio verso Londra e con non poca fatica riesco a trovare una strada che non sia la stramaledetta motorway ... Percorsi solo 5 kilometri sbuso: no problem sono così euforico che cambio anzi riparo la camera d’aria in un baleno quindi continuo pedalando nella campagna inglese magnifica ; c’è il sole ed anche poco traffico: arrivo a Londra (cucuzzolo del cetriolo di vetro e cristallo della zona City) a nord quindi lungo il Thames arrivo a Victoria Bus station individuo il terminal MEGABUS ove mi mettono in stato ansioso riguardo il baggage allowment in quanto a detta loro è permessa solo una valigia di medio calibro... Ceno alla bell’ e meglio quindi via a ggiro in una frizzante serata londinese percorrendo le classiche strade entro in Soho e scopro che i cinesini con 9 sterline ti strafogano di cibo: buono a sapersi per il ritorno, quindi verso le ore 22.30 entro in un cortile attiguo alla Victoria Station e smonto la bici che imbarco senza il benchè minimo problema sul bus. Dopo cerco di accaparrarmi il sedile in fondo al upper deck (piano superiore) per potermi poi sdraiare ma sul più bello, proprio quando il bus sta per partire, arriva un passeggero che si piazza in mezzo e rovina il tutto... cmq durante la notte riesco a dormire un po’ servizio eccellente cavolo per una sterlina e mezzo!!!!!..

  • 437 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social